Giugno 8, 2023

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Storia sconosciuta dei tuoi giochi da tavolo preferiti

Abbiamo tutti bei ricordi di quando ci siamo riuniti attorno al tavolo della cucina per una partita di Scarabeo o abbiamo passato pomeriggi piovosi a fare strategie per la prossima conquista del Monopoli. Ma ti sei mai chiesto quali siano le origini di questo amato gioco da tavolo?

La loro storia è più affascinante di quanto si possa pensare. Unisciti a noi in un viaggio nel fantastico passato dei tuoi giochi da tavolo preferiti.

Scacchi: il gioco dei re e delle regine

Forse uno dei più antichi giochi da tavolo conosciuti, le origini degli scacchi sono avvolte nella notte dei tempi. È generalmente accettato che il gioco abbia avuto origine nel nord dell’India durante l’Impero Gupta intorno al VI secolo. Inizialmente noto come Chaturanga, rappresentava quattro divisioni dell’esercito: fanteria, cavalleria, elefanti e carri, ed era rappresentato dal pedone, dal cavaliere, dall’alfiere e dalla torre.

Nel X secolo, il gioco si era diffuso in Medio Oriente, dove fu adattato in Shatranj. Il gioco moderno che riconosciamo oggi non è apparso fino al XV secolo in Europa, dove furono introdotti la potente regina e l’alfiere a lungo raggio.

Monopolio: un’icona del capitalismo

Monopoly, uno dei giochi da tavolo più popolari, affonda le sue radici all’inizio del XX secolo, ma non nel modo in cui potresti pensare. La versione originale si chiamava “The Landlord’s Game”, creata da Elizabeth Magee nel 1903 per mostrare le disastrose conseguenze del monopolio della terra. Ironia della sorte, si sarebbe poi evoluto in Monopoly, un gioco che celebra l’acquisizione di proprietà e l’accumulo di ricchezza.

Fu solo negli anni ’30, durante la Grande Depressione, che Charles Darrow pubblicò il gioco nella sua forma attuale, che fu poi venduto a Parker Brothers. I nomi delle proprietà si basano su strade reali di Atlantic City, nel New Jersey.

READ  Schermo grande e migliore durata della batteria dell'iPhone

Scarabeo: dall’oscurità alla popolarità

Scrabble, un gioco di destrezza del vocabolario, è stato inventato da Alfred Mosher Butts, un architetto di New York, durante la Grande Depressione. Inizialmente chiamato “Lexiko” e poi “Criss-Crosswords”, il gioco non è riuscito a guadagnare terreno per molti anni. Fu solo quando l’uomo d’affari James Brunot acquisì i diritti e lo ribattezzò “Scrabble” che il gioco divenne popolare all’inizio degli anni ’50. Oggi si stima che una famiglia americana su tre possieda una combinazione di Scrabble.

Idea: Whodunit britannico

Clue, noto come Cluedo al di fuori del Nord America, è il classico gioco di misteri omicidi che amiamo. Il musicista britannico Anthony Pratt ha inventato il gioco durante la seconda guerra mondiale come un modo per passare il tempo durante i blackout dovuti ai raid aerei. Inizialmente è stato brevettato con il nome “Kill!” Doveva riflettere l’intrigo dell’élite del palazzo. Il gioco è stato pubblicato da Waddingtons nel Regno Unito nel 1949 e poi negli Stati Uniti da Parker Brothers come “Clue”.

Backgammon: Gioco Race of Ages

Con una storia che dura da più di 5.000 anni, Backgammon sostiene di essere uno dei più antichi giochi da tavolo conosciuti. Gli scavi in ​​Iran hanno rivelato tavoli da gioco simili risalenti al 3000 a.C. circa. Il gioco come lo conosciamo oggi è stato standardizzato nell’Inghilterra del XVIII secolo e da allora è rimasto popolare, noto per la sua combinazione di strategia e fortuna.

Candy Land: una bellissima giostra per bambini

Sviluppato in realtà alla fine degli anni ’40, Candy Land è stato creato dall’insegnante Eleanor Abbott mentre si stava riprendendo dalla poliomielite in un ospedale di San Diego. Il gioco è stato testato dai bambini degli stessi reparti ed è stato creato per intrattenerli e distrarli dalla loro malattia. Candy Land è stato pubblicato da Milton Bradley (ora parte di Hasbro) nel 1949 e da allora è stato un punto fermo dei giochi da tavolo per bambini. Con il suo tabellone colorato e i dolci piatti antropomorfi, è un gioco che ha deliziato generazioni.

READ  "Ho fatto quello che dovevo fare... mi sembrava che venisse da dietro!" racconta il giovane spalleggiato coinvolto nella "Grande Rissa" di Felipe Toledo a Lower Trestles che lo ha scoperto: "Ho fatto quello che dovevo fare!"

Corazzata: dalla carta al cartone

Forse non sai che Battleship, originariamente un gioco con carta e matita risalente alla prima guerra mondiale, era giocato da ufficiali russi prima che Milton Bradley lo introducesse come gioco da tavolo nel 1967. Con il suo semplice concetto di affondamento di una flotta nemica, è un gioco di strategia e aspettativa che è ancora uno dei preferiti di bambini e adulti.

Rischio: il gioco del dominio globale

Risk, un gioco di strategia, diplomazia e conquista, è stato inventato dal regista francese Albert Lamoris nel 1957. Originariamente intitolato “La Conquête du Monde” (Conquer the World), è diventato un successo immediato in Europa prima che Parker Brothers lo portasse negli Stati Uniti States nel 1959. Nonostante le regole complesse e la durata del gioco, il fascino di Risk risiede nella sua rigiocabilità e nelle dinamiche in continua evoluzione del dominio territoriale.

Il gioco della vita: la strada per il successo

Il pioniere del gioco americano Milton Bradley ha inventato The Game of Life nel 1860. Tuttavia, la versione che conosciamo oggi, con i suoi elementi 3D come montagne, edifici e ponti, è stata creata da Reuben Klamer per celebrare il centenario del gioco. The Game of Life insegna ai bambini le varie fasi della vita, tra cui istruzione, carriera e pensionamento, con l’obiettivo di andare in pensione con la maggior quantità di ricchezza.

Scarabeo: un affare prolisso

Scrabble, che ha messo alla prova le nostre capacità di vocabolario per generazioni, è stato inventato dall’architetto Alfred Mosher Butts durante la Grande Depressione. Butts ha contato manualmente la frequenza delle lettere in parole utilizzando esempi su giornali e libri per creare la distribuzione delle lettere del gioco. Originariamente chiamato “Lexico” e poi “Criss-Cross Words”, è stato finalmente brevettato come “Scrabble” da James Brunot nel 1948. Il gioco ha guadagnato un’immensa popolarità nei primi anni ’50 ed è ancora uno dei preferiti tra gli amanti delle parole.

READ  Google ha già interrotto il Pixel 5 - The Madison Leader Gazette

Domino: prodotto in Cina

Il domino, sebbene non sia un gioco da tavolo in senso tradizionale, ha una ricca storia. Il gioco è nato in Cina durante la dinastia Song (1127-1279), ma la versione che giochiamo oggi, con le sue familiari tessere punteggiate, si è evoluta nell’Italia del XVIII secolo. Il gioco si diffuse in tutta Europa prima di raggiungere l’Inghilterra e poi le Americhe. I giochi di domino variano ampiamente, ma il più popolare rimane il “gioco a blocchi”, giocato con un set di 28 tessere.

Questi giochi, con le loro diverse origini e storie interessanti, ci ricordano che i giochi da tavolo non sono solo per l’intrattenimento. Riflettono la nostra cultura, gli eventi storici e il progresso tecnologico. Sia che ci stiamo imbarcando in un dolce viaggio in Candy Land, navigando in alto mare su una nave da guerra o collegando tessere tratteggiate in Dominos, condividiamo un’esperienza umana comune che trascende i confini e le generazioni.