Febbraio 5, 2023

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Un funzionario delle Nazioni Unite incontra un leader talebano per discutere il divieto delle lavoratrici delle ONG

Un alto funzionario delle Nazioni Unite in Afghanistan ha incontrato il vice primo ministro del governo a guida talebana per discutere del divieto alle donne di lavorare nelle organizzazioni non governative annunciato dalle autorità afgane.

La decisione del governo di vietare alle donne di lavorare per le ONG ha spinto le principali agenzie umanitarie internazionali a sospendere le operazioni nel Paese.

Il divieto ha sollevato la preoccupazione che le persone vengano private di cibo, istruzione, assistenza sanitaria e altri servizi vitali perché più della metà della popolazione afghana ha bisogno di assistenza umanitaria urgente.

Le agenzie umanitarie hanno avvertito che il divieto avrà conseguenze disastrose e che “centinaia e migliaia” di afghani moriranno a causa della decisione dei talebani.

Il vice capo della missione delle Nazioni Unite in Afghanistan, Marcus Potzel, ha incontrato Maulvi Abdus Salam Hanafi nella capitale, Kabul, per discutere del divieto e di altre misure tra cui il divieto alle donne di accedere alle università.

READ  I timori di una madre infettata dal virus Corona che espone decine di pazienti al pronto soccorso di Sydney