Dicembre 4, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Tommasi conferma la sua posizione come uno dei principali produttori di vino in Italia con una serie di prestigiosi riconoscimenti, oltre a lanciare il proprio Wine Club, che unisce una selezione dei suoi migliori prodotti a privilegi esclusivi.

Il progetto Tommasi Wine Club nasce per portare i prodotti più apprezzati e premiati dell’azienda nella comunità online degli appassionati di vino.

Verona, 21 novembre 2022 – Premiato con prestigiosi riconoscimenti dalle più importanti guide enologiche, il progetto di crescita e consolidamento di Tommasi Family Estates testimonia la dedizione e l’attenzione alla qualità in tutte le aree della collezione, dalla Valpolicella in Veneto al Vulture in Basilicata, passando per Montalcino in Toscana.

L’Amarone della Valpolicella Classico Riserva DOCG De Buris è ancora una volta protagonista della famiglia Tomassi, vincendo il Premio Ferro come Miglior Rosso Invecchiato dall’Associazione Sommelier del Veneto, oltre a “4 Viti” da AIS, “3 Coppe” da Gambero Rosso, “Facce sorridenti” dalla Guida Vini Essenziale di Cernilli (Doctor Wine) e “Corona” da ViniBuoni d’Italia; Anche l’Amarone della Valpolicella Classico DOCG di Tomasi ha portato a casa la ‘corona’, rendendo Tomasi l’unica azienda della regione ad avere due Amaroni premiati con la massima onorificenza di Fiebone d’Italia. Per quanto riguarda Ca’ Florian Amarone della Valpolicella Riserva, Bibenda lo ha premiato con “5 Grappoli d’Uva” e tra i cento migliori vini di Verona. 4 stelle da ViniBuoni a favore di Ripasso e Rafaèl Valpolicella Classico Superiore DOC, che è stato spazzato via da Michael Garner della rivista inglese Decanter che gli ha assegnato un voto di 95/100.
Anche Le Fornaci ha avuto la sua parte di successo, con il Lugana Riserva DOC premiato con 4 Rose Camune dall’AIS in Lombardia e il giovane Lugana premiato dalla Guida ai cento migliori vini di Verona.

Spicca la produzione Casisano di Montalcino, sia con il Colombaiolo Brunello Riserva che con il Brunello, con punteggi perfetti tutti oltre i 90/100 dalle guide italiane e in particolare dalle testate enologiche estere come Wine Spectator, Vinous, Decanter, James Lactation e Falstaff. Paternoster Don Anselmo Aglianico del Vulture Superiore DOC si conferma ancora una volta icona della Basilicata con 4 Vitigni Guida AIS, 93/100 da Veronelli e 95/100 da Cernilli-Doctor Wine, Synthesi Aglianico del Vulture riceve il Premio BereBene 2023 dal Gambero Rosso. Caseo, l’azienda agricola dell’Oltrepò Pavese, patria del Pinot Nero e degli spumanti, ha ricevuto 4 Rose Camune dall’AIS Lombardia.

READ  Vuoi vivere all'estero come nomade digitale? Questo è quanto puoi guadagnare lavorando in 38 paesi

Con il desiderio di condividere i suoi premiati prodotti con veri appassionati di vino, Tommasi lancia una nuova esperienza pensata e personalizzata per un pubblico molto esigente. Tomasi Wine Club, online dall’interno Ospitalità del vino Tomasi Il portale, un’opportunità per accedere a prodotti appositamente selezionati e vedere i vini più quotati dell’azienda.

“Ci è venuta l’idea di un wine club come un modo esclusivo e innovativo per far crescere i nostri wine lovers e altri appassionati. È un progetto in cui credo molto, ed è pensato per creare un rapporto diretto con la nostra comunità, basato su fidelizzazione del cliente”, spiega il direttore generale Pierangelo Tomasi. “Tommasi Wine Club è parte integrante della strategia che abbiamo già messo in atto per essere più reattivi, sfruttando le potenzialità che ci offre il marketing online. L’interesse per la vendita diretta al consumatore tramite Wine Club è un’attività stimolante e in crescita tendenza, ma non è affatto facile.Condizioni.L’obiettivo dei nostri clienti deve essere coccolato, incoraggiato e indirizzato verso la prova di nuovi vini o esperienze di degustazione in cantina.Richiede continua energia e perseveranza nello stabilire un rapporto con ciascuno consumatore, prima e dopo l’acquisto. È quindi un progetto molto impegnativo. Sono però convinto che Investire direttamente sui consumatori sia una strategia vincente, perché le abitudini di acquisto stanno cambiando e c’è, infatti, un aumento della domanda che arriva direttamente da loro”.

Tommasi Wine Club offre diverse tipologie di abbonamenti, che permettono agli appassionati di vino di ricevere una selezione costantemente aggiornata di prodotti appositamente selezionati. Tutti i piani di abbonamento includono l’Amarone della Valpolicella Classico Tommasi, la bottiglia celebrativa in edizione limitata per i 120 anni dell’azienda. Non solo vino, ma anche degustazioni in cantina e i vantaggi dei servizi offerti da Villa Quaranta Tommasi Wine Hotel & Spa.

READ  Il Gruppo Campari registra una forte crescita a doppia cifra nel 2021

Il progetto Tommasi Wine Club si inserisce in un progetto di crescita ampio e lungimirante dell’azienda. La famiglia si rivolge al pubblico eno-appassionato, dando loro la possibilità di avere in casa una raffinata selezione di prodotti esclusivi e, allo stesso tempo, di conoscere nuovi prodotti ed esperienze.

Tenuta della famiglia Tomasi

Una famiglia e un gruppo che lavorano per il presente e il futuro del vino italiano: Tommasi rappresenta la storia della Valpolicella, ma non solo. Con sette aziende vitivinicole in sei regioni d’Italia – Tomasi in Veneto, Tenuta di Queso in Lombardia, Cassiano a Montalcino e Poggio al Tofo nella Maremma toscana, Masseria Surani in Puglia, Paternoster in Basilicata e un progetto in Umbria che sarà pronto nel 2023 (più Partnership con La Massa in Chianti Classico) – L’obiettivo del gruppo è quello di creare grandi vini, mettendo sempre in risalto il valore del singolo territorio.
Completano il quadro il progetto culturale ed enologico De Buris, legato al terroir della Valpolicella Classica, il restauro di Villa de Buris e la produzione dell’Amarone Classico DOC Riserva.

Quattro generazioni di pionieri, esploratori, precursori e soprattutto sognatori, attenti all’importanza vitale della qualità in ogni fase della produzione, nel rispetto delle tecniche tradizionali ma anche aperti alla sperimentazione: attraverso l’esperienza e le conoscenze uniche che hanno acquisito e coltivato. Allo stesso tempo, la famiglia Tommasi mira a riflettere il meglio di ogni regione, combinandolo con la dedizione alla sostenibilità e all’ospitalità.
Il loro interesse si manifesta offrendo un caloroso benvenuto presso Villa Quaranta Wine Hotel & SPA in Valpolicella, Hotel Mazzanti e Caffè Dante Bistrot a Verona, Poggio al Tufo Agriturismo a Pitigliano, nella Maremma toscana.

READ  Il Parlamento europeo elegge la prima presidente donna in vent'anni - EURACTIV.com

Per la tenuta della famiglia Tomasi Ho.Re.Ca. Il retail ha la stessa incidenza e ciascuno rappresenta circa il 50% del business dell’azienda. L’Italia copre il 15% delle vendite totali; Tomasi è ora presente in 70 mercati in 5 continenti, Nord America ed Europa rappresentano la maggioranza con Asia e Oceania in crescita.