Febbraio 4, 2023

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Un bambino è nato tra i 7 morti in una frana sull’isola italiana di Ischia

MILANO (AP) – Le squadre di ricerca hanno recuperato sette morti, tra cui un neonato di 3 settimane e una coppia di fratellini sepolti nel fango e detriti attraverso una città portuale montuosa e densamente popolata sull’isola turistica di Ischia. , hanno detto i funzionari domenica.

Il capo della provincia di Napoli ha confermato che cinque persone sono disperse e si teme siano sepolte sotto le macerie di una massiccia frana che ha colpito Casamichiola sabato mattina. La sua forza ha fatto cadere edifici e ha spinto i veicoli in mare.

Le altre vittime sono state identificate come i genitori del bambino, una bambina di 5 anni e suo fratello di 11 anni, un residente dell’isola di 31 anni e un turista bulgaro.

“Il fango e l’acqua tendono a riempire ogni spazio”, ha detto alla televisione di stato Luca Cari, portavoce dei vigili del fuoco italiani. “I nostri team stanno cercando disperatamente, ma con speranza”.

“È nostra massima speranza che le persone identificate come disperse si siano rifugiate presso parenti e amici e non siano state informate di dove si trovassero”, ha aggiunto.

I rischi di frana sono nella parte più alta della città, dove le forti piogge hanno allentato parte della collina, ha detto, richiedendo alle squadre di ricerca di entrare a piedi.

I piccoli bulldozer si sono inizialmente concentrati sullo sgombero delle strade per consentire l’accesso ai veicoli di soccorso, mentre le squadre di sommozzatori sono state portate a controllare le auto spinte in mare.

“Ci stiamo spezzando il cuore e continuiamo le ricerche perché tra i dispersi ci sono dei minori”, ha detto alla RAI Giacomo Pascal, sindaco del vicino comune di Lacco Ameno.

READ  Il ministero degli Esteri italiano esorta gli italiani a lasciare l'Ucraina

Papa Francesco ha espresso la sua vicinanza agli ischitani durante la tradizionale benedizione domenicale in piazza San Pietro. “Prego per le vittime, per le vittime e per i soccorritori”, ha detto.

Il capo della provincia di Napoli Claudio Palomba ha dichiarato domenica che 30 case sono state allagate e più di 200 persone sono state sfollate. Cinque persone sono rimaste ferite.

La massiccia frana nelle prime ore di sabato è stata innescata da precipitazioni eccezionali e ha inviato enormi quantità di fango e detriti attraverso il porto di Casamichiola, facendo crollare edifici e mandando in mare mezzi.

Un video ampiamente diffuso mostrava un uomo coperto di fango, aggrappato a una persiana, immerso fino al petto nell’acqua fangosa. Un’altra famiglia è caduta barcollando in un burrone da una casa sul fianco della collina che è apparsa domenica, ha riferito il quotidiano Corriere della Sera.

L’isola ha ricevuto 126 millimetri (quasi cinque pollici) di pioggia in sei ore, la più pesante in 20 anni, hanno detto i funzionari. Gli esperti hanno affermato che il disastro è stato aggravato dalla costruzione in aree ad alto rischio sull’isola montuosa, che si trova in una zona sismicamente attiva. Nel 2017 un terremoto di magnitudo 4.0 colpì Casamichiola e Lacco Ameno uccidendo due persone.

“C’è un territorio inespugnabile. Non si può cambiare la destinazione d’uso di una zona dove c’è l’acqua. L’andamento dell’acqua ha creato questo disastro – ha detto alla RAI il geologo Riccardo Caniparoli – Ci sono norme e leggi che non vengono rispettate”.

Vincenzo de Luca, presidente della regione Campagna dove si trova Ischia, ha detto che le case nelle zone a rischio dovrebbero essere demolite, dicendo che sono state costruite senza i necessari permessi.

READ  Il manoscritto di Nostradamus rubato è stato restituito alla biblioteca di Roma Italia

“Le persone devono capire che non puoi vivere in alcune zone. Non c’è nulla che richieda illegalità (costruzione)”, ha detto De Luca alla RAI. Gli edifici nelle aree deboli dovrebbero essere demoliti.

Il governo italiano ha dichiarato lo stato di emergenza sull’isola domenica in una riunione di gabinetto di emergenza, stanziando 2 milioni di euro (quasi 2,1 milioni di dollari) per salvare e ripristinare i servizi pubblici.

“Il governo esprime la propria solidarietà ai cittadini, ai sindaci e alle città dell’isola d’Ischia, e ringrazia i soccorritori che stanno cercando le vittime”, ha detto in una nota il premier Georgia Meloni.

Immagine in alto: un cane bloccato nell’auto dei suoi proprietari per quasi 72 ore scruta attraverso il parabrezza mentre i soccorritori cercano i sopravvissuti di una famiglia a Casamichiola, sull’isola di Ischia, nel sud dell’Italia, lunedì 28 novembre 2022. I funzionari hanno detto che almeno otto persone sono morte e molte altre sono disperse dopo che la frana ha distrutto gli edifici e ha spazzato via le auto parcheggiate in mare all’inizio di sabato. (Foto AP/Salvador Laporta)

Questo articolo è stato prezioso?


Ecco altri articoli che potrebbero piacerti.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Ricevi le ultime notizie sulle assicurazioni
Inviato direttamente nella tua casella di posta.