Novembre 30, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Una calda destinazione turistica a Bali che cerca di riaprire le sue porte ai turisti stranieri in mezzo alla pandemia di Covid

Ci sono preparativi per consentire ai turisti di tornare nella popolare destinazione turistica da ottobre, ma solo per quelli provenienti da paesi selezionati.

La popolare destinazione turistica ha annunciato che sta cercando di riaprire i suoi confini ai visitatori stranieri da ottobre, ma solo a quelli provenienti da paesi selezionati.

Il ministro degli affari marittimi e degli investimenti Luhut Pandjetan ha detto ai media venerdì che sono in corso i preparativi per consentire all’isola di accogliere nuovamente i turisti.

“Data la tendenza attuale, siamo molto fiduciosi di poter aprire Bali entro ottobre”, ha affermato, rilevando il calo delle infezioni da COVID-19 in Indonesia.

All’inizio, cercherai solo di accogliere i paesi che hanno una bassa prevalenza di Covid-19 come Corea del Sud, Giappone, Singapore e Nuova Zelanda.

Luhut ha affermato che questi visitatori dovranno ancora essere messi in quarantena.

L’Australia potrebbe unirsi alla lista se raggiunge il suo obiettivo di vaccinare completamente l’80% dei suoi cittadini entro novembre.

Al 19 settembre, almeno il 46 per cento degli australiani era stato accoltellato due volte.

Attualmente, l’Indonesia consente l’ingresso nel Paese solo ai cittadini stranieri in possesso di visti diplomatici o di lavoro o che possono beneficiare di altre esenzioni.

L’apertura di Bali era prevista per luglio di quest’anno, ma il forte aumento del numero di casi ha bloccato i piani.

Oltre 50.000 nuovi casi di COVID-19 sono stati registrati ogni giorno al culmine dell’epidemia a luglio.

Tuttavia, dopo che le infezioni giornaliere sono diminuite di circa il 95%, i funzionari questa settimana hanno allentato le restrizioni sui residenti locali.

secondo Tempi strettiSono stati lanciati anche vaccini con il 96% della popolazione target che già riceve le prime dosi.

READ  Il Myanmar libera il giornalista statunitense Danny Finster in carcere nonostante le sue condanne per violazione del Terrorism Act

Riguardo a quali parti del Paese si apriranno per prime agli stranieri, Luhut ha detto che Bali sarebbe il punto di partenza.

“Non abbiamo fretta di rendere l’Indonesia aperta al 100% (a tutti i visitatori stranieri)”, ha detto ai media venerdì.

Prima della pandemia, Bali ha attirato oltre sei milioni di arrivi di turisti stranieri solo nel 2019, con turisti australiani e cinesi che rappresentano oltre la metà del totale.

il paese nel suo insieme Combatti con uno dei peggiori casi dell’epidemia di coronavirus In Asia, da agosto ha registrato più di 3,9 milioni di casi e 120.000 morti.

Passaporti vaccini in Australia

L’idea di un passaporto per i vaccini è stata segnalata come un modo per l’Australia di tornare alla vita normale da funzionari sanitari e governativi. Sarà un documento rilasciato dal governo che dimostrerà che una persona è stata vaccinata contro Covid-19 e altri virus.

Potrebbe anche consentire agli australiani di viaggiare liberamente tra gli stati nonostante i blocchi e le epidemie e di partecipare a riunioni di famiglia e grandi eventi sportivi in ​​pista.

Sebbene la vaccinazione non sia obbligatoria in Australia, lo schema potrebbe offrire maggiori incentivi per vaccinare tra i timori che alcuni anziani australiani esitano e “acquistano il vaccino” ritardando i loro scioperi per attendere altre alternative.

Il primo ministro Scott Morrison ha annunciato l’opzione del passaporto vaccinale a maggio, segnalando una serie di nuove libertà di viaggio per gli australiani completamente vaccinati.

“L’abbiamo visto funzionare in altri paesi, e penso che sia il tipo di cosa che potrebbe essere utilizzata specificamente per consentire agli australiani vaccinati di spostarsi in Australia”, ha affermato Morrison.

READ  'Non credevano che arrivassero i soccorsi': Un mese dopo lo tsunami di Tonga - in foto | Tonga

“Penso che il prossimo passo sia fattibile, perché l’Australia, con i nostri confini internazionali in aumento, significa che gli australiani vaccinati saranno in una situazione molto meno rischiosa quando ci saranno restrizioni sugli australiani che si spostano verso i trasporti pubblici, vanno al cinema o vanno a calcio O qualunque cosa possano fare… riunioni di famiglia.