Settembre 28, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Un nuovo nome si unisce alla corsa per la sella alpina; Hamilton fa una cupa previsione: F1 Pit Talk

Un altro giorno, un altro nuovo nome nella rosa dei piloti per il 2023.

Il mercato dei piloti di Formula 1 si trova in una posizione insolita, con più piloti in movimento che sedili ma nessun team apparentemente disposto a impegnarsi in nessuno di loro prima di pensarci a lungo.

In vista del Gran Premio di Singapore, almeno quattro diversi piloti faranno un test speciale con Alpine mentre il team cerca di convincersi quale pilota vuole. Pierre Gasly rimane in cima alla sua lista, ma le speranze stanno svanendo che AlphaTauri lo rilasci senza un sostituto.

Guarda tutte le prove libere, le qualifiche e la gara per il Campionato mondiale di Formula 1 2022™ in diretta a Cayo. Nuovo su Kayo? Inizia subito la tua prova gratuita>

Nel frattempo, Lewis Hamilton dice che sta cominciando a dubitare che la Mercedes sarà in grado di vincere la gara di quest’anno solo sei round fa. Sebbene la sua vettura sia stata competitiva in una manciata di eventi quest’anno, la Red Bull Racing sta facendo enormi passi avanti e il britannico crede che la possibilità della sua scoperta sia controversa.

E ci sono buone notizie per Alex Albon, dato che il pilota thailandese è tornato a casa e si sta riprendendo dopo le complicazioni dell’intervento chirurgico dello scorso fine settimana che lo hanno lasciato temporaneamente in un’auto intensa.

Antonio Giovinazzi si unisce alla rosa delle Alpi per i test McLaren

L’ex pilota dell’Alfa Romeo Antonio Giovinazzi si è unito alla lista dei candidati per il posto vacante di Fernando Alonso nelle Alpi se il team francese non riuscirà a catturare Pierre Gasly di AlphaTauri.

Quest’anno Giovinazzi ha perso il suo posto in Alfa Romeo a causa di Chu Guanyu, ma ha mantenuto il supporto della Ferrari come uno dei piloti di riserva del team, parte delle quali includeva sessioni di prove libere con Haas.

Il 28enne si unirà a Jack Doohan, Nick de Vries e Colton Herta per un test speciale organizzato dal team a Budapest mentre cerca di valutare le sue opzioni per il 2023.

Più auto

“Dobbiamo provare”: il capo della Formula 1 spinge per un drastico cambiamento delle regole, un pazzo esperimento di rete inversa

GP ARAGONA: Quartararo sulla difensiva come affermano le prime crepe negli ordini Ducati

Ricardo fuori? Dan ha fatto una triste ammissione nelle previsioni per il 2023

READ  Briefing della contea | Notizie, sport, lavoro

La presenza dell’Herta fa parte di un accordo reciprocamente vantaggioso con AlphaTauri, che rilascerà Gasly all’Alpine solo se riuscirà a ingaggiare il giovane agente americano, che avrà bisogno di un’esenzione per superiorità dalla FIA.

La Red Bull non ha rinunciato a garantire i servizi di Herta, motivo per cui la California sta partecipando al programma Alpine piuttosto che al test speciale organizzato dalla McLaren questa settimana, con il campione IndyCar 2021 Alex Palou e Pato O’Ward al lavoro. .

La McLaren ha detto che sarebbe disposto a porre fine alla sua relazione con l’Hertha se ciò significa che ottiene un posto a tempo pieno in Formula 1.

Il team ha già collaborato con il talento IndyCar, con Palou libero di continuare i test con il team dopo aver risolto una controversia legale con il suo team Chip Ganassi Racing per aver tentato di disertare dal team IndyCar della McLaren per il 2023.

Lo spagnolo rimarrà con la CGR il prossimo anno, ma potrà inseguire il suo sogno in Formula 1 quando non corre.

Il test di questa settimana a Barcellona è stato il suo primo test con le macchine di F1. Se la McLaren non riesce a strappare Oscar Piastre al suo contratto di riserva sulle Alpi prima della prossima stagione, Ballou, Oward e Herta sono tutti candidati ai due corsi obbligatori di FP1 entry-level dalla McLaren.

Hamilton dubita di poter continuare sulla strada della vittoria

Lewis Hamilton ha vinto almeno una gara in ogni stagione della sua carriera da professionista, ma con sei gare rimanenti quest’anno, sta cominciando a dubitare che sarà in grado di continuare quella serie di vittorie nel 2022.

La Mercedes sta attraversando la sua peggiore stagione da quando ha vinto il suo primo titolo nel 2014 ed è sulla buona strada per la sua prima stagione senza vittorie dal 2011.

La W13 è diventata un’auto complessivamente più forte nella seconda metà della stagione, superando la Ferrari di soli 35 punti nella battaglia per il secondo posto nella classifica costruttori, con George Russell a pari merito con Charles Leclerc e Carlos Sainz su sette podi ciascuno.

Ma i progressi sono stati piuttosto divertenti a causa dell’incapacità della Ferrari di tenere il passo con una Red Bull in fuga, che ha una serie di cinque vittorie consecutive grazie a Max Verstappen, l’ultima vittoria comoda al Gran Premio d’Italia nonostante Leclerc sia partito dalla pole position. .

READ  Barrichello si riunisce con la Ferrari all'uscita italiana del GT a Vallelunga - Sportscar365

Parlando dopo un forte recupero dal 19° al quinto posto a Monza, Hamilton ha affermato che il dominio della Red Bull Racing potrebbe aver chiuso le porte alla Mercedes trasformando la loro forma migliorata in una vittoria prima della fine della stagione.

“Dobbiamo essere realistici, che la Red Bull è quasi imbattibile”, ha detto. “Ci vorrà del vero lavoro per battere quella macchina. In termini di prestazioni, sono completamente davanti a tutti gli altri.

“Non li abbiamo catturati, non abbiamo aggiornamenti in arrivo per superarli in astuzia, quindi ci vorrà un po’ di fortuna a modo nostro.

“Non è impossibile, perché avremmo potuto batterli a Budapest, ma lo è [Verstappen] Generalmente è raffreddato in avanti, quindi non si conosce mai il suo vero ritmo. Quindi vedremo.

Ma il capo della squadra Toto Wolff è stato più ottimista, notando che la squadra era sul punto di fare il cecchino per vincere il Gran Premio d’Olanda prima che la safety car virtuale indebolisse la sua ambiziosa strategia.

“Io sospetto [victory] L’obiettivo dovrebbe essere.” “Non vogliamo concludere la stagione senza una vittoria in regata, anche se le vele sono completamente pronte per il 2023. Sarebbe una cosa molto bella in una stagione difficile per tutta la nostra gente”.

Wolff ha detto che il circuito a bassa velocità di Singapore sarebbe una partita migliore per la W13 che, oltre ad essere una pista più debole per la Red Bull, potrebbe offrire loro una possibilità di salire sul gradino più alto.

Elogio per WOLFF HEAPS su DE VRIES

Il boss della Mercedes Toto Wolff ha cantato le lodi del campione del mondo Mercedes di Formula E e pilota di riserva di Formula 1 Nick de Vries dopo il suo debutto di successo al Gran Premio d’Italia.

Dopo un po’ di prove libere venerdì con un’Aston Martin, De Vries ha ricevuto una chiamata dalla Williams sabato mattina dopo che Alex Albon è stato portato in ospedale per un’appendicectomia. L’olandese si è qualificato al 13° posto, ottavo in rete dopo il calcio di rigore, e nono a segnare punti al suo debutto.

Lo ha messo subito al centro del mercato dei piloti, con la Williams desiderosa di dargli un posto a Nicholas Latifi e Albin che lo considerava un potenziale candidato.

READ  Il West Ham chiede una tassa record nel Regno Unito di 150 milioni di sterline per il riso Declan - Papers | Notizie dal Centro Trasporti

Parlando domenica sera, Wolff ha detto di non essere sorpreso che il 27enne stesse andando così bene.

“È solo un bravo ragazzo”, ha detto. “Non è solo veloce, e lo ha dimostrato nelle categorie giovanili, ma è anche intelligente e un buon giocatore di squadra.

“Ed è per questo che se lo merita oggi. Penso che nessun altro avrebbe potuto fare un lavoro migliore di lui”.

“Sei su un’Aston Martin, con cui guidi [aero] pala. E poi vieni reclutato all’ultimo minuto in un altro veicolo. Sconfiggi il tuo compagno di squadra con un ampio margine.

“Inizi in ottava e finisci in nona. Nikki [Lauda] Stava per togliersi il cappello come autista.

“Lo abbiamo valutato e penso che Nick meriti un posto in F1”.

Nonostante de Vries abbia vinto il titolo mondiale con la Mercedes in Formula E, non ha legami ufficiali di gestione con il team se non quello di pilota di riserva – infatti l’olandese ha rivelato in Italia di correre da solo cercando di assicurarsi un posto nel 2023.

Albon a casa dall’ospedale

Con alcune buone notizie, Alex Albon viene dimesso dall’ospedale per tornare a casa dopo un attacco in terapia intensiva dopo le complicazioni di un’appendicectomia.

Sabato mattina Albon si è ritirato dal Gran Premio d’Italia per un caso di appendicite acuta e nello stesso giorno ha subito il coltello a Monza.

Williams ha successivamente confermato lunedì sera tardi che Albon aveva avuto “complicazioni da anestesia postoperatoria impreviste” che lo hanno lasciato in insufficienza respiratoria.

Sabato sera è stato ricoverato in terapia intensiva, ma domenica stava abbastanza bene da essere sottratto alla ventilazione meccanica.

Martedì è stato dimesso dall’ospedale e si sta riprendendo nella sua casa di Monaco.

Albon punta ancora a un ritorno in cabina di pilotaggio per il Gran Premio di Singapore tra poco più di due settimane.

È stato sostituito da Nick de Vries in Italia ed è candidato a sostituire il compagno di squadra Nicholas Latifi la prossima stagione dopo aver segnato punti al suo debutto.