Ottobre 6, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Tutto quello che voglio per Natale è un controllo della realtà

Segnaposto durante il caricamento delle azioni dell’articolo

Il sindaco di Vigo, Galizia, Spagna, ha iniziato a prepararsi per l’annuale festa di Natale della città. Questo nonostante il tentativo del governo di ridurre il consumo di elettricità in collaborazione con l’Unione Europea. Il sindaco sostiene che spegnere le luci darebbe la vittoria a Vladimir Putin se la guerra schiaccia lo spirito vacanziero e le spese che ne derivano.

Si potrebbe pensare che nel contesto di un’incombente crisi energetica, installare le luci sarebbe una priorità bassa. Amo il Natale come nessun altro e spero che quest’anno arrivi avvolto in un controllo di realtà – per tutti.

In Spagna, le misure di risparmio energetico sono entrate in vigore la scorsa settimana: l’aria condizionata sarà impostata a 27°C, le vetrine dei negozi saranno nere dalle 22:00 e gli edifici governativi dovranno spegnere le luci. Ciò ha acceso un acceso dibattito tra il governo centrale, le amministrazioni regionali e destinazioni turistiche come Madrid, dove la vita notturna dura solo dopo le 21:00. È un microcosmo di quanto gli europei siano impreparati – emotivamente e praticamente – in generale su quello che potrebbe essere l’inverno più buio che il continente avrà tra decenni.

Isabel Díaz Ayuso, leader di destra della regione di Madrid, è una voce di primo piano contro le nuove regole. È nota soprattutto per aver mantenuto la città aperta agli affari durante la maggior parte della pandemia. Ora, sostiene, la conservazione distruggerà posti di lavoro, spaventerà i turisti e ostacolerà la sicurezza pubblica. Ha fatto alcuni punti positivi: il governo spagnolo ha affrettato il procedimento senza consenso e senza una narrativa convincente per giustificare la risposta alla crisi invernale di mezza estate. La mossa simbolica di non conformità del primo ministro Pedro Sánchez durante gli affari ufficiali – per compensare lo spegnimento del condizionatore d’aria – è stata banale. È stato in gran parte ignorato.

READ  Notizie dall'UE: l'economista avverte che l'Italia deve affrontare la "disoccupazione permanente" | Città e affari | finanza

Tuttavia, sarebbe assurdo e miope che Diaz Ayuso e il Real Madrid si scatenassero. Le liti si estendono oltre i confini della Spagna. In Francia, il presidente Emmanuel Macron svelerà un piano di “sobriété énergétique” che è in realtà una copia delle misure spagnole. Probabilmente incontrerà la stessa resistenza. Il suo avversario, Marine Le Pen, afferma che le sanzioni europee sull’energia russa si stanno ritorcendo contro e lasceranno i francesi a pagare il conto quest’inverno. Con i costi all’ingrosso dell’elettricità che stanno raggiungendo nuovi massimi a Parigi, Le Pen sta cercando di impressionare gli elettori della classe operaia presentandosi come una candidata al potere d’acquisto.

È probabile che la Germania subisca il peso maggiore dell’inverno russo, ma il cancelliere Olaf Schulz ha minimizzato i timori di interruzione dell’inverno espressi dai media anche se l’Agenzia federale delle reti – l’autorità di regolamentazione dell’energia del paese – ha invitato i consumatori a ridurre i consumi e stanziare denaro. Per le bollette del freddo. Società come Deutsche Bank AG stanno andando oltre le misure volontarie delineate dal governo.

In Italia, il primo ministro ad interim Mario Draghi ha suscitato polemiche dicendo che gli italiani dovevano scegliere tra far saltare in aria il condizionatore o aiutare l’Ucraina. Tuttavia, nessun candidato ne ha parlato durante la campagna che ha preceduto le elezioni del 25 settembre. Ciò renderà il calcolo più difficile (o più freddo) quando arriverà l’inverno e la potenziale reazione di un elettorato impreparato sarà più instabile.

Per mesi, i funzionari europei hanno nascosto ogni dibattito sotto il tappeto. In primo luogo, volevano salvare la stagione turistica estiva, che è una vacca redditizia che fornisce molta crescita nel secondo trimestre per molti paesi. In secondo luogo, i governi non volevano creare panico tra i consumatori. Non è stato fino a luglio quando la retorica pubblica di Bruxelles e dei governi nazionali ha iniziato a riflettere le preoccupazioni a porte chiuse. È un po’ troppo tardi per un controllo della realtà, cosa che la politica sta ancora sopprimendo.

READ  La Florida stabilisce un numero record di ricoveri ospedalieri a causa del virus Corona

Il risultato: gli europei ordinari non hanno compreso appieno l’anomalia del prossimo inverno. Il fatto che le luci soffuse e l’aria condizionata limitata accendano un dibattito così acceso non fa ben sperare. Entro dicembre, tutto il clamore sembrerà banale se la Russia utilizzerà l’energia come arma aggiuntiva. È spaventoso immaginare semplicemente l’effetto sulle famiglie a basso reddito che devono scegliere tra pagare il cibo o il riscaldamento.

Per ora è chiaro che Putin vuole imporre un cambiamento radicale all’Unione Europea e alle sue sanzioni. Accadrà nel modo più efficace con discordia, sfiducia e disinformazione tra gli europei. Questo non è il momento per la politica partigiana meschina. Ciò che serve ora è una valutazione sobria che oltrepassi le linee di parte e porti a soluzioni. È troppo tardi per quei controlli di realtà.

Altro da questo scrittore e altri su Bloomberg Opinion:

Draghi non viene più a salvare l’Italia: Maria Tadeo

Sudare mentre ti preoccupi di tremare: Andreas Kluth

Stanno arrivando molti inverni. Inizia subito a risparmiare energia: Javier Blas

Questa colonna non riflette necessariamente l’opinione della redazione o di Bloomberg LP e dei suoi proprietari.

Maria Tado è una corrispondente europea con sede a Bruxelles per Bloomberg Television, dove si occupa di politica europea, economia e NATO.

Altre storie come questa sono disponibili su bloomberg.com/opinion