Settembre 28, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Vladimir Putin mette in allerta le forze nucleari. L’attacco all’aeroporto di Kharkiv e all’impianto di rifornimento e il proseguimento dei combattimenti a Kiev; Volodymyr Zelensky accetta colloqui di pace senza precondizioni al confine tra Ucraina e Bielorussia dopo l’invito di Alexander Lukashenko; Evacuazione per inondazione del Nuovo Galles del Sud Lismore

Il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite ha votato per convocare l’Assemblea generale di 193 membri per una sessione di emergenza sull’invasione russa dell’Ucraina martedì EDT.

Il voto di lunedì per autorizzare un incontro di emergenza è stato favorevole a 11, la Russia si è opposta e la Cina, l’India e gli Emirati Arabi Uniti si sono astenuti.

Le persone si radunano a sostegno dell’Ucraina dall’altra parte della strada rispetto alla sede delle Nazioni Unite a New York.credito:AP

Quello era lo stesso voto su una risoluzione di venerdì che chiedeva a Mosca di fermare immediatamente il suo attacco all’Ucraina e di ritirare tutte le forze.

Ma in questo caso, la Russia ha usato il suo veto e la decisione è stata respinta.

L’ambasciatore dell’Ucraina presso le Nazioni Unite, Sergei Kiseltsya, ha chiesto lo svolgimento della riunione dell’Assemblea generale nell’ambito della cosiddetta risoluzione “Unione per la pace”, che è stata lanciata e adottata dagli Stati Uniti nel novembre 1950 per aggirare il veto dell’Unione Sovietica durante la guerra di Corea.

Questa risoluzione conferisce all’Assemblea Generale il potere di convocare riunioni di emergenza quando il Consiglio di Sicurezza non è in grado di agire a causa della mancanza di consenso tra i suoi cinque membri permanenti con potere di veto: Stati Uniti, Russia, Cina, Gran Bretagna e Francia.

Afferma il “genocidio”

Separatamente, l’Ucraina ha intentato una causa contro la Russia presso la più alta corte delle Nazioni Unite accusando Mosca di aver complottato un genocidio e chiedendo alla corte di intervenire per fermare l’invasione e ordinare alla Russia di pagare le riparazioni, ha affermato lunedì la corte.

READ  Il sushi del sud può brillare? La polemica sui rotoli di formaggio divide il profondo sud della Nuova Zelanda | pane

La causa depositata sabato chiede alla Corte internazionale di giustizia, con sede all’Aia, di indicare “misure provvisorie” che ordinano a Mosca di “sospendere immediatamente le operazioni militari” iniziate il 24 febbraio.

Caricamento in corso

Il caso afferma che la Russia ha lanciato la sua invasione dell’Ucraina sulla base di false accuse di genocidio nelle regioni di Luhansk e Donetsk nell’Ucraina orientale e ora sta pianificando un genocidio in Ucraina.

La corte ha affermato che l’Ucraina “nega categoricamente il verificarsi di un genocidio nelle regioni orientali” e afferma di aver intentato causa “per stabilire che la Russia non ha basi legali per un’azione in e contro l’Ucraina allo scopo di prevenire e punire qualsiasi presunto genocidio”. un permesso.

Il tribunale fisserà a breve un’udienza per esaminare la richiesta di provvedimenti provvisori. Le ordinanze del tribunale sono giuridicamente vincolanti, ma non sono sempre rispettate. Se è accertato che il tribunale è competente e la causa procede, probabilmente ci vorranno anni per giungere a una conclusione. Tuttavia, una decisione sulle cosiddette misure provvisorie potrebbe arrivare molto prima.

AP