Agosto 10, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Un migrante di 15 anni arriva in Italia da solo e chiede aiuto alla polizia

Un ragazzo egiziano di 15 anni è sbarcato nell’isola meridionale della Sicilia ed è andato alla polizia a Pisa, in Toscana, per chiedere aiuto e cibo dopo aver attraversato l’Italia da solo. La polizia afferma che la storia dell’adolescente egiziano non è un caso isolato e che spesso i minori non accompagnati vengono lasciati senza aiuto.

Un ragazzo di 15 anni ha viaggiato da solo dall’Egitto alla città toscana di Pisa. Lunedì pomeriggio (11 luglio) si è recato alla stazione di polizia centrale della città per chiedere aiuto. Ha detto alle autorità di aver viaggiato dalla Sicilia, dove è sbarcato sulla costa dell’isola con altri migranti. L’adolescente senza documenti non parlava né italiano né francese.

Una poliziotta che parlava correntemente l’arabo ha aiutato con la traduzione. Le disse che era sbarcato a Catania dall’Egitto. Disse di aver viaggiato da solo e di aver raggiunto la Toscana in treno. Non sono stati forniti dettagli aggiuntivi.

L’adolescente, che non aveva né parenti né conoscenti in Italia, è stato dato da mangiare e da bere, registrato e portato all’ospedale di Cisanello per una visita medica, riferiscono fonti della polizia.

Ora è affidato alle cure di una struttura di accoglienza minorile gestita da una ONG vicino a Pisa. La struttura aveva alcuni posti liberi e forniva alloggio in modo che l’adolescente potesse evitare un altro viaggio in un’altra città, provincia o regione.

Non una storia isolata

Funzionari di polizia di Pisa hanno affermato che il caso del 15enne egiziano non è isolato ed è noto il problema dei minori non accompagnati che raggiungono l’Italia senza che nessuno lo aiuti.

READ  L'Italia lancia le jab obbligatorie per gli over 50

Fonti della polizia riferiscono che nell’ultimo mese quattro giovani migranti hanno cercato aiuto solo presso la Questura di Pisa. Tutti sono arrivati ​​in Italia come minorenni senza familiari o conoscenti.

Tra gli altri minori, oltre all’adolescente egiziano, un tunisino e due pakistani. Hanno trovato un posto sicuro dove stare dove possono studiare fino al compimento dei 18 anni e conoscere un paese che non hanno mai conosciuto prima, ha detto la polizia.