Maggio 19, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Ucraina: come evitare di condividere la disinformazione

8 consigli per sfatare le voci

1) Non è mai una buona idea condividere qualcosa – video, foto o testo – senza dedicare almeno qualche secondo alla verifica della fonte: in altre parole, chi ha inviato questo documento. Puoi fare clic sul pulsante “Informazioni” o “Informazioni” se sei su un sito, oppure puoi fare clic sul nome dell’autore se sei su YouTube, Facebook, Instagram o Twitter: a volte può dirci che hai a che fare con qualcuno che condivide molte cose sospette senza menzionarne le fonti. O per qualcuno che scrive in modo anonimo e ha creato un account 3 giorni fa, il che non è nemmeno rassicurante.

2) Quando si tratta di un’immagine, puoi eseguire tu stesso una ricerca di immagini, che richiede solo pochi secondi, per vedere se è già stata pubblicata in passato. Basta trascinarlo su Google Foto (Per i video, questo può essere fatto con uno screenshot). È stata questa ricerca preliminare che ha permesso di scoprire che la foto dell’esplosione di una centrale elettrica, ad esempio, risale al 2015, in Cina.
Nel controllare l’immagine, vedere questo testo

3) Quando si tratta di un testo – un articolo o un semplice meme – potrebbe essere una buona idea, prima di condividerlo, fare una ricerca su Google con poche parole chiave: se è abbastanza importante per farne parlare tutti, troveremo rapidamente dei media che ne parli. Se nessuno lo menziona, è di pesce.
Per altri suggerimenti essenziali per evitare la condivisione di informazioni errate, consulta questo testo

4) Ricorda che è più probabile che le informazioni che evocano forti emozioni in noi vengano condivise senza pensare. In questi casi, vedere i passaggi 1, 2 o 3.
Nelle nostre scorciatoie mentali, dai un’occhiata a questo testo

5) I giornalisti fanno molta attenzione a verificare le loro informazioni prima che vengano pubblicate. Quindi possiamo avere più fiducia se la cosa viene pubblicata sul sito di un noto media.
Nella ricerca laterale, vedi questo testo. Sulle fonti, cfr Questo documento educativo

READ  commenta la brosse à dents est-elle née en jail ?

6) Se le conclusioni della storia non corrispondono alle tue opinioni, ciò non significa che la storia sia falsa. Stiamo attenti ai nostri pregiudizi personali, perché spesso ci portano a confondere fatti e opinioni.
Sul pregiudizio di conferma, vedere questo testo o Questo documento educativo

7) Se si tratta di un testo di parere, non si tratta né di una relazione né di un’analisi che intende essere imparziale.
Sulla differenza tra informazione e opinione, vedere questo testo o Questo documento educativo

8) È una guerra: ci saranno inevitabilmente informazioni contrastanti. Quindi non c’è una buona ragione per voler condividere le informazioni il minuto successivo.