Dicembre 3, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Timori di coscrizione mentre i giovani ucraini smettono di lasciare i territori occupati | Ucraina

I soldati russi hanno respinto i giovani ucraini che hanno cercato di lasciare le aree occupate, con crescenti timori che potessero essere arruolati nell’esercito russo.

All’unico incrocio tra le aree occupate e il resto delle aree UcrainaI soldati russi hanno detto a dozzine di uomini di età compresa tra i 18 e i 35 anni che c’è il divieto di lasciare loro il permesso, secondo uomini più anziani che sono sopravvissuti, così come due ONG coinvolte nell’aiuto all’evacuazione delle persone e gruppi Telegram locali .

Le autorità ucraine ritengono che la Russia cercherà di mobilitare i giovani nelle aree recentemente occupate per combattere contro l’Ucraina, come Era La situazione in alcune parti dell’Ucraina orientale sotto il controllo russo dal 2014.

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha chiesto agli ucraini nei territori occupati di nascondersi dalla mobilitazione “con ogni mezzo”, aggiungendo che se fossero stati reclutati con la forza, dovrebbero sabotare le operazioni militari russe dall’interno e “alla prima occasione, andare a [Ukrainian] posizioni”.

Oleksandr, 37 anni, residente a Kherson, ha detto di essere riuscito a lasciare la città la scorsa settimana, ma ha visto due auto restituite a persone perché avevano uomini che si adattavano alla fascia di età dai 18 ai 35 anni. Uno di loro, ha detto, era un uomo di 35 anni che era con sua moglie e due figli.

Tra i giovani che conosco [in Kherson]”Sono stati tutti seduti a casa nell’ultima settimana con le porte chiuse”, ha detto Oleksandr. “Stanno cercando di non andare da nessuna parte. La paura è molto reale”.

Le autorità di occupazione non hanno ancora annunciato la mobilitazione a Zaporizhia, Kherson e in altre aree occupate dopo l’invasione. Ma lo stato maggiore delle forze armate dell’Ucraina rivendicato sabato Gli uomini nei territori occupati che hanno accettato passaporti russi ricevono avvisi di coscrizione.

READ  Le vittime della sparatoria a Plymouth sono la madre del killer, una bambina di tre anni

Con una mossa ampiamente vista come un’escalation, la scorsa settimana la Russia ha annunciato una mobilitazione di 300.000 uomini, dopo che i soldati russi sono stati costretti a ritirarsi dalla regione di Kharkiv. La decisione è sua portato a proteste attraverso la Russia. I coscritti russi che si rifiutano di combattere andranno in prigione.

Le autorità di occupazione in Ucraina stanno tenendo i cosiddetti referendum sull’adesione alla Russia – dopodiché, affermano importanti figure russe, Mosca considererà qualsiasi attacco dell’Ucraina in quelle aree un attacco diretto alla Russia. Secondo i media statali russi, Mosca prevede di annunciare l’annessione dei territori occupati il ​​30 settembre.

Le ONG coinvolte nell’evacuazione delle persone dai territori occupati hanno affermato che i giovani vi stavano cercando rifugio dopo essere stati fermati al valico di Vasilievka, una cittadina nella regione di Zaporizhia. Il checkpoint è l’unico luogo in cui i civili possono attraversare la linea di comunicazione di 800 miglia per lasciare le aree occupate dalla Russia.

Il numero di domande di giovani che cercano di partire è aumentato del 50% nell’ultima settimana, secondo Dina Jurich, la coordinatrice dell’evacuazione presso l’ONG che aiuta a partire. Ma sfortunatamente, ha detto Orrich, non è possibile aiutare uomini di età inferiore ai 18-35 anni a causa del presunto divieto.

In una chat di Telegram, in cui le persone che cercavano di attraversare il checkpoint si scambiavano informazioni, una donna ha detto che il suo gruppo comprendeva uomini di età compresa tra i 18 ei 35 anni, ma che sono riusciti a passare. “C’era una specie di [order] A proposito di lasciare gli uomini, ma le donne pregavano, piangevano e facevano storie”, ha scritto. Un’altra donna che viaggiava con un uomo di 21 anni nel suo gruppo ha detto che gli era stato permesso di uscire perché gli era stata concessa un’esenzione sanitaria.

READ  La seconda era elisabettiana terminò e l'economia britannica era turbolenta

Tuttavia, i rapporti in altre chat di Telegram sono stati negativi, con un uomo che ha scritto: “Ne ho chiamati tre [drivers] E tutti hanno detto che non avrebbero fatto uscire i ragazzi di 18-35 anni”. Un’altra donna ha scritto: “È una bugia che abbiano rilasciato qualcuno… ci abbiamo provato ieri”.

I risultati del sondaggio su chi è riuscito ad attraversare il checkpoint saranno pubblicati lunedì sera, secondo un funzionario del gruppo Telegram. Uno degli uomini, che ha inviato sotto lo pseudonimo di Konstantin, ha implorato i suoi ottomila compagni membri del gruppo di mantenere la calma fino a quando i fatti non saranno noti.

“Sono seduto io stesso [my] Borse che desiderano [ask] Ogni ora cosa succede [at the checkpoint] e se lasciano passare le persone o dovremmo aspettare”, ha scritto.

Funzionari ucraini hanno descritto la possibile mobilitazione di uomini nelle regioni di Zaporizhzhya e Kherson come un genocidio.

L’assistenza alla partenza e l’assistenza all’evacuazione Kherson, un’altra ONG che aiuta le persone a uscire, hanno affermato che gli autobus, compresi quelli che non trasportavano uomini, erano stati respinti ai posti di blocco russi da giovedì. Ma chi ha la propria auto riesce ad entrare in Ucraina.

ha detto il capo dell’Organizzazione per l’evacuazione di Kherson, che ha chiesto di non essere nominato perché la sua squadra ei suoi parenti vivono a Kherson occupata.

“Abbiamo già visto che nelle regioni occupate di Luhansk e Donetsk è stata mobilitata quasi tutta la popolazione maschile e ci aspettiamo che annuncino la mobilitazione in [Kherson and Zaporizhzhia] “Le regioni sono solo ‘annesse'”, ha detto in un’intervista Vadim Skipetsky, vice capo dell’intelligence militare ucraina.

READ  Amelie Osborne Smith, un'adolescente britannica, parla del calvario in un ospedale dello Zambia

Pertanto, migliaia di ucraini moriranno, compagni ucraini. È un genocidio diretto: queste persone non hanno né addestramento né attrezzatura; Sono stati semplicemente mandati a morire”.

organizzazioni per i diritti umani per I tartari di Crimea affermano che i membri della minoranza etnica musulmana hanno ricevuto la stragrande maggioranza delle notifiche di coscrizione nella Crimea annessa alla Russia.

Zelensky, commentando il reclutamento dei tartari di Crimea e della minoranza etnica russa nelle parti occupate dell’Ucraina, ha definito la mossa “criminale” e “un altro elemento della politica genocida russa”.

Video di proteste contro la mobilitazione sono apparsi in Daghestan e in Yakutia, repubbliche della Russia meridionale e della Siberia. Un gruppo di donne che manifestavano in Daghestan ha detto a un agente di polizia: “Non siamo ciechi… La Russia ha attaccato l’Ucraina”.