Gennaio 25, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Una frana ha colpito la miniera di Jashmeh in Myanmar, uccidendo almeno una persona e intrappolandone decine

Una frana in una remota miniera di giada nello stato Kachin, nel nord del Myanmar, ha ucciso una persona e ha lasciato almeno 70 dispersi.

I rapporti erano scarsi dalla regione di Hpakant, che è il centro della più grande e redditizia industria mineraria della giada al mondo.

È un’area in cui sono scoppiati scontri intermittenti tra l’esercito birmano e le forze della guerriglia etnica.

Più di 70 minatori che stavano scavando alla ricerca di giada sono finiti in un lago due ore prima dell’alba quando la frana ha colpito mercoledì, ha detto Niu Zhao, un funzionario del Gayonar Rescue Team, che ha coordinato lo sforzo.

Ha detto che lo sporco e i rifiuti di diverse miniere intorno al villaggio di Longin sono scivolati per 60 metri lungo un pendio e hanno colpito i minatori.

Niu Zhao ha detto che il corpo dell’operaio di giada era stato tirato fuori dal fango pesante entro mezzogiorno.

“Circa 150 soccorritori e vigili del fuoco stanno cercando nella zona e finora abbiamo trovato il corpo del minatore di giada e stiamo continuando a trovarne altri”, ha detto Niu Zhao.

La gente sta sull'orlo dell'abisso in cerca di gente
Un funzionario ha detto che lo sporco e i rifiuti di diverse miniere sono scivolati da una scogliera e hanno colpito i minatori.(AP)

Hpakant è una zona montuosa e remota nello stato di Kachin, 950 chilometri a nord di Yangon, la città più grande del Myanmar.

Il cessate il fuoco nella regione è in fase di stallo dal colpo di stato del 1° febbraio che ha cacciato Aung San Suu Kyi e il suo governo eletto.

Ha alcuni dei giacimenti di giada più ricchi al mondo, il che rende l’industria un focolaio di corruzione.

L’esercito ha affermato di aver chiuso l’estrazione di giada a Hpakant, ma alcune aziende operano illegalmente.

Le miniere sono anche una delle principali fonti di reddito per l’Esercito per l’Indipendenza Kachin, un gruppo armato di etnia Kachin con sede nello Stato di Kachin.

La sicurezza riguarda le miniere di giada della peste

I membri della squadra di soccorso cercano persone scomparse nell'area della miniera di giada
Dopo il crollo ne mancano decine.(AP)

Secondo un funzionario di un gruppo della società civile di Hpakant, che ha chiesto di non essere nominato per paura della sua incolumità, da 20 a 50 compagnie minerarie operano in miniere illegali.

La sicurezza è sempre stata una preoccupazione e le sospensioni delle licenze negli ultimi anni hanno fatto precipitare l’estrazione artigianale in condizioni peggiori.

Il 3 luglio 2020 almeno 162 persone sono morte in una frana nella stessa zona, mentre un incidente nel novembre 2015 ha provocato la morte di 113 persone.

In quel caso, le vittime sono morte quando una montagna alta 60 metri è crollata dal suolo e i rifiuti scaricati da diverse miniere nel cuore della notte hanno coperto più di 70 capanne in cui dormivano i minatori.

Le persone stanno aspettando che i soccorritori finiscano la loro ricerca nell'area mineraria della giada
I minatori di solito sono lavoratori autonomi e si stabiliscono vicino a cumuli di terra.(AP)

Le vittime di tali incidenti sono di solito minatori indipendenti che si stabiliscono vicino a giganteschi cumuli di terra scartata scavati da macchinari pesanti.

I liberi professionisti alla ricerca di pezzi di giada di solito lavorano e vivono in pozzi minerari abbandonati alla base di cumuli di terra, che diventano particolarmente instabili durante la stagione delle piogge.

La maggior parte degli Zabbaleen sono migranti non registrati provenienti da altre regioni, il che rende difficile determinare quante persone siano effettivamente scomparse dopo tali incidenti e in molti casi lasciando i parenti dei morti nei loro villaggi d’origine ignari del loro destino.

AP

READ  Un uomo neozelandese ha minacciato di essere perseguito per i disegni di fori del pene | Nuova Zelanda