Agosto 1, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Un gruppo di indigeni canadesi afferma che i resti umani sono stati trovati in un ex collegio gestito dalla Chiesa cattolica

Una ricerca utilizzando il radar che penetra nel terreno ha trovato 182 resti umani in tombe non identificate in un sito vicino a un ex collegio gestito dalla Chiesa cattolica, che ospitava bambini aborigeni sottratti alle loro famiglie, ha detto mercoledì un gruppo aborigeno.

L’ultima scoperta di tombe vicino a Cranbrook, nella Columbia Britannica, è arrivata dopo le segnalazioni di ritrovamenti simili in altre due scuole gestite dalla chiesa, Una delle oltre 600 tombe non contrassegnate E un altro dei 215 corpi.

La Lower Kootenay Division ha dichiarato in un comunicato stampa di aver iniziato a utilizzare la tecnologia l’anno scorso per perquisire il sito vicino all’ex Saint Eugene Mission School, che è stata gestita dalla Chiesa cattolica dal 1912 fino all’inizio degli anni ’70.

Ha aggiunto che la ricerca aveva trovato i resti in tombe non contrassegnate, alcune delle quali erano profonde circa un metro.

Si ritiene che i resti appartengano a persone delle bande della nazione Ktunaxa, che comprende la Divisione Bassa Kootenay e le vicine comunità della Prima Nazione.

Il leader della banda di Lower Kootenai, Jason Lowe, ha descritto la scoperta come “molto personale” perché aveva parenti che frequentavano la scuola.

“I nazisti sono stati ritenuti responsabili dei loro crimini di guerra. Non vedo alcuna differenza nell’individuare sacerdoti, suore e fratelli responsabili di questo crimine di massa per essere ritenuti responsabili del loro ruolo in questo tentato genocidio di un popolo indigeno”, ha detto. Egli ha detto.

Tombe anonime di bambini aborigeni a Marival, Canada
I motivi dell’ex scuola residenziale indiana Marival, che si ritiene siano 751 tombe non contrassegnate. (

Afp: Mark Taylor/The Canadian Press

)

Dal 19° secolo fino agli anni ’70, più di 150.000 bambini aborigeni furono costretti a frequentare collegi cristiani finanziati dallo stato nel tentativo di assimilarli nella società canadese.

Migliaia di bambini sono morti lì per malattie e altre cause, e molti non sono mai tornati alle loro famiglie.

Quasi tre quarti dei 130 collegi erano gestiti da gruppi missionari cattolici romani, con altri gestiti dalla Chiesa presbiteriana ed evangelica e dalla Chiesa unita del Canada, che è oggi la più grande denominazione protestante del paese.

Il governo canadese ha riconosciuto che gli abusi fisici e sessuali sono dilaganti nelle scuole, con gli studenti picchiati per aver parlato la loro lingua madre.

Martedì è stato annunciato che un gruppo di leader indigeni si sarebbe recato in Vaticano entro la fine dell’anno per sollecitare le scuse papali per il ruolo della Chiesa cattolica romana nei collegi.

Un gruppo di indigeni e un gruppo di indigeni sono stati visti mentre vegliavano sul luogo delle tombe senza nome
Una veglia vicino alle tombe senza nome dell’ex scuola residenziale indiana Marival.(

Afp: Mark Taylor/The Canadian Press

)

Dopo che le tombe sono state trovate a Kamloops, il Papa ha espresso il suo dolore per la scoperta e ha fatto pressioni sulle autorità religiose e politiche per evidenziare “questo triste problema”.

Ma Niente scuse È richiesto dalle Prime Nazioni e dal governo canadese.

Le scuse papali erano una delle 94 raccomandazioni della Commissione canadese per la verità e la riconciliazione, ma la Conferenza episcopale canadese ha affermato nel 2018 che il papa non poteva scusarsi di persona per i collegi.

Condanna degli attacchi alle chiese

Dalla scoperta di tombe anonime in siti di ex scuole residenziali, sono scoppiati diversi incendi di chiese in tutto il Canada.

Ci sono stati anche alcuni atti di vandalismo contro chiese e statue nelle città.

Il premier dell’Alberta mercoledì ha condannato quelli che ha definito “attacchi dolosi alla chiesa cristiana” dopo che una storica diocesi è stata distrutta da un incendio.

Il primo ministro canadese Justin Trudeau e un leader indigeno hanno affermato che l’incendio doloso e il vandalismo sulle chiese non erano il modo per ottenere giustizia dopo la scoperta di tombe senza nome.

“La distruzione dei luoghi di culto è inaccettabile e deve cessare”, ha detto Trudeau. “Dobbiamo lavorare insieme per correggere i torti del passato.

Il presidente dell’Assemblea delle Prime Nazioni, Perry Bellegaard, ha affermato che bruciare le chiese non era la via da seguire.

AP

READ  Un incendio di Table Mountain diffonde un incendio all'Università di Città del Capo, costringendo gli studenti a evacuare