Maggio 20, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Un “rimbalzo” piuttosto stabile nei nostri reparti

Il picco dell’attuale ripresa epidemica è stato raggiunto, come ha affermato l’8 aprile il ministro della Salute Olivier Veran? Gli ultimi dati nazionali puntano in questa direzione con il tasso di incidenza in calo per 8 giorni (-5% tra il 31 marzo e il 7 aprile).

Il tasso di infezione è ancora in aumento

Tuttavia, il risultato è meno chiaro nei nostri dipartimenti: il tasso continua a salire ovunque tranne che nell’Alta Loira. Tuttavia, gli incrementi sono ancora minimi (+2% in una settimana a Laayoune, +4% nel Rodano e nella Loira, circa il 9% nel Giura) e tutti i nostri dipartimenti sono ancora ben al di sotto della media nazionale (1.388/100, 000. Popolazione il 7 aprile).

La Loira è anche una delle 5 province urbane della Francia con il prezzo più basso.

Ricovero: forte aumento delle esacerbazioni

L’intenso ciclo del virus ha finito per aumentare il numero dei ricoveri nelle ultime settimane. Con effetti più o meno pronunciati per sezioni. Dopo una nuova ripresa negli ospedali iniziata il 21 marzo e che ha raggiunto il picco di 489 persone il 3 aprile, il Rodano sembra iniziare un nuovo minimo (-12%). Nello stesso periodo, dal 3 al 10 aprile, il numero dei ricoverati continua ad aumentare ad Al Ain (+9%), nella Loira (+6%) e soprattutto nel Giura (+42%).

Servizi di rianimazione sotto shock

Infine, la ripresa epidemiologica in corso, per il momento, non ha avuto un impatto significativo sul numero di persone ricoverate in terapia intensiva. Il loro numero si è stabilizzato a livelli bassi nell’Ain e nell’Alta Loira, si è stabilizzato nella Loira ed è diminuito nel Rodano dopo un leggero balzo all’inizio di aprile in queste due province.

READ  Il delta variabile sta progredendo ma "possiamo evitarlo", secondo il ministro della Salute Olivier Veran

Quasi 30 morti in ospedale in una settimana

Mentre la pandemia di Covid-19 ha causato 7.570 decessi ospedalieri nei nostri dipartimenti in poco più di due anni, continua a causare 20-30 decessi ogni settimana. Ciò porta il numero di decessi in Rodano, Loira, Giura, Ain e Haute-Loire a 29 decessi dal 4 al 10 aprile, 27 decessi dal 28 marzo al 3 aprile e 21 decessi dal 21 al 27 marzo.

Vaccinazione: in attesa della seconda dose di richiamo

C’è stata una novità la scorsa settimana sul fronte vaccinale: il ministro della Salute ha annunciato l’estensione della seconda dose di richiamo a più di 60 anni. A tutti gli over 60 non interessa ancora: sarà necessario ricevere la dose di richiamo con almeno sei mesi di anticipo per beneficiare di questo nuovo richiamo, che non sarà obbligatorio. Arriva in un momento in cui la vaccinazione è stata quasi disattivata per alcune settimane, con incrementi minimi fino allo 0,1%, osservati solo di settimana in settimana in determinati gruppi di età.