Febbraio 5, 2023

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Un’escursione alle origini della polizia scientifica negli archivi della Gironda

Entrato come semplice impiegato, Alphonse Bertillon istituirà il primo servizio di identificazione giudiziaria al mondo nel 1893.

Dott

sullo stesso argomento


Le impronte digitali sono state prese 120 anni fa.  Grazie (o torto?) a Bertillon

Le impronte digitali sono state prese 120 anni fa. Grazie (o torto?) a Bertillon

“La scienza all’inseguimento del crimine – Alphonse Bertillon, pioniere degli esperti di polizia” è la nuova mostra che sarà esposta negli archivi amministrativi della Gironda dal 12 dicembre 2022 al 2 aprile 2023. Il 17 ottobre 1902, Bertillon fu il primo risolvere un crimine grazie alle sue minuscole impronte digitali. Questo è il certificato di nascita della Polizia Scientifica… e l’inizio del rilevamento delle impronte digitali

Nel 1893, all’interno del dipartimento di polizia di Parigi, creò il primo servizio di identificazione forense al mondo. Pierre Piazza, Docente di Scienze Politiche e Coordinatore Scientifico della mostra “Science in Crime”.. Qui troviamo i metodi, gli strumenti e la logica che ha sviluppato per poter, per la prima volta, identificare con certezza un individuo. »

Pierre Piazza, coordinatore scientifico della mostra
Pierre Piazza, coordinatore scientifico della mostra Science in Pursuit of Crime, e Agnes of the Vatican, direttrice degli Archivi della Gironda, mercoledì 14 dicembre.

gw. B.

Leggi antiterrorismo, dati biometrici, raccolta dati… primo visitatoree Forse il secolo ha l’impressione di vivere nell’era di “ogni osservatore”. Vagare sotto le volte dell’archivio è la promessa di aprire una nuova prospettiva su questo straordinario fenomeno attuale tornando alle sue origini… dalla fine del XIX secolo.e secolo.

Tabella completa delle forme del naso elaborata dal Servizio di identità giudiziaria di Parigi.  Primi del Novecento.
Tabella completa delle forme del naso elaborata dal Servizio di identità giudiziaria di Parigi. Primi del Novecento.

Dipartimento di polizia scientifica e tecnica di Parigi

Le “coordinate” del corpo

Pierre Piazza sottolinea che “c’è una data molto importante per comprendere la nascita del ‘Bertillonage’, è la legge del 27 maggio 1885 sulla recidiva e la recidiva”. D’ora in poi, un secondo condannato, una colonia penale, in Guyana o in Nuova Caledonia. Ma come confondere coloro che mentono sulla loro identità? È questa equazione che verrà risolta da una persona che è entrata nel PP come semplice dipendente.

Fotografie di operazioni relative a varie antropometriche.  Fine Ottocento - inizio Novecento.
Fotografie di operazioni relative a varie antropometriche. Fine Ottocento – inizio Novecento.

Collezione Pietro Piazza

La sua idea: i nostri corpi hanno “coordinate” uniche, se ne definiamo abbastanza. Due persone possono avere la stessa taglia o lo stesso colore degli occhi. Ma se prendiamo in considerazione la lunghezza e la larghezza della testa, la misura dei piedi, del busto e delle braccia… otteniamo una serie di 14 misure che definiscono un solo individuo su 286 milioni! È impossibile fingere di essere qualcun altro una volta che questi dati sono stati raccolti, classificati, conservati e razionalizzati dalla macchina amministrativa e giudiziaria messa in piedi dalla malavita.

La fotografia del banner viene applicata presso la sede del Servizio parigino di identità giudiziaria.  Primi del Novecento.
La fotografia del banner viene applicata presso la sede del Servizio parigino di identità giudiziaria. Primi del Novecento.

Servizio di polizia provinciale tecnica e scientifica di Parigi

“I quattro pilastri del suo metodo sono l’antropometria – antropologia forense – ma anche la fotografia forense, la registrazione delle cicatrici corporee (tatuaggi, cicatrici, segni lasciati dall’uso di uno strumento, che permettono di riconoscere il mestiere dell’operaio) e la descrizione descrittiva “, enumera Pierre Piazza.

“Il metodo di Bertillon porta con sé la creazione di una carta d’identità. Ovvero l’osservazione e la registrazione sistematica dei Rom”

Bertillon aveva anche la particolarità di essere stato il primo a risolvere un caso confrontando un’impronta digitale con quella di un sospetto. E anche come esperto di grafologia… che gli frutterà un grande fallimento nel caso Dreyfus – sbaglia, definendolo uno “pseudo-scienziato”.

“Monsieur Bertillon è depositato davanti alla corte marziale di Rennes”, supplemento illustrato al Petit Magazine, 10 settembre 1899.

Collezione Pietro Piazza

Pezzi eccezionali

Questa è la storia che racconta la mostra d’archivio. Tutto ciò che le interessa è farlo non sotto forma di copione, ma offrendo pezzi eccezionali. Qui ha registrato le impronte dei palmi dei membri della banda di Bono. Lì, sull’albo dei guerriglieri anarchici, una fotografia del girondino Élysée Reclos, allora in odore di dubbio.

Pierre Piazza, coordinatore scientifico della mostra
Pierre Piazza, coordinatore scientifico della mostra “La scienza all’inseguimento del crimine” presso l’Archivio provinciale della Gironda, durante la sua inaugurazione mercoledì 14 dicembre.

gw. B.

Perché lo strumento poliziesco trovò ben presto un uso politico per il controllo sociale, come appare alla fine della mostra: “Il metodo di Bertillon porta con sé la creazione della carta d’identità, resa obbligatoria da Vichy nel 1940. Ovvero la sorveglianza regolare e registrazione dei rom e dei beduini dal 1912”, analizza Pierre piazza.

Un agente del Dipartimento dell'Identità Giudiziaria di Parigi rivela impronte digitali su una fiala di vetro.  Primi del Novecento.  Bertillon inventa le polveri.
Un agente del Dipartimento dell’Identità Giudiziaria di Parigi rivela impronte digitali su una fiala di vetro. Primi del Novecento. Bertillon inventa le polveri.

Dipartimento di polizia scientifica e tecnica di Parigi

Era del tutto naturale presentare la “scienza alla ricerca del crimine” a Parigi e Herault, al pubblico di Bordeaux. “È una delle prime città in cui questi metodi sono stati diffusi e insegnati, prima che arrivassero in tutto il mondo, da Monsieur Despojol”, dice il “commissario” Piazza.

Su uno dei documenti mostrati, ammettiamo un tribunale Hotel Lalandche include oggi Museo delle Arti Decorative e del Design. Poi c’era il carcere municipale per marinai e prostitute (altri gruppi da “guardare”) e c’era uno spettacolo di telecamere subacquee per l’analisi della scena del crimine. Utile per aumentare l’altezza. Una tale fiera.

Immagine illustrativa di una macchina fotografica
Illustrazione di una macchina fotografica “da immersione” scattata nel piazzale del servizio antropometrico di Bordeaux (1911) e fotografia di un cadavere scattata con il dispositivo “da immersione” inventato da Alphonse Bertillon il 9 dicembre 1914.

Archivi di Bordeaux Metropole e Archivi della Prefettura di Parigi

confortevole

Fino al 2 aprile 2023 Presso gli archivi dipartimentali della Gironda, 72, Balguerie-Stuttenberg studia a Bordeaux. Ingresso libero e gratuito per tutti. Dal lunedì al venerdì: dalle 9:00 alle 17:00 Sabato e domenica: dalle 14:00 alle 18:00
Tour martedì alle 15:00, venerdì alle 10:00, sabato alle 16:30 e domenica alle 14:30 e 16:30.
animazione La domenica alle 15:30 e il mercoledì durante le vacanze scolastiche alle 15:00.
Informazioni su Archivi. gironda.fr

READ  Covaxin, un vaccino indiano a base di Covid - Salute