Giugno 16, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Vaccino Covid-19 a disposizione del personale italiano in USAG Italia

L’esercito statunitense e gli esperti sanitari italiani hanno vaccinato circa 400 lavoratori italiani il 25 maggio a Casarma Eder.

Pfizer ha ricevuto la prima dose del vaccino Covit-19 presso il centro sanitario militare statunitense di Vicenza, sospirando da dietro le maschere dei lavoratori italiani che lavoravano sia alla Caserma Ederle che alla Caserma del Tin.

Il tenente colonnello Kelly Togiola, vice comandante infermieristico presso USAHC-Vicenza, ha detto che coordinare gli sforzi tra gli Stati Uniti e le organizzazioni sanitarie italiane non è stato un compito facile.

“Quando ci riferiamo alla comunità militare vicentina, permettiamo ai nostri omologhi italiani di fare da scemo o andarsene”, ha detto Tojiola. “Molti italiani che lavorano in Caserma lavorano qui da decenni. Sono un elemento della nostra comunità. ”

La pianificazione è iniziata all’inizio del 2021, con l’arrivo delle prime cento dosi di vaccini per i primi soccorritori statunitensi e per il personale in servizio attivo essenziale, ha affermato. Soldati, civili e familiari sono stati i primi a ricevere il vaccino.

Allo stesso tempo, professionisti della salute americani e italiani hanno lavorato per aggiungere personale italiano al vaccino. Dietro le quinte di questa complessa impresa c’erano il personale del Garrison Defense Office, l’ASL ULSS8 Perica, l’Ospedale San Portolo di Vicenza, le ambasciate e gli studi legali statunitensi.

Secondo Pavlo Veneer, coordinatore per la sicurezza e la salute sul lavoro di USAG Italia, tutte le aziende si stanno muovendo verso l’immunità di gregge, in modo più efficace, rispettando gli standard sui vaccini statunitensi e italiani.

“Abbiamo dovuto valutare tutti gli aspetti della giornata. Abbiamo dovuto capire quanti abitanti del posto dovevano essere vaccinati. Abbiamo dovuto determinare il loro programma di lavoro perché molti erano a turni”, ha detto Venier. Abbiamo adottato la stessa tecnica del componenti. ”

READ  Euro 2020: La notte perfetta per l'Italia e fuori come 'mandare messaggi' ai concorrenti

Il coordinamento è coinvolto nel soddisfare vari requisiti legali. Molti numeri di vaccinazioni sono stati presentati in anticipo alle autorità sanitarie italiane, che hanno prodotto le cartelle elettroniche mobili di ogni italiano vaccinato all’interno del proprio sistema sanitario. Era presente anche un medico italiano per supervisionare le vaccinazioni

Due mesi di pianificazione e dettagli sono un processo regolare il giorno della vaccinazione. I volontari della Croce Rossa americana e del capitolo Vigenza sulla disciplina a Malta hanno aiutato il personale medico. Un secondo gruppo di personale italiano verrà vaccinato all’inizio di giugno.

Tojiola ha detto che l’epidemia non era diversa per i cittadini americani o per i cittadini italiani.

“Con questa collaborazione, mi sento come se stessimo camminando insieme, che è la fine dell’epidemia e vaccinando il nostro personale italiano”, ha detto Tojiola. “Loro (gli italiani) sono una parte di noi. È nostro dovere proteggerli e agire attraverso circoli legali e burocrazia perché siamo uno in questo. ”

Data presa: 05.25.2021
Data di rilascio: 05.27.2021 10:29
ID storia: 397558
Posizione: Vicenza, I.T.
Città natale: Vicenza, I.T.

Visualizzazioni web: 2
Download:

Dominio pubblico