Luglio 31, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Una donna ha iniziato un volo Delta per aver rifiutato una maschera facciale

Una donna della Florida è stata arrestata dopo aver presumibilmente rifiutato di indossare una maschera facciale su un volo Delta Airlines negli Stati Uniti, quindi avrebbe sputato sui passeggeri mentre la polizia l’ha tirata giù dall’aereo.

Adelaide Schrang, 23 anni, è accusata di aver provocato una scenata sul volo mercoledì scorso quando l’aereo si è fermato a un cancello dell’aeroporto internazionale della Florida sudoccidentale, secondo un rapporto di arresto ottenuto dalla WWSB.

Il rapporto di arresto afferma che la polizia è stata chiamata dopo che Schrwang ha ignorato gli ordini del capitano e degli assistenti di volo di far atterrare l’aereo.

Il comportamento indisciplinato sarebbe continuato quando è arrivata la polizia.

Secondo i rapporti, il filmato mostra il momento in cui la signora Schrwang è stata prelevata dall’aereo all’aeroporto internazionale della Florida sudoccidentale. L’equipaggio della compagnia aerea ha comprensibilmente detto che era una seccatura poiché l’aereo si è seduto al gate, si è rifiutato di indossare una maschera, ha litigato con gli assistenti di volo e ha sputato sugli altri passeggeri.

La donna avrebbe gridato agli agenti e sputato ad altri passeggeri mentre lottava con le autorità che alla fine sono riuscite a farla scendere dall’aereo.

Sherwang, di Sarasota, ha il compito di resistere all’ufficiale, sconfinare e interferire con le operazioni degli aerei.

La US Transportation Security Administration richiede a tutti i passeggeri di indossare maschere sugli aerei fino a settembre 2021.

La regola afferma che “la TSA richiede a tutti gli operatori aeroportuali, operatori aerei, vettori aerei stranieri, proprietari e operatori di trasporto di superficie di garantire che tutti i lavoratori e i passeggeri indossino maschere facciali al chiuso per prevenire un’ulteriore diffusione di COVID-19 e facilitare viaggi sani e sicuri”.

READ  Lytton è in fiamme al 90% mentre gli incendi boschivi continuano a provocare il caos

Questo articolo è apparso originariamente su New York Post È stato ripubblicato con il permesso