Giugno 16, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Un ospedale nelle Fiji è stato chiuso, il personale ospedaliero e i pazienti sono stati messi in quarantena dopo la morte del COVID-19 per la terza volta

Un importante ospedale a Lautoka, Fiji, è stato chiuso al pubblico con l’intero ospedale – inclusi i pazienti e più di 400 personale medico – In chiusura.

Il personale che aveva già lasciato l’ospedale di Lautoka è stato richiamato e ora è in quarantena fino a quando non verranno effettuati ulteriori test.

Giovedì, il governo delle Figi ha confermato quattro nuovi casi di COVID-19. Uno dei casi proveniva dalla quarantena al confine e gli altri tre erano casi locali.

Arriva dopo la morte di un uomo di 53 anni – e uno degli ultimi casi di COVID-19 nelle Fiji – all’ospedale Lautoka mentre contraeva il virus.

Si sospetta inoltre che l’uomo sia la fonte di trasmissione dei due medici dell’ospedale, risultati positivi al virus.

La sua morte è la terza nelle Fiji a causa del virus e la prima legata a una trasmissione locale.

Il governo ha affermato che i test hanno escluso una violazione del reparto di isolamento dell’ospedale di Lautoka dopo che tutti i dipendenti hanno restituito risultati negativi ai test COVID-19.

Il segretario permanente del Dipartimento della salute e dei servizi medici, James Fong, ha affermato che i test hanno indicato che la comunità era la fonte più probabile dell’epidemia dell’ospedale di Lautoka.

“Man mano che la nostra capacità di testare aumenta costantemente, diventeremo più saggi nei nostri test su tutti i Fijiani con sintomi simili a COVID, indipendentemente dalla loro associazione con i pazienti attuali”, ha detto durante una conferenza stampa dal vivo.

“È davvero spaventoso.”

Al personale ospedaliero e ai pazienti di Lautoka è stato chiesto di isolare familiari e amici senza preavviso.

Per Satendra Chand, la cui moglie era malata in ospedale, la separazione da lei era difficile.

Il signor Chand, che soffre di diabete e problemi cardiaci, dipende dalle cure fornite da sua moglie. Ora dice che non ha “scelta” e deve adattarsi.

Caricamento in corso

“Sto male non so cucinare perché ho il cuore malato. È stata lei a prendersi cura di me, anche io non so quale compressa prendere”

Jimima Li-Luo nello stato locale di Lautoka, in Georgia, è preoccupato per ciò che il blocco significherà per la comunità.

“È davvero spaventoso. È molto strano, posso dirlo. Ci aspettiamo qualcosa come un blocco della coperta”, ha detto.

“Al momento, a Lautoka, tutto è così disperato e tutto quello che devi fare è toccare quel lato.”

Bisogno di sacrificio

Per soddisfare le esigenze dei pazienti non infetti da COVID, il dott. Fung ha annunciato che a Lautoka sarà istituito un ospedale da campo non COVID con una capacità di 150 letti.

“Abbiamo in programma di aprirlo entro 48 ore per affrontare i pazienti con malattie curabili entro un lasso di tempo di 21 giorni”, ha detto.

Attualmente, tutti i servizi medici dell’ospedale Lautoka sono stati reindirizzati a una rete di ospedali in standby a Baba Club e Sigatoka, nonché ai centri sanitari Bungas e Kamikame a Lautoka.

Ashank Naidu, un medico con sede a Sigatoka, 90 chilometri a sud di Lautoka, ha detto che si aspettava già una marea di persone, poiché molti temono di visitare gli ospedali pubblici.

Ha detto: “C’è un sentimento di paura tra le persone che se vanno negli ospedali pubblici e c’è qualcuno seduto accanto a un paziente con Coronavirus che non è stato vaccinato, allora potrebbe contrarre il virus”.

Il dottor Naidoo ha molti amici e colleghi che sono stati chiusi all’ospedale di Lautoka.

“Ci sono alcune mamme single, papà e padri che hanno avuto solo pochi secondi per salutare i loro cari a casa. Poi ho sentito altre volte che non avevano la possibilità di prendere accordi”.

Angel Ray, residente a Lautoka, ha detto che la gente del posto ha paura.

Ha detto che c’erano lunghe file di persone in attesa di ottenere un vaccino COVID-19 in città.

“noi [are] Aspettando le code per il pubblico [to clear] Prima che possiamo effettivamente andare [and get vaccinated]Lei disse.

Il presidente del Rotary Club di Lautoka, Crystal Bouchard, ha affermato che la richiesta di aiuti e cibo durante l’emergenza coronavirus è stata alta.

“Abbiamo emesso fino a 1000 pacchi alimentari nella Lautoka West Division, nel nostro club e in collaborazione con altri club”, ha detto.

“Quindi durante l’ultimo anno il Coronavirus si è diffuso qui, siamo stati in grado di ottenere assistenza sanitaria per le persone che sono spesso bloccate o bloccate per mancanza di denaro. Le persone con un lavoro dignitoso e il turismo ora non hanno nulla.

Il governo delle Figi ha anche annunciato che sono stati sviluppati piani di emergenza per una serie di scenari, inclusa la necessità di espandere la capacità in caso di ulteriori casi di comunità all’interno e all’esterno dell’ospedale.

Ma il dottor Fong ha consigliato alla comunità di fare la sua parte e di fare il test.

“Questo è un virus devastante e, come abbiamo detto, non è mai spietato anche il più piccolo errore o errore”.

READ  Avvertimento Il Regno Unito deve affrontare 100.000 casi di Covid al giorno entro luglio