Settembre 18, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Trapped: la canzone dell’Italia Cattura i cacciatori per salvare gli uccelli | Uccelli

UNDue ore dopo aver ripulito le montagne di Prussia, Stefania Travaglia trova finalmente quello che sta cercando. Nelle remote case coloniche di un villaggio alpino, dietro un prato e alcuni alberi è in parte nascosta una trappola a rete. Intrappolato in una rete metallica, il tordo stremato è seduto in silenzio e immobile.

Travaglia nasconde due telecamere con sensore di movimento accanto alla trappola, per operare in modo rapido e silenzioso. La cattura di un cacciatore richiede una chiara prova di illecito. “Devi guardare tutto: devi guardare la trappola; Devi vedere la persona; Se c’è un uccello dentro “, dice.

Nessuno può vedere quando installa le telecamere, ma gli ingegneri di solito lavorano vicino alla casa e nessuno può guardare. Per qualcuno al suo lavoro, questa sensazione di disagio fa parte del lavoro.

Intrappolato in un dominio Intrappolato in una rete. A volte gli uccelli vengono strappati vivi e usati come detriti per catturare gli altri. Foto: Joey Tyson

Un membro della Travaglia Gruppo anti-abbattimento di uccelli (veicoli), Un gruppo anti-bracconaggio dedicato alla conservazione degli uccelli in Europa. Valutato in mezzo 11 milioni e 36 milioni di uccelli Ogni anno nei paesi del Mediterraneo vengono uccisi o catturati illegalmente, molti di loro durante la migrazione. La squadra è stata Attivo a Brescia, nel nord Italia, Dai primi anni ’80.

Più di 5 milioni Si ritiene che gli uccelli, i più grandi in qualsiasi paese europeo, vengano cacciati illegalmente ogni anno in Italia Bird Life International. Presia, una parte della regione Lombardia, è l’area più colpita. Qui, le specie di uccelli protette vengono solitamente uccise in trappole arcuate e brutali o intrappolate vive nelle reti, che vengono utilizzate come prede. A volte, vengono semplicemente colpiti. Caps ritiene che sulla base di quasi 40 anni di attività nella regione, ogni anno in Prussia vengano cacciati tra 400.000 e un milione di uccelli.

Sebbene illegale, la cattura di uccelli canori è stata a lungo un problema ricorrente nella regione. Secondo Travaglia, l’uccello che ha visto potrebbe essere diventato un relitto diretto, ei bracconieri lo hanno usato per attirare altri uccelli nei loro terreni di caccia, chiamando inconsapevolmente altri uccelli alla loro morte.

Uccelli canori spennati
Uccelli canori spennati. Gli uccelli morti si vendono per circa 3 ciascuno. Foto: per gentile concessione di Caps

È un’attività redditizia che può fare qualsiasi cosa per un prezzo compreso tra € 3 per uccello e € 100 (£ 85) per uccello vivo.

Sebbene sia contro la legge servire uccelli canori nei ristoranti italiani, tali cibi Sputare (Uccelli canori allo spiedo), E polenta e osei (Polonia con uccelli canori fritti), ancora prodotta nelle campagne del nord.

Il problema non è solo il numero di cacciatori, ma anche la brutalità e la varietà dei loro metodi: l’ultimo posto in Europa ad avere trappole ad arco è la Prussia, o Arco, Sono ancora utilizzati. A un occhio inesperto, è facile non notare l’aspetto di una trappola ad arco. Quando un uccello atterra nella sua presa, viene attratto dalle bacche di sorbo rosso esca, che le intrappolano e rompono le zampe dell’uccello, provocando una morte lenta e miserabile. Sono usati quasi esclusivamente per catturare i pettirossi, che sono considerati una prelibatezza nel nord Italia.

Il tordo è una canzone sull'essere catturati dai cacciatori a Brescia e attirare altri uccelli
Il tordo è una canzone sull’essere catturati dai cacciatori a Brescia e attirare altri uccelli.
Foto: WWF Italia

Non appena Travaglia mette le trappole fotografiche, informa la gente del posto carabinieri La foresta (Polizia forestale). I carri non hanno il potere di affrontare i cacciatori; L’obiettivo è che la polizia tenda un’imboscata e raccolga informazioni e prove che possono essere utilizzate per catturare un criminale. L’operazione congiunta tra la polizia forestale e i veicoli è iniziata nel 2001. Da allora si è sviluppato uno stretto rapporto di lavoro tra i due gruppi, riducendo sensibilmente il numero di trappole illegali a Brescia.

La caccia è attiva tutto l’anno e la stagione delle trappole raggiunge il culmine in autunno, quando miliardi di uccelli migratori volano attraverso le strette catene montuose della Lombardia diretti in Africa. La squadra di Caps cancella le montagne di Prussia in ottobre per trappole illegali.

Stefania Travaglia cerca trappole illegali nelle montagne di Prussia
Stefania Travaglia cerca trappole illegali nelle montagne di Prussia. Foto: Joey Tyson

Hanno creato un vasto database di potenziali siti, ciascuno proiettato su una mappa satellitare 3D, che copre un’area di 4.500 chilometri quadrati (1.700 miglia quadrate). Una volta registrati, i dati vengono inviati alla polizia.

L’agente investigativo di Caps, Andrea Ruddigliano, ha detto che circa cinque anni fa gli ingegneri “si sono resi conto del potere accresciuto della polizia forestale, grazie alla nostra collaborazione perché noi risparmiamo tempo”.

Invece di impiegare due giorni per catturare le trappole – un giorno per trovare le trappole, poi un secondo per intrufolarsi – i dati forniti dai tappi consentono alla polizia di agire simultaneamente. Di conseguenza, vengono impostate meno trappole. Trappole recuperate a 78 in funzione l’anno scorso – Il numero più basso – con 57 ragnatele, rispetto ai 12.104 del 2001.

Nel 2014, il gruppo ha anche contribuito a colmare una lacuna nella legge italiana che consente di importare i passeri tunisini in Italia e di venderli nei ristoranti. Quello stesso anno, dopo una lunga campagna, Caps ha contribuito a fermarne l’uso roccoli – Grandi reti progettate per mantenere in volo gli uccelli in volo – in precedenza erano consentite su base culturale “tradizionale”.

Un pettirosso viene liberato da una trappola da un membro del gruppo contro la macellazione degli uccelli
Un Robin viene rilasciato dopo essere stato intrappolato in una trappola. Foto: WWF Italia

Uno dei problemi principali per Caps è la linea oscura tra cacciatore e cacciatore. La cattura è sempre illegale, ma i cacciatori hanno un elenco di 39 uccelli che possono essere uccisi legalmente durante la stagione di caccia ufficiale. Caps ha detto che 70 dei cacciatori catturati avevano la licenza di caccia.

Il dato è contestato dall’Associazione Italiana Cacciatori (FIDC), che riconosce che “da 100 a 120 violazioni penali della legge sulla caccia” si verificano ogni anno, ma sostiene che la maggior parte delle battute di caccia sono effettuate da individui senza licenza.

Dal 2018, Rutigliano ha aiutato la polizia a catturare quasi 40 bracconieri. Dice: “Non vediamo tanti ingegneri come prima. Quindi ora ci stiamo muovendo verso l’attività di ripresa. Abbiamo ridotto quel settore a una fonte di illegalità e ora passiamo a quello successivo. “

Il direttore sportivo del WWF Filippo Bambergi ritiene che la sparatoria illegale di cantautori sia ora il problema più grande che la Prussia deve affrontare. A causa del gran numero di bracconieri autorizzati in Prussia – circa 20.000 – le persone che uccidono specie protette possono farlo per paura di essere scoperte, dice.

Anche se vengono catturati, le leggi non bastano a fermare i bracconieri, che, secondo Pombergi, rischiano multe fino a 500 dollari.

“Le multe sono le stesse da 30 anni. Se spari a un uccello protetto, è una multa molto più bassa”, dice Filippo. “Se spari a uno o 1.000 uccelli, la multa è la stessa”.

Trova un’età più alta per la protezione dall’estinzione qui e segui i giornalisti sulla biodiversità Phoebe Weston E Patrick Greenfield Su Twitter per tutte le ultime notizie e funzionalità

READ  Italia Euro 2020: Jorginho ed Emerson aggiunti ai 28 convocati