Settembre 18, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Vola per la prima volta un aereo da ricognizione elettronico in grado di eseguire la guerra elettronica per l’esercito degli Stati Uniti

L3Harris Technologies ha dichiarato di aver utilizzato per la prima volta un nuovo velivolo sperimentale tecnologico dell’esercito americano che sarà in grado sia di ricognizione che di guerra elettronica, secondo un annuncio del 27 agosto.

L’aereo da ricognizione e guerra elettronica dell’esercito, o ARES, aiuterà il servizio a modernizzare le sue capacità di intelligence, sorveglianza e ricognizione aviotrasportate e sosterrà il programma High Accuracy Detection and Exploitation System, che potrebbe produrre un aereo per sostituire i vecchi guardrail dell’esercito. Flotta di velivoli ISR ​​con maggiore capacità e maggiori intervalli di standoff.

Guardrail, un aereo a turboelica basato su King Air, è diventato obsoleto sia in termini di capacità operativa che di manutenibilità. Defense News ha precedentemente riferito che l’esercito ha raggiunto un punto in cui sta tirando parti del cimitero per mantenere l’aereo in funzione.

“L3Harris sta aiutando l’esercito a espandere rapidamente le capacità dell’ISR con ARES”, ha dichiarato L3Harris, presidente dei servizi aeronautici della compagnia. “Il nostro team di progettazione, produzione e integrazione ha trasformato la cellula verde in una piattaforma iniziale dotata di sensori con una nuova tecnologia di sensori entro sei mesi”.

L’aereo è in grado di volare sopra i 40.000 piedi per un massimo di 14 ore e “può attivare” fuochi di precisione a lungo raggio per contrastare minacce lontane come “elemento chiave della rete sensore-sparatutto”.

Ares utilizza il business jet Bombardier Global 6000/6500 che può trasportare un carico utile di missione di 14.000 libbre. L’aereo può anche ospitare energia sufficiente per far funzionare i sensori a lungo raggio dell’esercito con spazio per crescere, secondo L3Harris. L’aereo potrebbe essere una piattaforma candidata per il programma High Resolution Exploitation and Detection System.

READ  VIBRAM E BROOKLYN BOULDERS ANNUNCIANO L'INNOVAZIONE DI PRODOTTO E LA PARTNERSHIP PER EVENTI

La società si è aggiudicata l’appalto per la realizzazione di ARES nel novembre 2020.

Sebbene il nome “ARES” indichi che il dimostratore tecnologico avrà la capacità per la guerra elettronica, non inizierà con la capacità e potrebbe non averla mai, ha detto a Defense News il colonnello James DeBoyer, project manager dell’esercito per gli aerei ad ala fissa. un’intervista quest’anno

L’esercito guida anche un altro dimostratore tecnico chiamato Artemis – o Air Reconnaissance e Multi-Mission Exploitation Targeting. Il servizio ha assegnato un contratto a Leidos nel novembre 2019 per integrare sensori e carichi utili nel Bombardier Challenger 650.

L’aereo è stato schierato in Europa nella tarda primavera per supportare l’esercitazione del servizio Defender e aiutare a valutare ciò che è nel regno delle potenziali capacità ISR future ad ala fissa.

Artemis ha anche partecipato all’esercitazione guidata dal volo Edge 21 a Dugway Proving Ground, nello Utah, a maggio. Sulla piattaforma sono stati valutati nuovi sensori di comunicazione.

La piattaforma ARES è più grande e ha più potenza e più capacità di carico utile di Artemis, secondo DeBoer.

“La conversazione torna su: dov’è il posto intelligente dove investire? Di quanto carico utile abbiamo bisogno? Vogliamo sempre considerare la capacità di crescere nel tempo; aggiungiamo sempre più capacità agli aerei.