Agosto 15, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Vaccino Covid-19: TGA tiene conto dei nuovi dati Pfizer sui booster

I funzionari sanitari hanno indicato prima della riunione cruciale sulla vaccinazione di lunedì che il lancio dei vaccini di richiamo potrebbe avvenire improvvisamente presto.

Il regolatore medico australiano prenderà in considerazione una richiesta di Pfizer di utilizzare ulteriori colpi del vaccino per migliorare la protezione contro Covid-19.

Il vice direttore medico per la salute, il professor Michael Kidd, ha dichiarato che il comitato di gestione dei beni terapeutici si riunirà lunedì per esaminare i nuovi dati forniti da Pfizer.

“Pfizer ha fornito i dati che il TGA deve considerare, e questo accadrà lunedì, se ci saranno ulteriori informazioni richieste da Pfizer, dobbiamo aspettare per vedere cosa determinerà il TGA”, ha detto sabato.

Si aspettava che il lancio del filmato migliorato fosse pronto già l’8 novembre, con priorità data all’assistenza agli anziani, all’assistenza ai disabili e agli operatori sanitari in prima linea.

Le persone che hanno ricevuto due iniezioni del vaccino Covid-19 hanno maggiori probabilità di ricevere il terzo vaccino di richiamo sei mesi dopo l’ultima.

“Non voglio anticipare ciò che deciderà il comitato, ma una volta ottenuta l’approvazione formale – se prevista dal TGA – dobbiamo anche ottenere le raccomandazioni ufficiali dell’ATAGI (Australian Technical Advisory Group on Vaccination). ),” ha affermato il professor Kidd.

TGA non ha ancora ricevuto informazioni da AstraZeneca per quanto riguarda i colpi di richiamo.

“Poiché altri vaccini sono stati approvati per l’uso in Australia, potremmo assistere a qualcosa chiamato mix-and-match con persone che potrebbero ricevere due dosi di un vaccino e una dose di richiamo di un altro”, ha detto.

“Resta da vedere cosa è raccomandato per fornire la migliore protezione e il miglior supporto nel tempo.

READ  Interruzioni di Optus in tutto il paese, guerra Russia-Ucraina continua, Joe Biden accusa Vladimir Putin per crimini di guerra, dimissioni di Peter Gutwin, aumento dei casi di coronavirus nel NSW, aumento dei casi di coronavirus nel Victoria, azione Vanguard prima delle elezioni del 2022

“È chiaro che TGA e ATAGI stanno dando seguito alla ricerca in corso in tutto il mondo con un certo numero di questi vaccini, ma anche all’esperienza di vita reale che sta accadendo anche in altri paesi, il che aiuterà a formulare raccomandazioni future”.

Il professor Kidd ha affermato che i booster sono principalmente destinati a rallentare la diffusione del virus.

“Ci sono poche prove in questo momento che la protezione contro le malattie gravi diminuisca nel tempo in coloro che ricevono un doppio vaccino”, ha affermato.

“Ma quello che sappiamo è che i livelli di anticorpi diminuiscono nel tempo e c’è il rischio di un’infezione rivoluzionaria poiché le persone vaccinate possono essere infettate ed essere a rischio di trasmettere il COVID-19 ad altri”.

Le terze dosi di vaccini Covid-19 sono già state offerte agli australiani con un’immunità gravemente indebolita.

Ma le autorità hanno affermato che queste dosi non sono state necessariamente definite come booster, perché hanno lo scopo di aumentare il livello di protezione in queste persone, allo stesso livello di altre che necessitano solo di due dosi.

Circa l’86,4% degli australiani di età pari o superiore a 16 anni ha ricevuto una singola dose del vaccino contro il Covid-19 e il 72,5% è completamente vaccinato.

Il Nuovo Galles del Sud ha guidato il paese con oltre l’80% dell’intera popolazione dello stato vaccinata.

Anche Victoria aveva numeri elevati, con oltre il 70% di loro completamente vaccinati.

Queensland, South Australia, Northern Territory e Western Australia non hanno ancora raggiunto l’80% nelle prime dosi e il 70% nelle seconde dosi.