Maggio 21, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Un secondo mandato per il presidente Macron sarà una buona notizia per l’eurozona

venerdì 18 febbraio 2022 06:00

Emmanuel Macron è in testa nella maggior parte dei sondaggi di opinione. (Foto di Hannibal Hanschke – Pool/Getty Images)

Sebbene il presidente Macron non abbia ancora dichiarato ufficialmente che si candiderà per un secondo mandato, l’annuncio è atteso da un giorno all’altro. La maggior parte dei sondaggi d’opinione lo mette al primo posto. È seguito da tre candidati che non li separano molto, tra cui Valerie Pecres, la candidata del Partito Repubblicano conservatore, e due candidati dell’estrema destra.

Le probabilità sono a favore del secondo ballottaggio tra Emmanuel Macron e il candidato conservatore o di estrema destra, con i sondaggi che indicano una comoda vittoria per l’incumbent al secondo turno.

Pertanto, i mercati non si aspettano un esito improvviso e rischioso, ma si preparano a Macron per vincere un altro mandato, un risultato che sarà positivo per i mercati obbligazionari e azionari dell’Eurozona. Un secondo mandato per il presidente Macron potrebbe rassicurare i mercati obbligazionari sovrani, che negli ultimi giorni stanno scontando mosse più aggressive da parte della Banca centrale europea verso la normalizzazione della politica monetaria.

I mercati hanno risposto con una maggiore volatilità alle aspettative di stretta monetaria. Pochi giorni dopo la riunione della Banca Centrale Europea, il rendimento del titolo biennale tedesco ha raggiunto il suo punto più alto dal 2015, di nuovo al di sopra dei livelli pre-Covid e addirittura riprendendosi dal calo registrato da quando la BCE ha lanciato il quantitative easing nel marzo 2015.

In un altro sviluppo preoccupante, lo spread tra i titoli a 10 anni e i BTP (titoli di Stato italiani) a 10 anni è salito a 160 punti base all’inizio di febbraio, il livello più alto dal terzo trimestre del 2020. Mentre il divario tra il maggiore e il la terza – le maggiori economie Nell’eurozona non in zona di pericolo a questi livelli, evoca brutti ricordi: nel 2011, quando lo spread è balzato a oltre 550 punti base durante la crisi del debito, e nel 2018 quando lo spread si è allargato. a più di 300 punti base.

READ  Premio Nobel per la Fisica, fuga di cervelli scientifici italiani

Il secondo mandato del Presidente Macron invierà un segnale positivo al Sud Europa, e all’Italia in particolare. Le politiche economiche “pro-crescita” dell’attuale governo sono più in linea con le politiche economiche degli Stati membri dell’Europa meridionale del nord più cauto dal punto di vista fiscale, inclusa la Germania, soprattutto ora che il ministro delle finanze tedesco ha segnalato uno spostamento della politica fiscale verso un bilancio in pareggio dopo la pandemia.

I colloqui sul bilancio dell’eurozona che inizieranno nei prossimi mesi saranno cruciali per i mercati obbligazionari poiché la Banca centrale europea concluderà il suo programma di acquisto di obbligazioni. Una forte attenzione al sostegno della crescita in Europa, insieme a un certo grado di flessibilità fiscale, dovrebbe rilanciare i mercati azionari e obbligazionari, soprattutto dopo aver rimosso i “rischi” di Mario Draghi che lascia l’incarico.

Anche la stabilità politica in Francia e in Europa sarà positiva, in termini di tempistica, per la situazione economica in Cina. È diffusa l’aspettativa che dopo le Olimpiadi invernali, la Cina allenterà la sua politica “zero COVID”, una mossa che dovrebbe aiutare ad allentare le tensioni sulle catene di approvvigionamento globali e ridurre le pressioni inflazionistiche in Europa e negli Stati Uniti. La Cina dovrebbe inoltre fornire ulteriori misure di sostegno economico e monetario.

Il risultato delle elezioni francesi “senza sorprese” aumenterà l’indice CAC 40, poiché una migliore visione economica in Europa insieme a un rimbalzo della crescita economica cinese si uniranno per creare slancio nei titoli europei, in particolare nel settore del lusso che rappresenta un grande percentuale del peso totale dell’indice CAC 40. .

READ  Il divieto audace sulla plastica monouso spinge a pieno regime la pulizia della plastica in Europa