Maggio 25, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Viaggio in Europa: Vernazza, il gioiello della Riviera Ligure

Non troverai una vacanza più gratificante della minuscola Vernazza, uno dei preferiti di Rick Steves tra i cinque paesi che compongono le Cinque Terre italiane.

Su tutta la costa mediterranea puoi cercare il miglior villaggio di campagna, circondato da vigneti e ricco di tradizione, e non trovare una vacanza più gratificante della piccola Vernazza, il mio preferito dei cinque paesi che compongono le Cinque Terre italiane.

Le Cinque Terre sono un tratto della Riviera italiana nascosto nella costa montuosa tra Genova e Pisa. Lontano dal mondo moderno, è diventato più facile raggiungere questo tratto remoto con l’avvento del treno.

Dei cinque paesi delle Cinque Terre, Vernazza, sovrastata da un castello in rovina e la cosa più vicina a un porto naturale, è il gioiello. Il treno che di tanto in tanto esce dai tunnel di montagna è l’unico promemoria che il mondo moderno esiste ancora da qualche parte. È una comunità difficile che vive lontano dal mare – e nell’ultima generazione vive delle vite dei viaggiatori che amano il mare. Le campane della chiesa dettano un ritmo calmo. Reti gialle di reti da pesca, tavoli decorati con ombrelloni, bambini con pale di plastica e una piccola flottiglia di barchette legate con boe forniscono macchie di colore. L’ipnotico rumore bianco dei bambini che giocano, i commensali felici e il ritmo delle onde accompagnano la scena.

Una strada di Vernazza collega il porto alla stazione ferroviaria prima che si confonda nei vigneti. Come le vene sulle foglie di vite, le passerelle e le scale da Main Street raggiungono questo gruppo acquoso di case che alla fine si dissolvono nelle vigne in alto. Un arcobaleno di pannelli lavati come per tenere lontane le mosche dalle coraggiose nonne che bloccano le vecchie porte.

READ  Le acrobazie e le immagini elaborate vanno di pari passo con il lavoro nel film di Bond

All’estremità alta del paese, la magra strada di accesso di Vernazza ha colpito un’ardesia, presentando un vicolo cieco per i conducenti. Non ci sono auto che entrano in questa comunità di 600 persone. Come un frangiflutti che blocca le onde in fondo alla città, il pozzo trattiene una moderna tempesta in alto. Ma il castello in rovina della città non dice più: “Più lontano”. Il frangiflutti è un ampio e attraente molo circondato da rocce, che si estende verso il mare come un dito che tenta le barche da diporto lontane.

Mentre la flotta peschereccia di Vernazza è stata ridotta a poche barche, è più probabile che i locali possiedano una barca che un’auto. Le barche sono attaccate alle boe, tranne in inverno o quando una bandiera rossa della tempesta indica mare povero. In questo caso vengono trascinati in una piccola piazza sul porto, solitamente riservata ai tavoli dei ristoranti.

La cittadina senza pretese si raccoglie intorno alla sua baia di ciottoli, dove i miserabili locali si godono un po’ d’ombra sulle panchine e i turisti si crogiolano sulle rocce. In estate, la spiaggia si trasforma in un campo da calcio, dove squadre di bar e ristoranti locali offrono intrattenimento a tarda notte.

Vernazza ha due metà. Sciuiu (in dialetto vernazzano per “fiorito”) è il lato soleggiato a sinistra mentre ci si affaccia verso l’interno, e Luvegu (“umido”) è il lato in ombra a destra. Ma da un capo all’altro, tutto è dipinto con uno dei “pastelli liguri”, come regolato da un assessore al buon gusto della giunta regionale. In cima, il castello – ora solo una torre, alcune mura di pietra spezzate e un giardino a prato – fungeva da punto di avvistamento per la città ai tempi dei pirati. Sotto il castello, un corridoio interno collegato alle case, perfetto per sfuggire agli attacchi.

READ  Un'espressione francese che potresti sentire oggi

Vale sempre la pena presentarsi nelle chiese del villaggio. La Vernazza si trova sul fronte del porto ed è insolita per il suo ingresso rivolto a est, piuttosto che per il tipico orientamento occidentale. Appese al muro dall’interno ci sono tre croci storiche portatili – repliche delle croci che (a gente del posto piace credere) un tempo furono portate in Terra Santa dalle navi di Vernazan durante le Crociate. Durante le processioni religiose, queste croci vengono smontate e portate in giro per la città.

Davanti alla chiesa, una piazzetta decorata con mosaici di rocce di fiume è un popolare ritrovo. È il luogo in cui le anziane signore della città prendono l’ultimo raggio di sole della giornata ei bambini si godono un raro appezzamento di terreno sul campo da baseball.

Passavo le serate a Vernazza seduto su una panchina a guardare la gente, con un gelato o un bicchiere di vino bianco locale (di solito prendo in prestito un bicchiere dal pub, a loro non importa). Durante una passigata (passeggiata serale), i locali serpeggiano pigramente su e giù per la Main Street mentre si esibiscono (giri). A volte mi faccio coinvolgere e faccio parte della parata al rallentatore. Nelle mie mani di gelato guardavo le persone che si affacciavano dalle finestre di edifici color pastello sbiaditi come una galleria di quadri appesi ai vecchi muri.

Essendo entrato a far parte di questa serena scena rivierasca, è molto facile buttare in mare il mio intenso itinerario ed essere totalmente in vacanza.

– Questo articolo è tratto dal nuovo libro di Rick, For the Love of Europe.

READ  La flautista Jane Rutter porta un po' d'Italia a Goulburn

Rick Steves (ricksteves.com) scrive guide europee, ospita programmi di viaggio in televisione e alla radio pubblica e organizza tournée europee. Puoi inviare un’e-mail a Rick all’indirizzo [email protected] e seguire il suo blog su Facebook.