Febbraio 3, 2023

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Un uomo accusato di aver ucciso Toya Cordingly dice alla corte che vuole combattere l’accusa in Australia

Un uomo accusato di aver ucciso la donna del Queensland Toyah Cordingley ha detto a un tribunale indiano che vuole affrontare l’accusa in Australia.

L’ex infermiere del Queensland Rajwinder Singh ha rilasciato martedì la sua prima dichiarazione ufficiale davanti al tribunale distrettuale di Delhi, dicendo che voleva essere estradato il prima possibile per contestare l’accusa.

Singh, 38 anni, sta affrontando un caso di estradizione dall’Australia all’India per l’uccisione della signora Cordingley nel 2018.

La polizia lo accusa di essere fuggito in India poche ore dopo la sua morte, dicendo che si era nascosto per quattro anni nello stato settentrionale del Punjab.

A novembre, la polizia del Queensland ha annunciato una ricompensa di 1 milione di dollari per informazioni sul caso e più tardi quel mese Singh è stato arrestato dalle autorità indiane.

Il signor Singh è comparso in tribunale martedì con un avvocato del Legal Aid e ha rilasciato la sua dichiarazione sul banco degli imputati apparendo calmo e chiedendo agli avvocati il ​​processo che sta affrontando.

Rajwinder Singh con le mani dietro di lui dopo essere stato arrestato per l'omicidio di Toya Cordingley
Rajwinder Singh è stato arrestato per l’omicidio di Toya Cordingley nel novembre dello scorso anno.(Fornito: polizia di Delhi)

Il giudice esaminerà ora la dichiarazione del signor Singh e, se accetterà di consegnarla, la domanda verrà inoltrata al governo indiano.

Quindi il ministero indiano degli affari esteri prenderà una decisione sull’estradizione.

ABC capisce che se approvato, il signor Singh potrebbe andare in Australia entro un mese e al più tardi entro la fine di febbraio.

La decisione del signor Singh di accettare l’estradizione è una vittoria importante per le autorità australiane che vogliono che sia processato il prima possibile.

Se si fosse opposto all’estradizione, la risoluzione del caso avrebbe potuto richiedere anni nel sistema giudiziario indiano, che aveva più di 50 milioni di casi pendenti nel 2022.

Il signor Singh è un cittadino australiano di origine indiana e sua moglie e tre figli vivono in Australia.

Singh dovrebbe comparire di nuovo in tribunale venerdì.

READ  Il prossimo leader di Samoa afferma che il piano dei porti cinesi non è realistico e continuerà a esercitare pressioni sull'Australia sul cambiamento climatico