Settembre 28, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Steve Bannon, un ex consigliere di Trump, afferma di aspettarsi di essere accusato di un procedimento penale

Steve Bannon, ex consigliere dell’ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump, afferma di aspettarsi di essere accusato di un procedimento penale di stato a New York City.

Bannon, 68 anni, ha intenzione di costituirsi giovedì, secondo una persona che ha familiarità con la questione.

La persona ha insistito sull’anonimato per discutere le indagini in corso.

Il Washington Post, citando fonti anonime, ha riferito che il procedimento penale dello stato sarebbe stato come un precedente tentativo di processo federale, in cui Bannon è stato accusato di aver ingannato i donatori che hanno fornito denaro per finanziare un muro al confine meridionale degli Stati Uniti.

Quel caso federale si è concluso bruscamente, prima del processo, quando l’ex presidente ha graziato Bannon.

In un altro caso non coperto dalla grazia del signor Trump, Bannon è stato condannato a luglio per disprezzo per aver sfidato una citazione del Congresso della commissione della Camera che indagava sull’ammutinamento del 6 gennaio al Campidoglio degli Stati Uniti.

Dovrebbe essere condannato a ottobre e rischia fino a due anni di prigione federale.

L’ufficio del procuratore distrettuale di Manhattan ha rifiutato di commentare il caso in corso.

In una dichiarazione, Bannon ha affermato che il procuratore distrettuale Alvin Bragg ha ora “deciso di perseguire false accuse contro di me 60 giorni prima del midterm”, accusando il procuratore generale democratico di prenderlo di mira perché lui e il suo programma radiofonico sono popolari tra i sostenitori repubblicani di Trump.

SDNY [Southern District of New York] Ha fatto esattamente la stessa cosa nell’agosto 2020 per cercare di tirarmi fuori dalle elezioni”, ha detto Bannon, riferendosi al suo arresto mesi prima che Trump perdesse la rielezione.

Gli agenti federali hanno prelevato Bannon da uno yacht di lusso al largo delle coste del Connecticut e lo hanno arrestato per aver presumibilmente preso più di $ 1 milione ($ 1,45 milioni) in donazioni al Muro.

“Non funzionava allora, e certamente non funzionerà ora”, ha detto Bannon.

“Questa non è altro che un’arma politica di parte del sistema di giustizia penale”.

Bannon, che si è dichiarato non colpevole, è stato ritirato dal caso federale quando Trump lo ha graziato nel suo ultimo giorno in carica nel gennaio 2021.

Altri due uomini coinvolti nel progetto “We Build the Wall” si sono dichiarati colpevoli ad aprile.

Questa settimana doveva essere emesso un verdetto, che è stato recentemente posticipato a dicembre.

READ  Il corpo di un uomo è stato trovato dopo essere stato scaricato in un appartamento in Norvegia per nove anni, secondo la polizia Norvegia