Agosto 9, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Successo del G7, prezzo massimo della speranza entro ottobre dice Draghi – inglese

(ANSA) – Roma, 28 giu – Il vertice del G7 di questa settimana è stato un enorme successo in quanto ha dimostrato unità e coesione nell’aiutare l’Ucraina a difendersi dall’invasione russa. Lo ha affermato martedì il premier italiano Mario Draghi in conferenza stampa, sottolineando la sua speranza che ci sarà. Ora sarà un accordo su un tetto massimo del prezzo del gas russo prima della data di ottobre che ha strappato ai leader dell’UE la scorsa settimana per vedere un rapporto sulla questione.

“Il G7 ha avuto davvero successo, il nostro Paese ha riaffermato la sua completa e meravigliosa coesione, grande unità di vedute soprattutto per quanto riguarda la guerra in Ucraina e le sue conseguenze”, ha affermato.

Parlando alla conferenza stampa tenutasi presso la sede del vertice, il castello di Elamo in Germania, ha affermato che il G7 farà tutto il necessario per aiutare Kiev a respingere l’aggressione di Mosca.

Draghi ha aggiunto che il segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres ha affermato che “siamo vicini al momento della verità” sulla crisi del grano in Ucraina per vedere se l’Ucraina e la Russia vogliono raggiungere un accordo per consentire al grano di lasciare i porti.

“La situazione deve essere rapidamente smantellata per mettere i nuovi raccolti nei granai”, ha detto Draghi.

Ha detto che non era necessario liberare le miniere dai porti ucraini, ma creare passaggi sicuri per le spedizioni di grano.

Draghi ha anche affermato che l’UE “accelererà” la richiesta dell’Italia di limitare i prezzi del gas russo.

“Tutti i leader concordano sulla necessità di limitare i finanziamenti (il presidente russo Vladimir) Putin, ma anche di rimuovere le cause dell’inflazione. I ministri ci hanno dato mandato urgente su come applicare un tetto al prezzo di gas e petrolio. L’UE accelererà il suo lavoro sul tetto massimo dei prezzi del gas, che è una decisione gradita con esso”.

Ha detto che sperava di avere una “conclusione” sul tetto massimo prima che l’UE ne riferisca in ottobre.

Il primo ministro italiano ha detto che è difficile dire che Putin farebbe del gas russo e “dobbiamo essere preparati”.

L’Italia ha già ridotto la propria dipendenza dal gas russo dal 40% al 25% della sua fornitura totale con una serie di accordi con altri Paesi.

Draghi ha aggiunto che Putin non parteciperà di persona al prossimo G20, ma potrebbe intervenire a distanza.

Draghi ha detto che l’invasione russa non è andata come Putin si aspettava a causa dell’assertività occidentale.

“Gli stati cercano protezione e riarmo. Le cose non sono andate come avrebbe voluto Putin”.

“La NATO si è allargata e si sta rafforzando”, ha detto, riferendosi alla possibile adesione di Svezia e Finlandia, aggiungendo che “anche l’Ue è più unita”.

Ma ha detto che la “continua avanzata delle forze russe” nell’Ucraina orientale è “allarmante”. (Ansa).

READ  Un medico della salute naturale guida il gruppo Vaxxers anti-COVID

Tutti i diritti riservati © Copyright ANSA