Maggio 20, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Tre enormi domande su MacBook Pro a cui Apple dovrebbe rispondere subito

Insieme a meleSbircia le prestazioniL’evento di martedì prossimo, il geek sta sventolando per le “sorprese” pianificate da Tim Cook e dal suo team. Dico sorprese perché Come la maggior parte delle versioni tecnologiche, tutti hanno una buona idea di cosa aspettarsi.

Questo è vero nella maggior parte dei casi, ma La domanda su cosa farà Apple con il MacBook Pro Mi sento ancora insensibile.

La prima grande domanda è forse la più semplice. Apple rilascerà davvero un nuovo MacBook Pro? Con i modelli di fascia alta da 14 pollici e 16 pollici rilasciati solo alla fine del 2021, è improbabile che raccolgano miglioramenti evidenti delle specifiche, lasciando il MacBook Pro entry-level. Lanciato insieme a MacBook Air e mac Mini come il primo Mac fornito con Apple Silicon basato su ARM, devo chiedermi se Apple ha ancora bisogno del MacBook Pro entry-level?

Da un punto di vista puramente marketing, sì, lo è. Da un punto di vista pratico, se vuoi una potenza elevata, con i modelli da 14 pollici e 16 pollici. Se vuoi un ottimo dispositivo versatile, hai il MacBook Air. Voglio solo un po’ più di potenza per aumentare significativamente i prezzi…. Certo, ecco il MacBook Pro stranamente definito.

Il che porta alla seconda domanda: supponendo che la risposta alla prima domanda sia “sì, ci sarà un nuovo MacBook Pro”, rimarrà con un chipset M1 aggiornato che offre più dell’Air, ma non usurpa l’M1 Pro o M1 Max dai laptop più grandi? Oppure Apple getterà una pietra di confusione nel lago dei suoi schemi di denominazione e rilascerà questo MacBook Pro di base con un chipset M2. Questo lo renderebbe il primo con l’M2, ma se ogni altro pezzo della famiglia Mac utilizzasse l’M1… sicuramente il consumatore medio chiederebbe un M2 perché 2 è maggiore di 1?

Infine, la questione del design è davvero importante. Apple ha dimostrato con i suoi laptop MacBok Pro di fascia alta di avere un nuovo linguaggio di design in atto; C’è un gradito ritorno per le numerose porte I/O, il display basato su miniLED è luminoso e vibrante e hai una batteria a ricarica rapida che sembra appartenere alla scheda tecnica dello smartphone.

Se c’è un nuovo MacBook Pro la prossima settimana, dovrebbe sicuramente assomigliare a un nuovo MacBook Pro e non tornare a un design che sembra molto più vecchio con ogni nuova versione di laptop Windows 11 oltre i, spero che Apple non rimanga con Older design e, sorprendentemente, offrirai ancora un nuovo MacBook con Touch Bar?

L’opinione comune è che Apple stia rilasciando un nuovo MacBook Pro entry-level, con un design più vecchio, ma con un nuovo chipset M2. Scegliere questa aspettativa significa che c’è assoluta sicurezza nei numeri, ma ci sono domande più grandi da porre al di fuori del pacchetto.

Apple giocherà in modo conservativo la prossima settimana con più di un semplice aggiornamento all’M1 nel vecchio design? Tim Cook e il suo team passeranno ai chip M2 mesi prima che il WWDC riveli i dettagli nella prossima versione di macOS? Apple interromperà la sua cauta campagna di marketing confondendo due punti di forza che superano la forza?

Rotola martedì.

Ora leggi gli ultimi titoli di Mac, iPhone e iPad nella colonna settimanale Apple Loop di Forbes…

READ  Laby: il WRC è strategicamente più difficile con gli ibridi