Dicembre 4, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Un pio villaggio in Italia con un segreto

Silvia Marchetti, CNN

Croccante ma tenero, dolce e ricco di calorie, questo tipico snack italiano è racchiuso tra due pezzi di wafer cristiani.

Il ostia pienaLe hostess ripiene – una deliziosa miscela di mandorle e miele racchiusa tra due fogli di carta – è uno dei biscotti più deliziosi d’Italia.

E potrebbe anche essere uno dei più profani se non fosse per il fatto che le scaglie sottili e traslucide destinate ad eccitare i sensi con il loro raffinato ripieno non furono, ovviamente, consacrate dal sacerdote.

Chiamata Austy Keene In dialetto locale è la tradizionale via zuccherina di Monte Sant’Angelo, paese dell’incontaminato Parco Nazionale del Gargano in Puglia.

Monte Sant’Angelo ha strati di abbaglianti case bianche e una chiesa rupestre che si ritiene sia stata dedicata dall’Arcangelo Michele, che è stato un importante luogo di pellegrinaggio sin dal Medioevo.

La gente del posto è molto religiosa ma anche golosa e non vede nulla di profano ostia pienache si dice abbia avuto origine all’interno del monastero del paese della Santissima Trinita almeno 500 anni fa.

carta di invito spirituale

Spiritualità e torta qui sono profondamente intrecciate.

“Ho fatto ostia piena Da 40 anni fanno parte della nostra tradizione, il nostro biglietto da visita: ovunque andiamo, li regaliamo e li mangiamo tutto l’anno, a qualsiasi ora del giorno e della settimana. “Non è solo per le occasioni speciali”, ha detto alla CNN il pasticcere locale Gino Bernaboto.

Dice che sono facili da preparare, con pochi ingredienti chiave: farina, acqua e olio extravergine di oliva per i fiocchi, che vengono modellati all’interno di un torchio di metallo caldo chiamato ferrate, oltre a miele millefiori o miele di acacia e mandorle tostate di prima qualità pugliesi Campagna da riempire. Zucchero e cannella aggiungono al sapore.

“È uno spuntino sano senza conservanti aggiunti. Il segreto è scegliere mandorle che devono essere tutte della stessa dimensione, abbastanza grandi, piatte, con superficie piana e ovale per aderire bene al miele e aderire alle ostie”, dice Bernaboto .

READ  Report sui mercati finanziari incorporati in Italia, 2020-2021 e

Le mandorle vengono utilizzate intere e il gusto delicato delle delicate scaglie color avorio contrasta con il ripieno dorato dal sapore deciso.

Un errore innocente o una ricetta sexy?

leggenda d’oro ostia piena Fu il risultato di un errore di cucina commesso dalle suore povere di Chiara nel XVII secolo mentre preparavano un dolce con un impasto di miele e mandorle e ne fecero cadere inavvertitamente un cucchiaio scottante sul pavimento o sul bancone della cucina.

Per estrarla ed evitare che si bruciasse, la devota suora utilizzò al posto del cucchiaio un’ostia per le offerte che stava preparando anche per la messa della domenica successiva. Il miele si è attaccato al foglio in un modo così perfetto da trasformare un errore fatale in una festa sinistra.

Un’altra versione del racconto dice che le suore hanno usato due fogli di carta per raccogliere accidentalmente delle mandorle in un barattolo di miele, e poi le hanno incollate insieme, a forma di sandwich.

Tuttavia, altri locali credono che in realtà sia stata una creazione deliberata e così via ostia piena è una vera ricetta inventata dalle suore come dolcetti zuccherini, molto probabilmente con avanzi o scaglie difettose. In passato i monasteri erano luoghi in cui si preparavano cibo e patatine, insieme al miele, e alcuni dei dolci più amati d’Italia venivano preparati per la prima volta dalle suore.

Secondo lo storico e scrittore locale Alberto Cavallini, le monache utilizzavano ciò che era sempre disponibile all’interno della loro cucina: patatine rotonde, mandorle raccolte dai frutteti del convento e miele dagli alveari del convento.

“Le monache preparavano regolarmente le cialde cuocendole su piastre di ferro e poi tagliando i bordi per dare una forma rotonda: questa preparazione ripetuta probabilmente le ha ispirate a creare un biscotto fatto allo stesso modo”, dice Cavallini.

Che si trattasse o meno di uno slip da cucina, i documenti storici ne verificano le origini.

Nel 2015 sono stati confermati i documenti ritrovati da Cavallini ostia piena Erano biscotti tradizionali preparati all’interno delle mura del monastero e dati agli ospiti e ai pellegrini.

READ  Walt Disney World annuncia spettacoli di intrattenimento

“C’è un abate napoletano del XVII secolo, di nome Giovan Battista Baccielli, che visita il paese e scrive nei suoi diari di viaggio che le monache di Monte Sant’Angelo preparavano per la festa di San Michele delle meravigliose cialde ripiene di mandorle e miele”, racconta Cavallini.

In un suo libro Cavallini cita anche il diario di una monaca seicentesca di nome Dona Constantia Jordana che scriveva che il suo capo accoglie sacerdoti e viandanti che visitano il paese durante le cerimonie religiose con ostia piena “Portato a noi dalle sorelle.”

Spedito in tutto il Regno Unito

Duecento anni dopo, secondo un’altra fonte scoperta dalle autorità di Monte Sant’Angelo, lo chef napoletano Vincenzo Corrado che lavorò nelle case aristocratiche scrive del successo di ostia piena.

In un suo articolo sulla gastronomia, Corrado riferì che nel XIX secolo i biscotti del monastero erano diventati così di moda da essere venduti e spediti in tutto il regno meridionale di Napoli.

La sua popolarità era in gran parte dovuta alle deliziose noci locali. La gente del posto ritiene che gli antichi mandorli che punteggiano le colline del Gargano di fiori bianchi che sbocciano in primavera e crescono spontaneamente su terre deserte siano un simbolo di prosperità e benessere.

Il musicista Peppe Totaro, che proviene da una famiglia di pasticceri e organizza ogni anno a Monte Sant’Angelo il famoso Festival della Musica della Tarantella, con un mucchio di cibi tipici e un mucchio di biscotti, ricorda ancora quando era un bambino di 10 anni che aiutava suo padre si prepara Usti.

Abbiamo dovuto pesare e misurare ogni mandorla per assicurarci che fossero uguali e di dimensioni regolari. I contadini venivano con i loro carri pieni e noi ci sedevamo per ore ad analizzarli tutti”.

Durante l’anno 2000 del “Grande Giubileo” della Chiesa Cattolica Romana, i visitatori che si sono riversati a Monte Sant’Angelo sono rimasti stupiti nel vedere biscotti dalla forma così strana, dice Totaro, che pensavano fossero vere cialde per buongustai.

READ  Brian Adams risulta positivo al COVID-19 in Italia

Totaro ci tiene a sottolineare una differenza fondamentale: “Il ostia piena L’impasto è fatto allo stesso modo dei fiocchi, ma i fiocchi diventano sacramento solo durante l’Eucaristia. Questi sono solo biscotti”.

Servito con un contorno di liquore

Usti beni Sono disponibili in tutte le dimensioni e sono più ovali che rotondi. Sebbene ogni bottega e pasticceria del paese produca le proprie varianti, quelle tradizionali sono grandi come una mano, esattamente delle stesse dimensioni dell’ostia sacra principale che il sacerdote conserva all’altare.

C’è anche un più piccolo Ustimeno noto, ha all’incirca le stesse dimensioni della medaglia, che viene tagliata dalla lamina più grande con un francobollo.

I prezzi sono ragionevoli: Bernabotto vende una scatola di 20 biscotti piccoli a 5 euro (circa $ 5) mentre quattro biscotti grandi costano 4 euro.

“È altamente nutriente, le mandorle e il miele sono stimolatori di energia e i nutrizionisti hanno rivalutato i loro benefici. È un biscotto semplice e semplice ma con ingredienti ricchi”, dice.

Totaro mette in guardia contro l’aggiunta di troppo zucchero o Usti Sarà molto dolce e difficile da mordere, e solo una goccia di limone lo renderà più morbido.

Il modo migliore per degustare ostia piena Con alloro fatto in casa a fine pasto o con il famoso liquore Monte Sant’Angelo Limolivo a base di foglie di olio d’oliva.

Iscriviti a nove parti gratuite di CNN Travel Apri la newsletter per l’Italia Per informazioni privilegiate sulle destinazioni più amate d’Italia e sulle regioni meno conosciute per pianificare il tuo viaggio definitivo. Inoltre, ti metteremo dell’umore giusto prima di cercare suggerimenti per film, elenchi di lettura e ricette di Stanley Tucci.

Filo della CNN
™ & © 2022 Cable News Network, Inc. , una società di scoperta della Warner Bros. Tutti i diritti riservati.