Maggio 21, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Whoopi Goldberg si scusa dopo aver affermato che l’Olocausto “non riguarda la razza”

Whoopi Goldberg si è scusato dopo aver detto che l’Olocausto “non riguarda la razza”.

La star di 66 anni – che è stata accolta con un feroce contraccolpo sui suoi commenti nell’episodio di “The View” di lunedì – ha offerto le sue “scuse più sincere” per l’offesa che ha causato.

Apparendo nello show, ha detto: “Siamo sinceri perché l’Olocausto non riguarda la razza. Non si tratta di razza. Non si tratta di razza. Si tratta della disumanità dell’uomo nei confronti dell’uomo…

“Questi sono due gruppi di persone bianche! Nel momento in cui lo trasformi in gara, va in questo vicolo. Parliamone per quello che è.

“È così che le persone si trattano. Non importa se sei nero o bianco, ebrei, è l’un l’altro.

Icona della fotocameraWhoopi Goldberg. Credito: BANG – Notizie di intrattenimento

In una dichiarazione condivisa sui social media, Whoopi ha ora affermato di “essere corretta”.

Ha scritto: “Nella trasmissione di oggi, ho detto che l’Olocausto ‘non riguarda la razza, ma la disumanità dell’uomo nei confronti dell’uomo’. Avrei dovuto dire che riguarda entrambi.

“Come ha condiviso Jonathan Greenblatt dell’Anti-Defamation League, ‘L’Olocausto riguardava l’annientamento sistematico del popolo ebraico da parte dei nazisti, che consideravano una razza inferiore.’ mi correggo.

“Il popolo ebraico in tutto il mondo ha sempre avuto il mio sostegno e questo non vacillerà mai. Mi dispiace per il male che ho causato.

“Scritto con le mie più sincere scuse, Whoopi Goldberg.”

Molte persone si sono rivolte ai social media per criticare Whoopi per i suoi commenti originali, con David Harris – il CEO dell’American Jewish Committee – che la esortava a “ripensare” e scusarsi.

Ha twittato: “Whoopi Goldberg afferma assurdamente che l’#Olocausto ‘non riguarda la razza’. La Germania nazista considerava tutti gli ebrei una “razza subumana”.

“Ecco perché volevano sterminare l’intero popolo ebraico, inclusa la mia famiglia, e ci sono quasi riusciti. Per favore, ripensaci e scusati. (sic)”

E lo scrittore israeliano Hen Mazzig ha aggiunto: “Essere ebrei significa guardare i nazionalisti bianchi chiedere la tua morte perché ‘non sei bianco’ mentre le donne alla TV nazionale dicono che l’Olocausto è stato ‘i bianchi che uccidono i bianchi… voi stessi. ‘”

READ  Sono stati segnalati più di 230 decessi a causa dell'ondata di caldo in alcune parti del Canada