Febbraio 4, 2023

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Un aereo con 72 persone a bordo, tra cui un australiano, precipita in Nepal

Un australiano era tra le 72 persone a bordo di un passeggero regionale aereo che si è schiantato in una stretta gola durante l’atterraggio in un aeroporto di recente apertura nella località centrale di Pokhara Nepal Domenica ha ucciso almeno 32 persone.

I soccorritori hanno perquisito il luogo dell’incidente vicino al fiume Seti, a circa 1 miglio dall’aeroporto internazionale di Pokhara, usando delle corde per estrarre i corpi dai rottami, parti dei quali pendevano dal bordo della gola. I vigili del fuoco hanno portato alcuni dei corpi, che sono stati bruciati in modo irriconoscibile, negli ospedali, dove si sono riuniti i parenti in lutto.

Tek Bahadur KC, un alto funzionario amministrativo nel distretto di Kaski, ha detto che si aspettava che i soccorritori trovassero altri corpi in fondo alla valle.

Gente del posto sul luogo di un incidente aereo passeggeri a Pokhara, in Nepal, domenica 15 gennaio 2023. (AP)

Non è stato immediatamente chiaro cosa abbia causato lo schianto dell’aereo.

Il bimotore ATR 72, operato da Nepal Airlines Yeti, era in viaggio dalla capitale, Kathmandu, a Pokhara, un volo di 27 minuti. L’autorità per l’aviazione civile del Nepal ha dichiarato in un comunicato che l’aereo trasportava 68 passeggeri, di cui 15 stranieri e quattro membri dell’equipaggio. Tra gli stranieri c’erano cinque indiani, quattro russi, due sudcoreani e uno ciascuno dall’Australia, dall’Irlanda, dall’Argentina e dalla Francia.

Non ci sono altre informazioni sul passeggero australiano.

Il Dipartimento degli affari esteri e del commercio è stato contattato per un commento.

Persone sul luogo di un incidente aereo passeggeri a Pokhara, in Nepal. (AP)
Parte del relitto dell’aereo può essere visto mentre i soccorritori ispezionano il luogo di un incidente aereo a Pokhara, in Nepal. (AP)

L’autorità aeronautica ha detto che l’aereo ha contattato l’ultima volta l’aeroporto vicino a City Gorge alle 10:50 prima di schiantarsi.

Le immagini e i video pubblicati su Twitter mostrano pennacchi di fumo che si alzano dal luogo dell’incidente mentre soccorritori, soldati nepalesi e folle di persone si radunano attorno al relitto per trovare i sopravvissuti. La fusoliera era divisa in più parti sparse lungo lo stretto.

Il primo ministro Pushpa Kamal Dahl, che si è precipitato all’aeroporto dopo l’incidente, ha formato un comitato per indagare sull’incidente.

Il ministero degli Esteri della Corea del Sud ha dichiarato in una dichiarazione che sta ancora cercando di confermare il destino di due passeggeri sudcoreani e ha inviato personale sul posto.

I parenti dei passeggeri di un incidente aereo in Nepal attendono notizie all’aeroporto di Kathmandu. (AP)

Il tipo di aeromobile in questione, l’ATR 72, è stato utilizzato da molte compagnie aeree in tutto il mondo per brevi voli regionali. Introdotto alla fine degli anni ’80 da una partnership francese e italiana, l’aereo modello è stato coinvolto in diversi incidenti mortali nel corso degli anni. Nel 2018, un ATR 72 operato dalla compagnia aerea iraniana Aseman Airlines si è schiantato in una nebbiosa zona montuosa, uccidendo tutte le 65 persone a bordo.

ATR ha identificato l’aereo coinvolto nell’incidente di domenica come un ATR 72-500 in un tweet. Secondo i dati di tracciamento dell’aereo da flightradar24.com, l’aereo aveva 15 anni e “dotato di un transponder obsoleto con dati inaffidabili”. Il portavoce della compagnia, Sudarshan Partola, ha dichiarato che la flotta della Yeti Airlines è composta da sei aerei ATR72-500.

Pokhara, 200 chilometri a ovest di Kathmandu, è la porta d’accesso al Circuito dell’Annapurna, un famoso sentiero escursionistico dell’Himalaya.

L’aeroporto internazionale di Pokhara ha iniziato ad operare solo due settimane fa. È stato costruito con la costruzione cinese e il sostegno finanziario. L’ambasciatore cinese in Nepal Chen Song ha dichiarato in un tweet di essere rimasto “profondamente scioccato” quando ha saputo dell’incidente.

“In questo momento difficile, i nostri pensieri sono con il popolo nepalese. Vorrei esprimere le mie più sentite condoglianze alle vittime e la nostra sincera vicinanza alle famiglie delle vittime”, ha scritto.

L’incidente di domenica è stato il più mortale in Nepal dal marzo 2018, quando un aereo passeggeri della Bangladesh Airlines proveniente dal Bangladesh si è schiantato durante l’atterraggio a Kathmandu, uccidendo 49 delle 71 persone a bordo.

Sede di otto delle 14 montagne più alte del mondo, tra cui l’Everest, il Nepal ha una storia di incidenti aerei. Secondo il database sulla sicurezza aerea della Aviation Safety Foundation, dal 1946 in Nepal si sono verificati 42 incidenti aerei mortali.

L’anno scorso, 22 persone sono morte quando un aereo si è schiantato contro una montagna in Nepal. Nel 2016, un Tara Air Twin Otter in volo da Pokhara a Kathmandu si è schiantato dopo il decollo, uccidendo tutte le 23 persone a bordo.

Nel 2012, un volo Agni Air in volo da Pokhara a Jomsom si è schiantato, uccidendo 15 persone. Sei persone sono sopravvissute. Nel 2014, un volo della Nepal Airlines in viaggio da Pokhara a Jumla si è schiantato, uccidendo tutte le 18 persone a bordo.

Nel 1992, tutte le 167 persone a bordo di un aereo della Pakistan International Airlines furono uccise quando si schiantò contro una collina mentre cercava di atterrare a Kathmandu.

READ  Enorme fondo versa 130 milioni di dollari in asset russi mentre Frydenberg sollecita il disinvestimento