Luglio 1, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Voli in Italia cancellati per lo sciopero dei controllori del traffico aereo

I passeggeri hanno subito disagi in tutta Italia mercoledì quando i controllori del traffico aereo hanno iniziato uno sciopero e i sindacati hanno chiamato i lavoratori delle compagnie aeree low cost con un licenziamento di quattro ore, causando la cancellazione di centinaia di voli.

Circa 360 voli sono stati cancellati e più di 4.000 passeggeri sono stati colpiti, ha detto mercoledì un portavoce del sindacato Uil Trasporti. I passeggeri in tutta Europa hanno subito ritardi e cancellazioni nell’ultima settimana poiché le compagnie aeree e gli aeroporti lottano per far fronte al boom dei viaggi all’inizio della stagione estiva.

I sindacati italiani FILT-CGIL e UIL Trasporti hanno indetto uno sciopero di quattro ore a partire dalle 0800 GMT per i lavoratori Ryanair in Italia, lamentando tagli salariali legati alle vendite a bordo e alle difficili condizioni di lavoro presso la compagnia aerea low cost più grande d’Europa. Anche i piloti e gli assistenti di volo EasyJet hanno colpito dalle 1100 alle 1500 GMT.

Ryanair ha negato che qualcuno del suo equipaggio si sia unito agli scioperi in Italia, ma ha aggiunto di aver cancellato alcuni voli a causa del movimento dei controllori del traffico aereo nel nord e centro Italia. “Questi scioperi dell’ATC sono completamente fuori dal nostro controllo e ci scusiamo sinceramente per gli eventuali disagi che inevitabilmente causeranno”, ha affermato Ryanair in una nota.

Mercoledì i controllori di volo si sono ritirati dall’ENAV italiana per 12 ore. EasyJet ha anche incolpato i controllori di aver interrotto i loro programmi. “Circa 24 voli da e per il Regno Unito sono stati cancellati in anticipo per mitigare l’impatto sui piani dei clienti di oggi e offrire la possibilità di riprenotare prima di recarsi in aeroporto”, ha affermato easyJet in una nota.

READ  La contrattazione fiscale globale sta entrando in una fase chiave

Alitalia ha dichiarato in un comunicato di aver dirottato quasi il 99% dei suoi passeggeri per evitare lo sciopero. Ryanair si è classificata al primo posto nel numero di passeggeri che viaggiano da e per l’Italia lo scorso anno, poiché Alitalia ha ridimensionato la sua rete prima di cederla alla sussidiaria più piccola ITA.

(Questa storia non è stata modificata dallo staff di Devdiscourse ed è generata automaticamente da un feed condiviso.)