Ottobre 6, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Una ricomparsa “unica” a Monza potrebbe avere un impatto sul weekend del GP d’Italia

Tra le curve 1 e 2, le curve 4 e 5 e le curve 8 e 10, la pista è riorganizzata in tre chicane.

Insolitamente il lavoro non copre l’intera larghezza della pista, il che significa che in alcuni punti i piloti possono virare fuori dalla traiettoria e su un diverso tipo di superficie.

“Beh, è ​​davvero unico perché non so se l’hai visto, ma in realtà hanno ricreato la linea di corsa”, ha detto Russell del lavoro di riproduzione.

“Quindi non hanno ricostruito l’intero circuito. Ad un certo punto non lo hanno ricostruito completamente da sinistra a destra. In effetti, era largo forse quattro metri.

“Quindi non so cosa farà alla gara, se hai due diversi tipi di asfalto, uno è se sei sulla linea di gara e se sei fuori o dentro, ci saranno meno o più presa. .

“Quindi dovremo aspettare e vedere come andrà a finire, e ovviamente proverò quella linea ampia per avere un’idea.

“Ma in generale sui circuiti più morbidi, nel nostro caso non aiuta perché quando si arriva su questo asfalto sconnesso e aperto, molta energia passa attraverso le gomme e si lavora molto su di esse. Semmai probabilmente funziona contro noi.”

George Russell, Mercedes AMG, 2° posto, alla conferenza stampa

Foto: Film sugli sport motoristici

Alla domanda sul perché la Mercedes si comporti meglio in gara che in qualifica, Russell ha ammesso che la gestione degli pneumatici e la superficie della pista giocano un ruolo chiave.

“Questa è una domanda molto, molto grande”, ha detto. “Penso che dopo 15 gare stiamo ancora cercando di capire, inoltre penso che non ci siano dubbi sul fatto che siamo molto bravi nella gestione della temperatura delle gomme.

READ  Esercito dei Candidati: Consiglieri interessati durante le elezioni comunali italiane
leggi di più:

“Probabilmente giocherà contro di noi in qualifica, quelle vetture di centrocampo, naturalmente in grado di indurre temperature elevate nelle gomme, possono andare più lente nei loro giri, danneggiare la gomma, e possono comunque avere più prestazioni in un solo giro.

“Dove vedi regolarmente con noi, i nostri giri finali devono essere molto veloci per alzare la temperatura e quindi danneggiamo la superficie della gomma. Ecco perché siamo indietro in qualifica.

“Ma è solo una teoria. Non abbiamo ancora molte prove a sostegno di questa argomentazione”.