Dicembre 4, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

‘The White Lotus’ stagione 2 e Instagram Vacation

Qualche mese fa, i Leggi Volpe una storia su Viaggiare verso la “Capitale mondiale di Instagram”, Positano, mi ha perseguitato da allora. Dopo un viaggio di una settimana nella città italiana, la scrittrice Rebecca Jennings ha scritto che l’intera vacanza l’ha lasciata intontita, in parte perché ha praticamente preso la stessa vacanza che ha seguito su Instagram. Guarda questa stagione di loto biancoOvviamente, lo spettacolo non solo comprende l’idea di una vacanza “Instagram” – completa di consigli di amici, prenotazioni di Resy e attività basate su una recensione di Google – ma vuole anche chiamarmi per questo. E onestamente, me lo merito.

Verso l’inizio dell’episodio 3 della seconda stagione Porzia (Haley Lu Richardson) Ha una conversazione con Albie (Adam DiMarco) su quanto possa essere noiosa la vita. “Mi sentivo molto depresso a casa, e ho pensato che sarei venuto qui e avrei sentito qualcosa… Ora andiamo Da qualche parte come questo ed è bellissimo Poi scatti una foto e poi ti rendi conto che tutti hanno scattato la stessa foto dallo stesso identico punto. Ho appena creato dei contenuti ridondanti per lo stupido Instagram. E Alby risponde con un pensiero poco convinto con cui nemmeno lui è d’accordo: “Sbarazzati del tuo telefono”. Buttalo nell’oceano. Va notato che Portia continua a sedersi lì e a mandare messaggi al telefono, e fa letteralmente l’opposto di gettarlo nell’oceano.

Più avanti nell’episodio, c’è una scena con Daphne (Megan Fahey) e Harper (Aubrey Plaza) che realizzano la stessa idea in modo diverso. Daphne chiede ad Harper di fare una gita di un giorno con lei in una villa a Noto, ma quando arrivano lì, Harper scopre che in realtà stanno passando la notte. In un impeto di eccitazione, Daphne spiega i pipistrelli dicendo: “Quindi ho letto di Noto in compendio architettonico, veramente? E c’erano delle foto questo è castello. Quindi ho pensato, forse possiamo fare un tour. Così li ho chiamati e mi hanno detto: “Puoi affittare l’intero posto per la notte”. Così ho fatto! E quando Harper risponde con un grande, corretto scetticismo, Daphne dice: “Stavo per aspettare e vedere se ne valeva la pena, ma ora è come se dovessimo farlo, giusto?” ”

READ  Mafia Mama di Catherine Hardwicke Toni Collette è pre-venduto in tutto il mondo, Cattleya si unisce prima delle riprese in Italia

C’è qualcosa di molto divertente e imbarazzante in questo scambio. Queste due donne finiscono per passare la notte in un’enorme villa da sole, senza i loro mariti, perché invece di vedere qualcosa su una rivista e dire: “Forse voglio fare qualcosa… simile A questo,” disse Daphne, “voglio esattamente la stessa cosa.” “C’è una differenza. Non andiamo più in vacanza per noi stessi e in parte spendiamo per altre persone, dimostrando che possiamo andare nei migliori hotel, mangiare nei ristoranti più instagrammabili e affittare la nostra proverbiale villa. Abbiamo tutti bisogno di essere nel club ovunque andiamo.” Permettiamo alle persone di dirci quello che vogliamo, piuttosto che capirlo da soli.

E parte del motivo per cui è così imbarazzante per me è che mi colgo nell’idea. In ogni vacanza che ho fatto di recente, ho passato ore a cercare su Internet i migliori ristoranti. Ho scansionato infinite pagine di Google cercando di decidere in quale quartiere fosse il migliore in cui soggiornare: carino, pittoresco, fotogenico. Ho chiesto consigli a innumerevoli amici e li ho raccolti tutti in diversi documenti Google per assicurarmi che la mia vacanza fosse la più “divertente”. Ma per cosa? Quindi una foto dal vivo di un bar dell’hotel può vivere nelle mie storie di Instagram per 24 ore e poi non vedere mai più la luce del giorno? Quindi posso dire al mio amico che lo sono anche Ho provato i ravioli al ristorante XYZ e sì, mi ha cambiato la vita? Faccio tutta quella preparazione perché voglio innamorarmi di ogni posto che visito, ma forse non è così che dovrebbe funzionare il viaggio. Non puoi innamorarti di tutto. E non c’è niente di magico nel partire da un viaggio e avere le stesse identiche storie da raccontare del tuo migliore amico che ha fatto anche lui un viaggio da solo a Parigi l’anno prima.

Questo è ciò che ottiene anche Portia dalla sua conversazione con Albie. Voleva fare un viaggio in Italia per provare qualcosa, e invece ha finito per sentirsi completamente vuota. (Vero, è in vacanza con il suo capo, ma il punto rimane.) Vede il suo tempo in Sicilia come rimescolare le stesse cose di tutti gli altri. In tutta onestà, le persone vanno in vacanza in posti come l’Italia da centinaia di anni, così è lui è Parafrasando tecnicamente la stessa identica cosa di tutti gli altri. Ma la differenza con i social media è che ne sappiamo qualcosa in un modo che non conoscevamo prima. C’è un elemento di FOMO. Se non colpisci tutti i punti fatti da qualcun altro, ti stai perdendo.

Non sono qui per affermare di aver trovato una soluzione a questo problema. Penso che lo spettacolo ci stia chiedendo di chiederci cosa ci stiamo perdendo togliendo la spontaneità della vacanza. Le mie storie preferite delle mie esperienze di viaggio di solito implicano l’abbandono completo di una lista di controllo, come imbattersi in un ristorante che aveva un odore così buono all’esterno che dovevo provarlo. L’intero motivo per cui andiamo in posti nuovi è esattamente questo, perché sono nuovi per noi. Ed è un onore farlo. Ma se facciamo la stessa cosa di tutti gli altri, qualcosa che abbiamo visto su Instagram Reels 128 volte, è davvero una novità? Come la Portia, anche io non getto il mio telefono nell’oceano tanto presto, e ho ancora un Google Doc istintivo in un viaggio che farò la prossima settimana. Ma forse, solo forse, questa volta lascerò intatta la mia cartella “Vacanze ispiratrici” di Instagram.