Febbraio 8, 2023

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Una raccolta di libri di sport ha plasmato la vita del regista Larry Foley

Tutti noi abbiamo qualcosa – o da qualche parte – che fa scattare la serotonina solo per essere tenuti in braccio o visti: i boschi in cui sei cresciuto giocando a nascondino, la collezione di bambole Barbie degli anni ’50, l’armadio pieno dei vecchi tagliabiscotti di rame di tua madre, la stanza a casa tua che ti fanno sentire tranquillo. Le mie cose preferite invita i residenti dell’Arkansas nordoccidentale a condividere quelle cose o luoghi speciali che portano loro gioia.

Larry Foley è un regista di documentari, professore e presidente della School of Journalism and Strategic Media dell’Università dell’Arkansas. Appena tornato dal semestre autunnale trascorso in Italia, dove ha insegnato presso il Centro di Roma dell’UA ed è stato ricercatore presso la School of International Education. Foley è il vincitore di otto Emmy Awards centroamericani, è inserito nella Fayetteville Schools Hall of Honor, nella Lemke Hall of Journalism ed è membro del Central American Emmy Silver Circle alla carriera. I suoi documentari includono “Indians, Outlaws, Marshals and the Hangin’ Judge”, https://news.google.com/__i/rss/rd/articles/ “Children of Spring” e “If This March Could Talk”, che ha è ora Nella produzione di “Cries From the Cotton Field”, la storia di immigrati italiani che arrivarono nel sud-est dell’Arkansas alla fine del 1800 per lavorare nella piantagione di cotone di Sunnyside – e in seguito fondarono la comunità di Tontitown con padre Pietro Bandini, un ex gesuita sacerdote.

“È una commovente storia di fede e difficoltà, perdono e resilienza”, afferma Foley. “Ho bisogno di raccogliere fondi fino alla fine, parliamone!”

Quando gli è stato chiesto delle sue collezioni di “le mie cose preferite”, Foley ha detto che non collezionava nulla adesso, anche se da ragazzo amava collezionare figurine di baseball. What He Does Treasure” è una serie completa (24) di libri sportivi di Chip Hilton, scritti per i giovani lettori dal leggendario allenatore di basket Claire B. negli anni ’50 e ’60.

READ  La stella del Chelsea Christian Pulisic Adamant si unisce al Manchester United

“Quando i libri sono usciti di stampa, me ne mancavano ancora alcuni”, dice. Nel corso del tempo, mia sorella Dana, che ora vive a Carrollton, in Texas, si è presa la responsabilità di cercare su eBay Chip Hilton in ottime condizioni.Per diversi anni, il giorno del mio compleanno o a Natale, mi ha regalato un libro che mi mancava. Ha guardato io divoro i libri con entusiasmo quando ero bambino e ho capito che avevo rinunciato a finire il set”.

Qui, Foley parla del suo gruppo:

Come/Quando/Perché ho iniziato la raccolta: ho ricevuto il mio primo libro, “Freshman Quarterback”, al Bercher Mart di Fort Smith il 27 novembre 1964. Lo so perché ho messo la data sulla copertina interna. Il mio libro successivo, “Championship Ball”, mi è stato regalato da mia nonna il 16 gennaio 1965. Ho inserito la data e l’ho firmato, “Mo Mo Spillers”.

Cosa ti piace di questi articoli? Quei libri hanno plasmato la mia vita. Mi sono innamorato della lettura e dello sport. Mi hanno insegnato inconsciamente come le storie sono strutturate e raccontate e che le storie migliori sono guidate da personaggi interessanti. E rimettermi in forma, sono diventato uno scrittore, a volte scrivendo storie e girando film sullo sport.

Qual è l’articolo più costoso del gruppo? Mi chiedevo se la mia collezione vale qualcosa. Non importa, non cedo a loro. Non sono mai riuscito a convincere i miei figli oi miei figli a leggerlo, quindi spero che trovino una buona casa quando me ne sarò andato.

La tua raccolta è terminata o in corso? è finita.

C’è una balena bianca che stai cercando? Ho anche diversi libri di coaching di Claire B., la sua autobiografia di Dennis Gildea (2013), pubblicata dalla University of Arkansas Press, Hop Crazy: The Lives of Claire B. e Chip Hilton.

READ  La Ferrari LaFerrari da 5 milioni di dollari dimostra le sue credenziali da supercar alla Charlotte Auto Fair dal 7 al 10 aprile

Cosa dicono le persone del tuo gruppo? Ho diversi amici che hanno letto Chip Hilton crescendo, tra cui Rick Stockdale, David Grace e Craig Swanson, tutti di Fayetteville. Stockdell sta ancora collezionando ed è vicino al completamento della sua raccolta. Mi ha detto che legge ancora libri. Non sono.

Cos’altro raccogli? Sceneggiature dai miei documentari. Spero un giorno di renderli obbligatori per trasferirsi nella mia famiglia.

Collezioni qualcosa di divertente o hai una stanza in casa che ti rende più felice? Invia un’e-mail a Becca Martin Brown, Features Editor, all’indirizzo [email protected]www.waonline.com.

Foley dice di aver ricevuto il suo primo libro da Chip Hilton, “Freshman Quarterback”, al Bercher Mart di Fort Smith il 27 novembre 1964. “Lo so perché ho messo la data sulla copertina interna”. Il suo libro successivo, “Championship Ball”, gli fu regalato da sua nonna il 16 gennaio 1965. “Sono passato alla storia e l’ho firmato”, Mo Mo Spillers. (Foto di cortesia)
Foto Foley dice di aver ricevuto il suo primo libro da Chip Hilton, “Freshman Quarterback”, al Bercher Mart di Fort Smith il 27 novembre 1964. “Lo so perché ho messo la data sulla copertina interna”. Il suo libro successivo, “Championship Ball”, gli fu regalato da sua nonna il 16 gennaio 1965. “Sono passato alla storia e l’ho firmato”, Mo Mo Spillers. (Foto di cortesia)
Foto Foley dice di aver ricevuto il suo primo libro da Chip Hilton, “Freshman Quarterback”, al Bercher Mart di Fort Smith il 27 novembre 1964. “Lo so perché ho messo la data sulla copertina interna”. Il suo libro successivo, “Championship Ball”, gli fu regalato da sua nonna il 16 gennaio 1965. “Sono passato alla storia e l’ho firmato”, Mo Mo Spillers. (Foto di cortesia)
Foto Foley dice di aver ricevuto il suo primo libro da Chip Hilton, “Freshman Quarterback”, al Bercher Mart di Fort Smith il 27 novembre 1964. “Lo so perché ho messo la data sulla copertina interna”. Il suo libro successivo, “Championship Ball”, gli fu regalato da sua nonna il 16 gennaio 1965. “Sono passato alla storia e l’ho firmato”, Mo Mo Spillers. (Foto di cortesia)
Foto Larry Foley è un regista di documentari, professore e presidente della School of Journalism and Strategic Media dell’Università dell’Arkansas. Quando gli è stato chiesto delle sue collezioni di “le mie cose preferite”, Foley ha detto che non collezionava nulla adesso, anche se da ragazzo amava collezionare figurine di baseball. What Treasure Does” è un set completo (24) di libri sportivi di Chip Hilton, scritti per i giovani lettori dal leggendario allenatore di basket Claire B. negli anni ’50 e ’60. (Immagine cortesia)