Ottobre 6, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Taiwan è ora una questione centrale per il Regno Unito, gli Stati Uniti e noi in Cina. Ecco come lo vediamo | Zheng Zigang

unNelle ultime settimane, il mondo ha assistito risposta ferma Dalla Cina dopo la visita a Taiwan della presidente della Camera degli Stati Uniti Nancy Pelosi. Alcune persone hanno Chiedi perché questo Importante. Per capire, bisogna imparare un po’ di storia.

Taiwan è stata parte integrante del territorio cinese sin dai tempi antichi. Nel corso della storia, l’isola è stata persa e restaurata due volte. Durante l’espansione coloniale dei paesi occidentali, fu occupata dagli olandesi per 38 anni prima di essere rivendicata dall’eroe nazionale cinese Zheng Chenggong nel 1662. Quando le potenze imperiali tagliarono il mondo tra di loro, Taiwan Fu sotto l’occupazione giapponese per 50 anni. La Dichiarazione del Cairo del 1943 e la Dichiarazione di Potsdam del 1945 chiarirono che Taiwan avrebbe dovuto farlo in Cina.

Sebbene entrambe le parti dello Stretto di Taiwan siano state coinvolte da una lunga ostilità politica sin dal 1949 a causa della guerra civile cinese, Cina Non fu mai divisa, l’isola rimase parte del territorio della Cina e il fatto storico e giuridico che entrambi i lati dello stretto appartenessero a un’unica Cina non era mai cambiato. Il popolo cinese proteggerà risolutamente, a tutti i costi, la propria sovranità nazionale e integrità territoriale. “Indipendenza di Taiwan” significa guerra e porterà a un vicolo cieco. Contrastare e sconfiggere tali tentativi mira a evitare la guerra e mantenere la pace e la stabilità nella regione.

Ecco perché la Cina si è fortemente opposta e ha ripetutamente messo in guardia la visita provocatoria del presidente della Camera degli Stati Uniti, una mossa che viola gravemente la sovranità e l’integrità territoriale della Cina.

Nel corso degli anni, gli Stati Uniti hanno giocato la “carta Taiwan” per contenere la Cina approvando la vendita di armi all’isola, migliorando i suoi rapporti con le autorità locali e svuotando il principio della Cina unica. Le autorità dell’isola, guidate dal Partito Democratico Progressista, hanno rifiutato di riconoscere il Consenso del 1992 che incarna il principio della Cina unica. Hanno fatto del loro meglio per promuovere “l’eliminazione del peccato” e per promuovere “l’indipendenza graduale”.

READ  I casi di COVID-19 stanno scendendo ai livelli più bassi negli Stati Uniti a causa dell'introduzione del vaccino

Di fronte a una tale provocazione, è naturale che la Cina prenda le misure necessarie per rispondere. Queste misure mirano a contrastare l’interferenza degli Stati Uniti negli affari interni della Cina, frenare i tentativi separatisti delle forze di “indipendenza di Taiwan”, salvaguardare la sovranità nazionale e l’integrità territoriale e promuovere la pace e la stabilità nello Stretto di Taiwan. La parte statunitense e le forze separatiste dell'”indipendenza di Taiwan” dovrebbero essere pienamente responsabili dei loro errori. Qualcuno potrebbe dire che sospendendo la cooperazione con gli Stati Uniti in alcune regioni, la Cina “punisce il mondo”. Ma la Cina continuerà a rispettare i suoi impegni nei confronti della comunità internazionale su questioni come il cambiamento climatico. La Cina ha il miglior record di adempimento dei suoi impegni nei confronti del mondo.

Il modo giusto per la Cina e gli Stati Uniti, due grandi paesi, di affrontare le loro relazioni è rispettarsi ed evitare il confronto. La Cina ha compiuto enormi sforzi per promuovere lo sviluppo sano e costante delle relazioni Cina-USA, ma non staremo a guardare e non faremo nulla in risposta a mosse provocatorie che minano i nostri interessi fondamentali. La cosa giusta da fare per gli Stati Uniti è riconoscere il principio Una Cina e il principio Cina-Tre Stati Uniti Dati condivisi: smetti di giocare la “carta Taiwan”; interrompere le relazioni ufficiali e la cooperazione militare con l’isola; E smettila di creare altre crisi.

La questione di Taiwan è sempre stata una questione delicata al centro delle relazioni tra Regno Unito e Cina. I nostri paesi hanno iniziato a esplorare le relazioni diplomatiche all’inizio degli anni ’50, ma il rapporto non è stato elevato allo status di ambasciatore fino al 1972, con la firma di una dichiarazione congiunta. Le piene relazioni diplomatiche dovettero attendere che il Regno Unito riconoscesse chiaramente la posizione del governo cinese secondo cui Taiwan era una provincia della Repubblica popolare cinese, decidesse di abolire il suo ufficio di rappresentanza ufficiale sull’isola e riconoscesse il governo della Repubblica popolare di La Cina come unico paese. Il governo legale cinese ha promesso di mantenere solo una relazione informale con Taiwan. Questa storia non deve essere dimenticata e gli impegni devono essere rispettati.

READ  Evacuazione di emergenza di lavoratori australiani-afghani pianificata durante la prigionia dei talebani = Lashkar Gah, Kandahar, Herat

La questione di Taiwan è una questione importante in linea di principio. Non c’è motivo per cui il Regno Unito ignori questo fatto e segua l’esempio degli Stati Uniti. Gli appelli ad “aiutare Taiwan a difendersi” e simili sono estremamente irresponsabili e dannosi. Qualsiasi mossa che contravviene al principio della Cina unica e alle disposizioni della dichiarazione congiunta, o supera la linea rossa della parte cinese, avrà gravi conseguenze per le relazioni bilaterali. Non ci dovrebbero essere errori di calcolo in questa materia.

Negli ultimi 50 anni, gli scambi e la cooperazione tra Cina e Regno Unito hanno portato enormi benefici ai popoli dei due paesi. Questi risultati duramente guadagnati dovrebbero essere apprezzati. Le relazioni tra Cina e Regno Unito si trovano ora in un momento importante. Il Partito conservatore eleggerà presto un nuovo leader e il Paese avrà un nuovo Primo Ministro. Il corso della politica britannica nei confronti della Cina è seguito da vicino da tutte le parti. In tutto il mondo permangono terribili sfide, come la lunga pandemia, la recessione economica, la carenza di energia e la crisi climatica.

In queste circostanze, la Cina e il Regno Unito dovrebbero rafforzare la loro cooperazione piuttosto che indebolirla. Le due parti dovrebbero seguire i principi del rispetto reciproco, dell’uguaglianza e della non interferenza negli affari interni reciproci, impegnarsi nel dialogo e nella cooperazione e unire le mani per affrontare le sfide comuni. Questa è la scelta giusta che si accorda con gli interessi fondamentali dei popoli dei due paesi.