Dicembre 4, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

tattiche di squadra messe in atto per governare Abu Dhabi; La brillante striscia di carriera di Hamilton è interrotta: i punti di discussione di Quali

La stagione 2022 sta volgendo al termine, ma prima che il sole tramonti sia letteralmente che figurativamente sulla campagna, c’è qualche affare in sospeso che deve essere affrontato.

Le prime tre squadre sono disposte a coppie sulla griglia in ordine di campionato, ma dopo un anno di sviluppo sono tutte a poca distanza l’una dall’altra. E dato che tutte e tre le squadre – e ovviamente Charles Leclerc e Sergio Perez in particolare – hanno un titolo in gioco, non sarà un match molto semplice fino alla fine dell’anno.

Lo stesso vale per l’intera rete in realtà. Solo il primo e l’ultimo posto nel Campionato Costruttori sono rimasti a terra, con tutti gli altri posti in palio.

Guarda tutte le prove, le qualifiche e le gare per il Campionato del Mondo di Formula 1 2022 in diretta su Caio. Nuovo a Kayo? Inizia subito la tua prova gratuita>

I piloti McLaren e Alpine si schiereranno fianco a fianco per il quarto posto. L’Aston Martin ha una chiara possibilità di battere l’Alfa Romeo di cinque punti dopo l’impressionante piazzamento nella top-10 di Sebastian Vettel nella sua ultima gara, mentre l’Alpha Tauri è a una distanza impressionante dai tre punti di cui ha bisogno per superare Haas all’ottavo posto.

Con solo quattro punti a disposizione per pareggiare tutte le cose, non tutte le squadre avranno successo, ma puoi star certo che perderanno male ovunque.

Se le auto sono lasciate a lei è un’altra questione. Durante le prove, piccoli segnali sono apparsi su e giù per la corsia dei box. L’auto di Pierre Gasly ha letteralmente iniziato a sgretolarsi nelle prove del sabato, le sue ruote anteriori destra sono crollate solo correndo oltre il bordo del marciapiede. Anche la Williams di Alex Albon si è sbarazzata spontaneamente della carrozzeria.

READ  Nuoto e snorkeling: Freri ottiene due massimi riconoscimenti a settimana

Dopo 22 gare, le vetture sono pronte per la sosta come il resto dello sport. Manca solo una gara.

Red Bull rende omaggio al “lavoro di squadra” dopo una settimana sciatta

Non si potrebbe scrivere un capitolo migliore della caotica settimana di disarmonia interiore della Red Bull Racing delle qualifiche per il Gran Premio di Abu Dhabi.

Max Verstappen stava correndo il rischio di sacrificare il suo secondo giro in pole per dare a Sergio Perez il miglior esempio di lavoro di squadra possibile in qualifica, e dato che il messicano ha battuto Charles Leclerc di soli 0,04 secondi, ha sicuramente avuto un impatto.

Su una pista in cui i sorpassi sono storicamente difficili, il piazzamento in griglia potrebbe fare la differenza domenica, quando Perez dovrà finire davanti a Leclerc per rivendicare il secondo posto in campionato e dare alla squadra il primo dei due piloti.

Entrambi i piloti sono stati tutti sorrisi dopo e si sono assicurati di sottolineare la priorità della squadra.

Verstappen ha detto in un netto cambiamento di tono dalla sua radio dopo la gara in Brasile.

“Anche Max ha fatto un ottimo lavoro per me”, ha detto Perez. “Abbiamo lavorato insieme come una squadra molto duramente in quel round finale.”

Button si raffredda mentre Ricciardo si muove | 01:56

Era tutta musica per le orecchie della squadra di Christian Horner. Il capo era persino alla radio sindacata di entrambi i piloti dopo la sessione per congratularsi con loro per il risultato.

“È stato un grande traguardo da parte della squadra”, ha detto in seguito. “La nostra prima chiusura in prima fila dell’anno e la prima dal 2018.

READ  Il Tour of Utah prevede un ritorno nel 2022 sotto la guida di Medalist Sports

“Siamo molto soddisfatti della prestazione in quanto ci dà la possibilità di concludere la nostra stagione di maggior successo nel miglior modo possibile”.

Ma la vera prova arriverà in gara.

Sebbene Verstappen sia il migliore per vincere la gara, portare Perez al secondo posto è l’obiettivo principale della squadra. Gli darebbe la strategia migliore che richiede a Verstappen di giocare il contrasto? O la faccia di Verstappen lascia passare Perez se stanno correndo uno-due e Leclerc prende il suo?

È un po’ un intrigo nella gara post-campionato.

La Ferrari ha una rara possibilità di riscatto dalla seconda fila

Leclerc non ha beneficiato di una scivolata nell’ultimo giro di qualifica. Preparare le gomme è stato inaspettatamente difficile questo fine settimana e invece entrambi i piloti hanno avuto l’opportunità di fare giri di preparazione perfetti piuttosto che preoccuparsi del posizionamento per il traino.

È stata un’occasione persa per affiancare Leclerc a Verstappen, ma significherebbe almeno che entrambi i ferraristi sarebbero partiti dalla seconda fila.

Questo crea una prospettiva allettante per la gara. Non solo Leclerc è ancora in grado di prendere il secondo posto in classifica da Perez, ma dà alla Ferrari la possibilità di dimostrare che la sua stagione di errori di calcolo strategico è alle sue spalle con una gara ben eseguita.

Con due vetture in lotta, la Ferrari ha una buona opportunità di usare la tattica per portare Leclerc davanti a Perez. La Red Bull Racing è ovviamente la squadra tatticamente più esperta nella pit lane, quindi non sarà facile, e sarà doppiamente difficile dato che probabilmente la Mercedes sarà nel mix sperando di andare avanti – seconda nella classifica costruttori è ancora un problema vivo.

READ  Notizie di trasferimento del Manchester City: muore Erling Haaland, muore Mino Raiola, Voci di trasferimento in Premier League, Zlatan Ibrahimovic, trasferimento più grande

Ma il successo qui sarebbe un modo profondamente significativo per la squadra italiana di finire quella che spera sarà una stagione di transizione per un titolo completo nel 2023.

“Sappiamo che la Red Bull e la Mercedes avranno un ritmo molto forte”, ha detto il direttore delle corse Laurent Mikis. “Possiamo aspettarci una battaglia serrata di sei partite e la gestione delle gomme sarà probabilmente di nuovo un fattore importante.

“Può creare opportunità e cercheremo di sfruttarle al meglio”.

Foto di Mark Thompson/Getty ImagesFonte: Getty Images

In una battaglia testa a testa, sembra che le strategie collaudate saranno approssimativamente divise, e se ci sono sei auto nel mix, la strategia richiederà una calibrazione attenta e precisa.

È tutto ciò che la Ferrari è stata poco brillante in questa stagione. Non avrai più possibilità di sbarazzarti di quei brutti ricordi rispetto all’ultima gara della stagione.

W13 rischi di fine stagione con sfilacciature

Questo per quanto riguarda la tempesta Mercedes di fine stagione.

L’ultima gara della campagna assomiglia notevolmente alla prima. Ferrari e Red Bull Racing sono impegnate in un’entusiasmante battaglia davanti, anche se a posizioni invertite, mentre la Mercedes è ridotta al terzo incomodo, osservatore lontano dalla battaglia per la vittoria.

È stata anche una vera e propria performance vintage, con il temuto rimbalzo dell’auto che ne ha influito sulle prestazioni finali.

Sia Lewis Hamilton che George Russell fuori ritmo in qualifica sono stati una sorpresa anche per la squadra, con Toto Wolff che ha detto che era una sessione “mettilo nel cesso”.

Ha anche confermato la prima stagione in assoluto di Hamilton in Formula 1 senza una pole position, e sembra probabile che completerà anche la prima stagione della sua carriera agonistica senza una vittoria.

Ma c’è il minimo barlume di speranza che la squadra possa mandare il 2022 su una prestazione almeno di tutto rispetto.

Dopo essere passati da impostazioni di carico aerodinamico alto a basso durante le sessioni di prove libere, entrambi i piloti hanno scelto di usare più alettone posteriore e più resistenza aerodinamica per le qualifiche e le gare.

Ha lasciato le due vetture troppo lontane sui rettilinei per competere per un solo giro, ma ha un prezzo per quello che il team spera sarà un migliore consumo delle gomme domenica – e con la gara che inizia alla luce del giorno e un’ora prima delle qualifiche, La gestione delle gomme sarà ancora più importante oggi, soprattutto nella prima metà di gara.

La Mercedes è già la migliore vettura tra le prime tre per quanto riguarda l’utilizzo delle gomme, e la gara dovrebbe essere delicatamente bilanciata tra uno o due pit stop. Poiché ci saranno giochi strategici tra le prime quattro vetture, ci sono buone possibilità che almeno due piloti si fermino davanti a loro due volte.

Foto di Rudy Kerzivoli/Getty ImagesFonte: Getty Images

Se la Mercedes riesce a essere competitiva con una sola sosta, potrebbe farsi vantaggio.

La W13 è stata anche più competitiva in assetto da gara per tutta la stagione, motivo in più per aspettarsi una forma migliore domenica.

Basta salire sul podio o competere per la vittoria?

“Mi aspetto che la Red Bull sia molto lontana, ma spero che possiamo inseguire la Ferrari”, ha detto Russell, mitigando le aspettative. “Vediamo cosa porta il domani.”

LE QUALIFICHE EMOZIONALI FINALI DI VETTEL E LE SUE ASPETTATIVE PER LA GARA

L’ultimo giorno di Sebastian Vettel in Formula 1 è arrivato, e il tedesco è in ottima forma per il suo canto del cigno.

Non ha deluso. L’uomo con il quarto maggior numero di pole nella storia della F1 ha vinto i calci di rigore nella sua ultima uscita e si è qualificato con un encomiabile nono posto, il massimo in mostra dalla sua macchina del tutto normale.

Era cinque posizioni più in alto del compagno di squadra Lance Stroll, che lo ha battuto in Q2 di 0,385 secondi nonostante le interruzioni del traffico.

“È stato un po’ emozionante prima di salire in macchina”, ha detto. “Appena sono salito in macchina ho pensato alle qualifiche, ai giri.

“Era vivo. Ero vivo. Mi sentivo bene.”

Ovviamente il nono posto in griglia non sarà ricordato come un punto culminante della carriera di Vettel – certamente non ad Abu Dhabi, dove è diventato il più giovane campione del mondo di F1 in 12 anni – ma questo round nel suo insieme è rimasto impresso nello sport. coscienza collettiva.

Non capita spesso che un quattro volte campione si ritiri, ed è chiaro che la sua partenza imminente lascia il segno.

È iniziato con una cena per tutti i piloti prima del fine settimana, organizzata e pagata da Lewis Hamilton. C’è un tributo al costume del casco e scambi infiniti di berretti e altri regali.

Poi ieri sera Vettel ha fatto i suoi ultimi giri di pista, completi di quello che sembrava essere la maggior parte del paddock, tutti vestiti con maglie bianche “Danke Seb” – tranne il ragazzo stesso, che indossava “Danke F1”.

È abbastanza per sciogliere il cuore anche del più agguerrito concorrente sul ring.

“Domani penso che partirà nono, io partirò decimo,” ha detto Fernando Alonso. “Quindi me ne occuperò io all’inizio, al primo giro, e speriamo di vedere entrambi la bandiera a scacchi”.

Non devi essere un fan di Vettel per sapere che uno dei grandi emerge da questo sport con la massima dignità.

RICCIARDO OTTIMISTA PER I PUNTI NELLA GARA FINALE – SUBITO

Mentre Daniel Ricciardo ha dominato le notizie di questo fine settimana mentre si preparava a firmare un terzo contratto da pilota con la Red Bull Racing – qualcosa che Helmut Marko ha lasciato poco prima di quanto previsto dal team e dal pilota – in pista stava pianificando insieme un ottimo fine settimana finale per la McLaren con la promessa pips.

Anche se sulla carta questo non era un percorso adatto a Ricciardo nell’era McLaren, l’australiano ha avuto un consistente potenziale tra i primi dieci per tutto il fine settimana. Sabato ha debitamente superato la Q3, ma un 10° più veloce significava che sarebbe partito 13° con la sua penalità per il fallo di Kevin Magnussen dal Gran Premio di San Paolo dello scorso fine settimana.

“Sono contento del terzo trimestre perché quest’anno non era una cosa certa”, ha detto. “Quindi, da quel punto di vista, sono felice di essere in tutta la sessione e di poter guardare.

“Siamo stati abbastanza competitivi da darci un po’ di speranza.

“Non vedo l’ora che arrivi domani. Cercherò di attaccare dall’inizio, fare qualche posizione e rimettermi in lotta per la top ten”.

Questa è l’ultima gara di Daniel Ricciardo in Formula 1? | 03:28

La McLaren avrà bisogno che finisca tra i primi 10 se vuole avere qualche possibilità di sconvolgere Alpine per il quarto posto nella classifica costruttori.

È già improbabile così com’è, con la McLaren che deve battere la squadra francese di 20 punti ma con entrambi i piloti Alpine che iniziano nella top 10.

Realisticamente, la squadra deve sperare in un po’ di miseria tra le prime tre squadre in attacco. Norris è arrivato quarto con Ricciardo sesto ed entrambe le vetture alpine fuori dai punti, il che è probabilmente il modo meno probabile per ottenere 20 punti, con il risultato che la squadra finisce cinque e sei in Australia e quattro e cinque a Singapore.

“Vedremo”, ha detto Ricciardo. “Cercheremo di essere creativi, ma spero che riusciremo a fare rapidamente una buona gara”.