Febbraio 8, 2023

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Tai Tuivasa vs Sergei Pavlovich UFC notte di combattimento; Notizie di inscatolamento, Jay Opiatea Next Fight, Notizie, Aggiornamenti

Il peso massimo australiano Tai Tuivasa ha rivelato come la sua carriera si sia effettivamente trasformata in una rissa segreta in palestra con la leggenda dell’UFC Daniel Cormier, che, come dice lui, “mi prende a pugni”.

Già classificato tra gli atleti più colorati dell’UFC, Tuivasa cercherà di tornare nella contesa per il campionato contro il russo Sergey Pavlovich in Florida domenica (AEST).

Nonostante abbia perso contro il contendente numero 1 Cyril Jean a settembre, il kicker di Mount Druitt ha accolto con favore una rapida inversione di tendenza contro il suo rivale “tutti corrono” dopo aver ottenuto quattro vittorie consecutive grazie alle interruzioni del primo turno.

“Ecco perché me l’hanno offerto ora”, ha riso Tuivasa dagli Stati Uniti questa settimana.

“(Pavlovich) è un ragazzo grande.

Colpisci tutti.

“Tutti hanno paura di combatterlo, tutti corrono … quindi me l’hanno offerto.”

Tai Tuivasa subito dopo aver ghiacciato Derrick Lewis a UFC 271. (Foto di Josh Hedges/Zuffa LLC)Fonte: Getty Images

Anche se Tuivasa non è estraneo ai KO, il 29enne ha passato del tempo questa settimana a parlare di tattiche più elaborate con Cormier: l’Hall of Famer è ora assunto come analista UFC.

Tuivasa ha rivelato che il mentoring va avanti dal 2020, quando l’australiano – dopo una serie di tre sconfitte consecutive – è andato a integrarsi al fianco del campione di Division II nella famosa palestra dell’AKA.

Da lì, sulla scia di molti altri importanti cambiamenti, il combattente soprannominato Bam Bam avrebbe ottenuto cinque vittorie consecutive per KO.

Essendo amici intimi che “parlano molto…”, Tuivasa ha rivelato che i due parlano anche al telefono di tattiche di combattimento e si incontreranno a Orlando prima di affrontare Pavlovich.

Quando è stato intervistato da Fox Sports Australia, Cormier ha anche reso omaggio al cult dei pesi massimi UFC di cui non solo fa da mentore, ma che considera un amico.

Ma per quanto riguarda il momento di cui DC vuole davvero parlare?

“Tai Toivasa, questo è mio figlio”, ridacchiò Cormier.

“Anche se una volta, per il suo compleanno, gli ho preso a calci in culo.

Assicurati di chiederglielo. Dì “Ehi, c’è stato un Natale in cui DC ti ha preso a calci in culo?” “

Bene, abbiamo chiesto questa settimana.

“Oh, DC si è sdraiato su di me, poi mi ha dato un pugno”, ha detto Tuifasa durante la sessione di sparring.

Quindi sì, un compleanno divertente.

“Ma io e lui siamo personaggi simili, forse è per questo che andiamo così d’accordo.

Fino a quando non ho chiamato DC oggi.

“Anch’io sono qui mercoledì, quindi ci incontreremo allora.

La reazione di Daniel Cormier dopo aver vinto il torneo UFC 230 (AP Photo/Julio Cortez)Fonte: Notizie Media Regionali

“Parliamo solo… un sacco di volte.

Ma a DC piace anche fornire input sui miei combattimenti.

“Mentre ascolto, tira fuori le cose tecniche – cosa pensa che funzionerà, cosa no – mentre io ascolto.

“E imparare da uno come lui, è un onore.”

Alla domanda su quale australiano che ora è il quarto dei pesi massimi in classifica abbia regnato una volta, Cormier ha detto: “La gente trascura Tay.

“Perché è così divertente, perché vedono ballare, gli Shoey, uscire con Barbie Girl e tutto il resto…

E migliora.

“Il Tai Toivasa con cui hai litigato non c’è più.

“Ricordo quando è arrivato per la prima volta ad AKA, era così aperto – ha detto ‘Amico, nessuno mi ha insegnato a combattere. Ho imparato tutto questo… al volo.'”

Ora, però, ha le capacità per eguagliare quel guerriero che si morde il microfono dicendo ‘Dai, mamma… eh, io o te'”.

Alla domanda sui suoi tratti preferiti in Tuivasa, Cormier ha continuato: “Ovviamente forza e mani veloci.

Tai Tuivasa e una delle sue famose cerimonie “shoey”. (Foto di Carmen Mandato/Getty Images)Fonte: Getty Images

Ma anche Tai è migliorato molto con i suoi calci.

Anche le trappole vengono impostate.

Fai esplodere il calcio e poi “boom boom” con entrambe le mani.

“E questo potrebbe tirarti fuori.”

Dopo il combattimento di domenica, Toivasa ha in programma di prendersi sei mesi di pausa, permettendo al suo corpo di riprendersi dopo un anno intenso. Andando avanti, ha anche in programma di dedicare più tempo alla preparazione per il combattimento in Australia, in modo da poter essere più vicino a suo figlio di sei anni, Carter.

AUSSIE STAR PIANIFICA IL PROSSIMO COMBATTIMENTO

Il campione australiano dei cruiserweight Jay Opiatea ha svelato i piani per “Down Under” con la sua controparte WBO Lawrence Okolie, rivelando anche che “nessuno sa” come reggerà il suo famoso mento con tre piastre.

Parlando questa settimana dalla Gold Coast, dove è tornato ad allenarsi, Opetija ha parlato dei suoi piani per unire la divisione, a partire dalla superstar britannica Okolie a marzo.

Dopo aver rivendicato la cintura IBF contro Merice Pridis a luglio – e aver combattuto coraggiosamente con la mascella rotta in due punti – l’australiano è stato prontamente chiamato su Twitter dall’imbattuto (18-0) londinese.

Jai Opetaia è sulla buona strada per sconfiggere Mairis Briedis per il titolo IBF cruiserweight. (Foto di Peter Wallis/Getty Images)Fonte: Getty Images

Nel suo primo tweet, Okolie ha scritto: “Prego che Opetaia sia su tutto il fumo! Voglio che funzioni subito”.

Ha poi raddoppiato con: “Dovrebbe avere quelle cinture ma oh mio dio che combattimento appena organizzato. Emma mostra a Briddis (sic) come si fa.”

Qualunque cosa Opetaia sia ora felice di mangiare.

Tornando a fare tutto tranne che lo sparring completo, Champion ha detto che sarebbe stato pronto per partire entro marzo, mentre il promotore Dean Lonergan ha confermato di essere in trattative anche con il giocatore inglese.

“Deve essere Okole”, ha detto Opetija quando gli è stato chiesto chi volesse dopo.

“lui è.

“Ovviamente, non posso dire… per chi sto combattendo.

“Ogni persona cruiserweight dovrebbe essere preparata.

“Perché ogni combattimento che ho ora sarà per un titolo … voglio unificare questa divisione.

“Ma quello che mi dà fastidio è che lui (Okolie) mi ha già contattato più volte sui social.

“Sono solo parole.

“Significa che sto facendo qualcosa di giusto.

“Lui sa che sono il migliore.

Jai Opetaia festeggia la vittoria del titolo IBF cruiserweight. (Foto di Peter Wallis/Getty Images)Fonte: Getty Images

“Ma mentre era un buon combattente che era in giro, l’ho battuto.”

Opetya ha messo in dubbio le condizioni di quelle quattro placche poste nella sua mascella subito dopo aver vinto il titolo, e ha continuato: “Nella mia ultima operazione hanno rimosso una delle placche sul lato destro, perché causava un’infezione ai denti del giudizio.

“Quindi ho ancora tre schede e quattro viti per schede.

“Combatterò con quello.

“Loro rimarranno lì.

“Vedremo come vanno. Ci abbasseremo e combatteremo e vedremo se si intromettono, ma per ora restano lì.”

C’è qualche possibilità che influisca sulla tua capacità di incassare un pugno?

“Amico mio, conosci il detto: avrai ragione”, continuò l’eroe ridendo.

“E i miei dottori mi hanno già detto che la mia mascella dovrebbe essere più forte nei punti in cui ci sono le rotture.

“Il che è incoraggiante.

“Ma so che nessuno si è mai rotto la mascella in questo modo prima d’ora.

“Ho rotto il lato sinistro nel terzo round. Il lato destro nel round 10, forse 11.

Non era nemmeno attaccato al mio cranio.

‘It’s a Bang’: gli occhi di Tim sulle quattro cinture | 07:42

“Era in giro.

Sospeso da legamenti e muscoli.

“Quindi nessuno sa cosa accadrà.”

Qualche preoccupazione al riguardo?

Dice semplicemente “niente”. “Dal momento che la mia mascella era rotta, tutto quello a cui riesco a pensare è tornare sul ring e fare quello che so fare meglio.

“Mentre vincere il titolo dimostra di cosa sono capace, sono in grado di raggiungere la grandezza solo se è quello per cui mi sto preparando”.

Young Guns vuole chiamare Tszyu

ADOTTATO L’australiano Danilo Creati vuole continuare il suo ruolo di miglior spoiler di boxe della nazione contro l’astro nascente Nikita Tszyu, ma non è nemmeno sicuro di poter farla finita.

Dopo aver sorpreso il mondo del combattimento con la sua potente prestazione contro Michael Zharafa a Sydney all’inizio di questo mese, Creati ora vuole affrontare il fratello minore di Tszyu nel 2023.

Mentre Zirafa ha vinto in modo convincente su tutte e tre le scorecard – 98-93, 99-91 e 98-92 – il pugile nato in Italia si è dimostrato piuttosto goffo per 10 round e, lungi dal turbare l’olimpionico Cameron Hammond, il suo rivale è stato ampiamente criticato in seguito. Amanti australiani.

Michael Zerfa contro Danilo Creti. (Foto di Mark Evans/Getty Images)Fonte: Getty Images

Essendo salito di una classe di peso dopo tre settimane di preavviso per combattere contro Zarfa, il 32enne Kreti ha detto che ora tornerà ai pesi super welter dove vivono i ragazzi di Tszyu.

“E Nikita Tszyu, sarà una bella lotta”, ha detto Kriti.

“Anche se non è giusto che io parli con lui.

“Ha meno litigi di me.

“Quindi devo mantenere l’onore, aspettare che mi chiami.

“Ma ho affrontato Zerafa, il numero uno al mondo, con tre settimane di preavviso, quindi domani avrei affrontato Tszyu.

Zerfa convoca Tszyu dopo la partita *** 01:52

“È chiaro che si stanno prendendo cura di lui e lo stanno spostando.

Quindi, dopo la mia prestazione contro Zerfa, probabilmente non mi metteranno al suo posto con lui.

“Anche nella mia classe di peso, potrebbero non esserci avversari per me in Australia.”

CHIEDE AD AXE DI RINNOVARE NELLA HALL OF FAME PER AUSSIE STEALING

JEFF Fenech chiede che l’arbitro Carlos Padilla venga rimosso dalla Boxing Hall of Fame mentre si intensificano gli sforzi legali per ribaltare una delle più grandi rapine nella storia dello sport australiano.

Come rivelato da Fox Sports Australia per la prima volta questa settimana, il combattente australiano in pensione Nidal “Skinny” Hussain sta esplorando le sue opzioni legali dopo che è stato rivelato che Padilla ha agito intenzionalmente contro di lui durante la sua partita del 2000 contro Manny Pacquiao.

Mentre Hussain vuole che l’incontro sia dichiarato “no contest”, c’è una campagna in corso per fargli ottenere il titolo WBC International Super gallo in offerta quella notte.

Ref ammette di aver barato per aiutare Pacquiao a vincere | 02:01

La mossa arriva poche settimane dopo che il WBC ha anche assegnato a Fenech un quarto titolo – 30 anni dopo che i giudici hanno dichiarato un pareggio la sua partita con Azumah Nelson del Ghana.

Ironia della sorte, Fenech era all’angolo di Al Hussein la notte in cui ha eliminato Pacquiao per il quarto posto, solo per Padilla che ha poi iniziato un conteggio ridicolmente lungo di 10.

Questa settimana, l’arbitro che ha officiato diversi grandi combattimenti, tra cui Thrilla a Manila, ha ammesso molto e di più.

“Che è esattamente ciò di cui accuso il ragazzo da 20 anni”, ha sparato Fenech.

È corruzione.

“È disgustoso.

Perché so cosa ha fatto.

“Ero lì.

Ho visto gli occhi di Manny roteare dietro la sua testa.

Jeff Fenech è tornato a casa dopo aver ricevuto retroattivamente la sua quarta cintura del titolo mondiale. Foto: Richard DobsonFonte: News Corp Australia

E sapevo che ci sarebbe voluto molto tempo.

Se questo tizio conta fino a 10, vince Skinny.

Anche se insiste e ci lascia combattere bene, Skinny vince.

“Ma non l’ha fatto.

E ora, dopo anni di accuse, il tizio esce allo scoperto e lo ammette?

Dovrebbe essere rimosso immediatamente dalla Nevada Boxing Hall of Fame.

Perché le persone non si rendono conto di cosa fa a qualcuno.

“Sì, una perdita è una perdita.

“Ma questa decisione è stata una cosa enorme.”

Ottimo inglese all’O’Connell’s Corner

QUEENSLANDER Shannon O’Connell ha ricevuto una spinta sorprendente alla vigilia del suo incontro per il titolo tutto australiano con Ebanie Bridges: si è allenata con la leggenda del pugilato inglese Ricky Hatton.

Impostata per affrontare il campione dei pesi gallo IBF Bridges a Leeds sabato prossimo, O’Connell sta trascorrendo le sue ultime settimane di allenamento al campo di Hatton Gym.

Ironia della sorte, la partnership è stata orchestrata da Glenn Jennings, l’uomo che ha fatto da mentore sia alla superstar australiana in ascesa Tim Tszyu che al padre della Hall of Fame Kostya, anch’egli nell’angolo di O’Connell.

Nel 2005, Hatton ha battuto Tszyu in quella che si sarebbe rivelata l’ultima battaglia della sua carriera.

“Abbiamo portato Ricky nella foto per darci un assist”, ha spiegato Jennings questa settimana da Los Angeles, mentre Tim Tszyu si prepara per la sua partita per il titolo mondiale.

Shannon è in palestra di Hatton per alcune settimane e lavorerà lì con il suo peso.

“Ed è fantastico perché, non solo funzionerà con lei, ma è l’atmosfera che creano questi ragazzi, queste leggende di questo sport”.

READ  Djokovic vince la partita d'apertura dell'Open d'Italia con una fuga precipitosa d'antiquariato