Maggio 28, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

SteelSeries Arctis 7+ – Recensione 2022

L’Arctis 7+ di SteelSeries ($ 169,99) è una cuffia da gioco wireless di alta qualità. È di fascia alta, ma è un gradino o due in meno rispetto ai modelli di punta dell’azienda (l’Arctis 9 con Bluetooth e la doppia batteria Arctis Pro Wireless, entrambi vecchi di qualche anno). Si sente bene, ha un bell’aspetto e può connettersi in modalità wireless a una varietà di dispositivi oltre ai computer, inclusi Nintendo Switch, PlayStation 4 e 5 e telefoni Android con porte USB-C. Tuttavia, deve affrontare una forte concorrenza dall’alto e dal basso, con il Razer Barracuda X, Editors’ Choice, che offre potenti prestazioni del microfono e le stesse opzioni wireless per molto meno denaro, e il prezzo di un JBL Quantum 800 che aggiunge RGB illuminazione e Bluetooth. , Cancellazione attiva del rumore per il mix. Tuttavia, vale la pena acquistare SteelSeries Arctic 7+, soprattutto se lo stai utilizzando sul tuo PC.


Semplice, solido e confortevole

L’Arctis 7+ presenta una finitura completamente nera, dal retro dei padiglioni in plastica opaca, al metallo anodizzato nell’archetto, all’ampia fascia elastica che fornisce una sospensione simile a una maschera da sci nell’auricolare. Gli ampi cuscinetti auricolari sono morbidi memory foam avvolti in tessuto traspirante (anche nero ovviamente), e tra loro e la sospensione pulsante dell’archetto, l’auricolare è comodo da indossare.

L’auricolare sinistro ha un microfono integrato che si ritrae all’interno dell’auricolare quando non è in uso e presenta un indicatore LED rosso sulla capsula per farti sapere quando il suono è disattivato. Lungo il bordo inferiore dell’auricolare sinistro è presente una porta micro USB per caricare le cuffie, un connettore speciale per il cavo a 4 poli da 3,5 mm incluso, la rotellina del volume e il pulsante di disattivazione del microfono. Il pulsante di accensione e la rotellina di mixaggio audio/gioco si trovano sull’auricolare destro. Il mixer è l’unica differenza tra l’Arctis 7+ e la variante incentrata su PlayStation 7P+ dell’Arctis 7P; Entrambi gli altoparlanti si collegano allo stesso hardware e hanno un hardware quasi identico, ma la rotellina di destra dell’Arctis 7P+ imposta l’intonazione del microfono laterale invece del bilanciamento gioco/audio.


Molte connessioni, soprattutto su PC

Arctis 7+ si collega in modalità wireless a un PC, Mac, Nintendo Switch, PlayStation 4, PlayStation 5 o telefono Android (con una porta USB-C) tramite un trasmettitore USB rettangolare. Il trasmettitore è largo quasi un pollice e profondo poco più di mezzo pollice, quindi è relativamente compatto da collegare a un telefono o un adattatore. Tuttavia, il trasmettitore blocca la porta USB-A della PlayStation 5 se la colleghi a una porta USB-C del sistema. Per l’uso wireless è necessario un trasmettitore non Bluetooth, ma è possibile utilizzare una connessione cablata da 3,5 mm con il cavo incluso.

READ  Gli utenti stanno già riscontrando problemi con Windows 11 beta a causa dei requisiti minimi di sistema

Insieme al cavo da 3,5 mm e al trasmettitore, Arctis 7+ viene fornito con un cavo da USB-C a USB-A per collegare il trasmettitore a qualsiasi dispositivo compatibile con una porta USB-A. Includo anche un cavo da USB-C-a-USB-C per caricare l’auricolare e collegarlo a un computer per aggiornare il firmware o accoppiare manualmente l’auricolare con il trasmettitore (cosa che di solito non è necessaria, poiché è preaccoppiata ).

Quando sei connesso a un PC, puoi modificare ampiamente le impostazioni di Arctis 7+ attraverso il software GG Engine e la sua nuova sezione sonar, che è attualmente in accesso anticipato. Le impostazioni standard del dispositivo al di fuori dell’ecoscandaglio includono un equalizzatore a 10 bande, il volume del microfono e le regolazioni laterali. Nel frattempo, Sonar offre equalizzatori singoli a 10 bande per audio di gioco, audio di chat, microfono e una miriade di altre funzionalità. Puoi impostare le frequenze individualmente per ciascuna banda nell’equalizzatore di gioco, regolare il guadagno e impostare filtri diversi.

La scheda Game Audio fornisce anche l’accesso alla funzione di suono surround simulato a 7.1 canali dell’ecoscandaglio, oltre a potenziamento dei bassi regolabile, potenziamento degli alti, chiarezza del suono e funzioni audio intelligenti. Gli equalizzatori nelle gamme audio e microfono della chat hanno intervalli fissi, ma puoi anche regolare le funzioni di riduzione del rumore, noise gate, stabilizzatore audio e riduzione del rumore d’impatto, ciascuna con i propri cursori.

SteelSeries Arctis 7+


umile microfono

Il microfono è pratico, ma non impressionante. Sebbene la mia voce potesse essere chiaramente compresa nelle registrazioni di prova, suonava un po’ confusa alle frequenze più alte. Il microfono impedisce i fischi, ma impedisce anche all’audio di suonare abbastanza pulito da poter essere utilizzato per la registrazione o la trasmissione. Abbiamo scoperto che le cuffie da gioco Razer, come il Barracuda X, hanno i migliori microfoni ad asta, con Logitech G Pro X al secondo posto con Blue Microphones. Tuttavia, ti consigliamo di procurarti un microfono USB dedicato per lo streaming audio serio e la creazione di contenuti indipendentemente dalle cuffie.

READ  Perché i bot di Halo Infinite funzionano così tanto come le persone?

Suono potente sia per i giochi che per la musica

L’Arctis 7+ può emettere bassi potenti, anche se non ti sembrerà di avere un subwoofer legato alla testa. Le note di basso e i battiti di batteria della nostra traccia di prova del basso, “The Silent Scream” di The Knife, sono dotati di un ritmo in abbondanza che non raggiunge molto il tintinnio della testa. Non dovresti comunque ascoltarlo al massimo volume (sebbene non distorca nemmeno a questo livello).

Sì, “Vertigo” mostra l’equilibrio sonoro forte ed equilibrato della musica nell’Arctis 7+ in generale. Le note di apertura delle chitarre acustiche ottengono un forte senso di risonanza, insieme a un accenno di trama delle corde alle frequenze più alte. Quando la traccia inizia correttamente, la linea di basso si trova leggermente davanti al mix, ma la voce e gli accordi di chitarra sono mossi per mantenere la loro presenza grazie a un po’ di scolpitura negli alti. In “Born Too Slow” di The Crystal Method, il back beat ottiene un pugno basso che è abbastanza forte da guidare la traccia, mentre il sintetizzatore e la voce sono nitidi grazie alla scultura delle cuffie. In ogni caso, l’Arctis 7+ suona meglio nell’impostazione Music EQ tramite Sonar, con la funzione audio surround predefinita disattivata.

SteelSeries Arctis 7+

Arctis 7+ gestisce in modo efficiente Fortnite e ha persino un equalizzatore preimpostato specifico per Fortnite in Sonar. Gli effetti dei suoni sono chiaramente visibili, poiché tutto, dagli spari in lontananza al fruscio dell’erba ai passi negli edifici, può essere facilmente individuato. I passi e gli spari ottengono una buona quantità di presenza dei bassi, ma non sovraccaricano il suono, lasciando passare altri suoni.

Il suono surround virtuale a 7.1 canali di Sonar funziona bene con una funzione basata su software gratuito. Ha consentito una buona miscelazione e miscelazione per dare un senso al suono proveniente da tutte le direzioni, una forte direzionalità da sinistra a destra. L’effetto non è così preciso come Dolby Atmos o THX Spatial Audio, ma funziona abbastanza bene da dare un’idea della provenienza del filmato nemico.

READ  Il capo dei giochi Xbox pensa che ci siano molte speculazioni sugli NFT

Monster Hunter Rise sta bene anche su Arctis 7+. I suoni dei mostri sono nitidi e puliti e i colpi della balestra sono potenti e potenti come dovrebbero essere. Gli scherzi del cacciatore e i suoni del menu interrompono la musica del gioco e altri effetti e sono importanti per coordinare le azioni durante la caccia. La natura del gioco significa che il suono ambientale simulato non è tatticamente utile, anche se c’è ancora una buona ripresa da sinistra a destra che fornisce un certo senso di direzione.


Ottime cuffie da gioco, non un fiore all’occhiello

SteelSeries Arctis 7+ è una cuffia da gioco wireless dal suono potente e ricca di funzionalità, con numerose regolazioni per cuffie e microfono per l’uso del computer e la possibilità di connettersi in modalità wireless a un telefono, Nintendo Switch, PlayStation 4 o 5. È fatta , ergonomico e ha un bell’aspetto sia per i giochi che per la musica. Il microfono è il suo punto più debole; Non è male da lontano, ma è molto più oscuro alle frequenze più alte di quanto vorremmo sentire. Anche con preoccupazione, questa è una scelta solida, soprattutto per i giochi per PC.

Se desideri una cuffia da gioco che può fare di più con meno soldi, JBL Quantum 800 offre prestazioni solide, cancellazione attiva del rumore, connettività Bluetooth e persino illuminazione RGB per circa $ 30 in più rispetto all’Arctis 7+. Se vuoi davvero sfoggiare, le cuffie da gioco Audeze Penrose da $ 299 e le cuffie da gioco Bose QuietComfort 35 II da $ 329 offrono driver magnetici planari adatti agli audiofili e cancellazione attiva del rumore, sebbene le Bose siano pensate per l’uso cablato durante il gioco. Nell’altra direzione, il Razer Barracuda X offre prestazioni eccellenti e la stessa connettività wireless USB-C a meno della metà del prezzo dell’Arctis 7+, anche se non sembra così comodo o lussuoso.