Settembre 27, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Tradizioni secolari hanno portato migliaia di persone a celebrare e adorare a Little Italy

Le strade del North End di Boston si riempiono di migliaia di visitatori e dell’odore del delizioso cibo italiano per tutto il weekend. La domenica è stato il culmine dei quattro giorni annuali Festival Per il giorno di Sant’Antonio e il giorno di Santa Lucia.

Dopo un anno di pausa a causa delle restrizioni COVID, le vacanze tornano in pieno vigore quest’anno, portando Folla prevista per più di 300.000 persone. Le strade di Endicott, Thatcher e North Margin erano piene di giochi di carnevale e venditori di cibo e merci italiani. Al centro di tutto c’era una cappella illuminata con una statua di Sant’Antonio, dove i frequentatori del festival lasciavano soldi da donare a enti di beneficenza locali a conclusione dell’evento.

Padre Michele della Pena, parroco della Parrocchia di San Leonardo, ha tenuto l’omelia prima della celebrazione eucaristica all’aperto di sabato sera. (Foto: Taylor Blakely)

quando italiano immigrati (La stragrande maggioranza di loro fuggiva dalle difficoltà economiche e politiche nella regione meridionale della loro patria) Si stabilirono in quella che oggi è la Piccola Italia all’estremità settentrionale durante la fine del XIX e l’inizio del XX secolo, continuando le loro tradizioni. Molte delle loro usanze sono state legate alla loro fede cattolica romana. Sant’Antonio e Santa Lucia sono due delle migliaia di santi che hanno pregato per loro e sono stati scelti come patroni per prendersi cura della loro nuova casa.

Sant’Antonio è conosciuto come il patrono dei miracoli e delle cause perse, e anche le persone lo pregano per chiedere aiuto nel ritrovare le cose perdute. Santa Lucia, spesso raffigurata con i bulbi oculari su un piatto, si dice che illumini non solo il visibile ma anche l’invisibile.

I festeggiamenti, iniziati giovedì, sono dedicati a Santa Lucia. Quest’anno è stata la celebrazione del centenario, guidata dalle donne di un’organizzazione centenaria, la Società Santa Lucia. Sant’Antonio è salito sul palco principale venerdì e i membri della controparte maschile, la Società di Sant’Antonio, che hanno organizzato un programma del fine settimana pieno di processioni, messe e concerti, hanno fatto sì che tutto andasse per il meglio.

Joyce Bede, 65 anni, ha aiutato i visitatori alla cappella presso la sede della Società di Sant’Antonio da Padova in 201 Endicott Street, dove hanno installato offerte sotto forma di banconote da un dollaro su nastri attaccati alle figure di Sant’Antonio e Santa Lucia. Il nonno di Bedi fu uno dei padri fondatori della Società di Sant’Antonio quando fu costituita nel 1919. Nel 1947, sua nonna si unì alla Società di Santa Lucia (o Lucia).

“È molto importante per noi”, ha detto Bedi, la cui figlia e nipote si sono unite ai festeggiamenti. “Molte persone che vivevano nel quartiere stanno tornando per tutto questo”.

Bede ha vissuto in un quartiere di Little Italy per la maggior parte della sua vita e si è recentemente trasferita nei sobborghi di Boston. Ma la distanza extra che ha dovuto percorrere non era nulla in confronto al viaggio transcontinentale fatto dai suoi antenati immigrati italiani.

“Hanno portato le tradizioni dall’Italia … quando sono venuti in questo paese, hanno portato avanti le tradizioni e la festa si tiene allo stesso tempo in una piccola città, Montefalción”, ha detto Beda. “Sant’Antonio, fallo uscire domani a mezzogiorno, e torna in Italia, lo tireranno fuori alle sei di sera.”

Renee Squillant, l’originale ragazza Cannoli, mette la ricotta in un guscio mentre chiacchiera con un cliente in attesa della sua ricompensa. (Foto: Taylor Blakely)

Con la differenza di fuso orario, le processioni iniziano contemporaneamente all’interno e all’esterno, indipendentemente dalla sponda dell’Atlantico che i fedeli portano a casa. Secondo la NBC Boston, la festa, conosciuta come la più grande festa religiosa italiana del New England e la seconda più grande dell’intero Paese, è anche un’occasione per far rivivere la tradizione attraverso musica, danza e, naturalmente, cibo.

Rene Squillante, The Original Cannoli Girl, ha venduto centinaia di gusci di biscotti ripieni di ricotta cremosa e spolverati di zucchero a velo durante il fine settimana. Secondo Squillant, ha venduto il suo “primo cannolo in assoluto” alla festa, e tutti dicono che il suo è il migliore.

“Lo faccio da 49 anni quest’anno”, ha detto Squillant, che è nato e cresciuto nel North End. I suoi nonni possedevano una panetteria in Salem Street quando era giovane e spesso si svegliava con l’odore di pane e cracker.

“Ho aiutato a fare biscotti e cose del genere”, ha detto. “Prima che tu te ne accorga, stavo rotolando: mi hanno fatto dei cannoli per bambini fatti a mano con un bastone di legno. Era un manico di scopa… È così che hanno arrotolato i gusci dei cannoli originali, tutto a mano. “

La prima volta che ha venduto la panetteria Eid della sua famiglia, aveva circa 16 anni. Sua nonna le ha detto di vendere cannoli – lei ha fatto proprio questo. Dal momento che ha diffuso con successo la gioia a Cannolis come venditrice ai festival di tutto il New England, anche se ha dovuto spostarsi attraverso il tunnel verso la periferia, il North End è ancora la sua casa.

Dante Tordiglioni, 48 anni, era lì con sua figlia di 12 anni, Ava Tordiglioni. Sarai la terza generazione della famiglia ad entrare a far parte della Saint Lucy Society quando raggiungerai l’età adulta a 9 anni. (Foto: Taylor Blakely)

“Conosco tutti qui. Sono venuti tutti a trovarci, tutti i più grandi”, ha detto Squillant. “Ho clienti e le loro madri li hanno portati qui quando erano piccoli. Ora sono tutti cresciuti con i loro figli e i loro figli”.

Il festival era un affare di famiglia ovunque. Per molti membri delle Assemblee di Sant’Antonio e Lucia portavano il mantello dei loro predecessori.

La dodicenne Ava Tordiglioni sarà la terza generazione ad entrare a far parte della Saint Lucy Society quando raggiungerà l’età adulta. Sua nonna e sua nonna erano membri, e sua zia, che era lì con lei, Carmen Tordiglioni, è attualmente membro.

“Io amo solo i santi”, disse il giovane Tordiglione. Anthony mi aiuta a trovare le cose tutto il tempo… voglio dire tutto il tempo. “

C’era anche Dante Tordiglioni, membro della Compagnia di Sant’Antonio, con la figlia e la sorella. Ha detto che sebbene il significato religioso della festa a volte possa perdersi in tutto il caos gioioso dei festeggiamenti, i festeggiamenti sono più apprezzati e meglio compresi dai credenti.

“Questa è davvero la parte più bella della festa per me, comunque”, ha detto. “I veri credenti che escono e vogliono davvero sostenere Sant’Antonio e trovare conforto e amore attraverso di lui. Questa è la parte migliore per me”.

READ  Deliveroo raddoppia gli ordini nella prima metà del 2021

Guarda altre foto del weekend: