Maggio 28, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Stato del pacchetto di nuova generazione dell’UE – EURACTIV.com

Benvenuti al Brief economico settimanale di EURACTIV. Puoi iscriverti alla nostra newsletter qui.

Mentre i leader dell’UE si riuniscono oggi e domani a Versailles, la questione di come salvare l’economia europea da shock esterni è nella mente di tutti. Fortunatamente, l’Unione Europea ha recentemente fatto proprio questo.

L’invasione russa dell’Ucraina ha colpito l’economia europea in modi che non erano ancora del tutto previsti, ma due cose sembrano chiare:

In primo luogo, i prezzi dell’energia e, più specificamente, i prezzi del gas sono aumentati in modo significativo ed è probabile che aumenteranno ulteriormente.

In secondo luogo, il commercio con la Russia si è interrotto completamente.

Mentre i prezzi dell’energia stanno aumentando in tutta l’Unione europea, l’onere può essere avvertito in modo più acuto nei paesi dell’Europa centrale e orientale, nonché in Germania e Italia.

Nel frattempo, gli stati baltici sentiranno essenzialmente l’interruzione dei legami commerciali con la Russia, come mostra il grafico sottostante. Per ulteriori informazioni sugli effetti economici della guerra russa, vedere i collegamenti nell’angolo letterario di seguito.

Infografica di Esther Sneby

Come è successo durante la pandemia di COVID, gli Stati membri sono colpiti in modo diseguale dalle conseguenze economiche negative della guerra, non per colpa loro grave.

Questo è il motivo per cui analisti e politici stanno ora esortando l’UE a rispondere in modo simile a come ha fatto durante la pandemia, quando ha concesso sovvenzioni a tutti gli Stati membri dell’UE a seconda di quanto gravemente sono stati colpiti dalla pandemia, finanziati dal co- prendere in prestito.

“Deve esserci un meccanismo per compensare i paesi più colpiti”, ha detto a EURACTIV Niclas Poitier, ricercatore presso il think tank economico Bruegel.

“Possiamo rifarlo.”

Parlando alla televisione italiana, Irene Tinagli, presidente della commissione economia del Parlamento europeo, ha dichiarato di recente: “Servono strumenti europei affinché tutto non venga scaricato sulle spalle (e sui bilanci) degli Stati membri, come abbiamo fatto noi per affrontare la pandemia . […] Con strumenti come Sure e Next Generation EU. “

Si potrebbe non trovare questa posizione troppo sorprendente da parte dei socialdemocratici, ma anche il legislatore liberale dell’UE ed ex professore di economia Luis Garicano sta sostenendo un piano come il pacchetto Next Generation EU.

READ  La città italiana di Sambuca ora vende case abbandonate a due euro

“L’abbiamo costruito in pochissimo tempo e potremmo rifarlo”, ha detto a EURACTIV.

Inoltre, ha affermato, questa volta la spesa pubblica dovrebbe svolgere un ruolo più importante perché la politica monetaria non ha molto spazio per un’ulteriore espansione a causa dell’elevata inflazione.

Mentre secondo alcuni media la Commissione Europea sta già preparando una proposta per uno strumento dell’UE finanziato attraverso prestiti congiunti, alcuni governi degli Stati membri si oppongono.

Il primo ministro olandese Mark Rutte ha dichiarato mercoledì (9 marzo) che non sarebbe d’accordo “a questo punto” su una seconda versione della prossima generazione dell’Unione europea. Anche il governo tedesco è titubante e vuole usare prima altri soldi.

La contro-argomentazione al nuovo meccanismo di compensazione europeo afferma che gli Stati membri saranno in grado di rispondere da soli se gli aiuti di Stato e le norme fiscali che l’UE ha allentato durante la pandemia rimarranno flessibili.

Garanzia dell’unità

Tuttavia, se gli Stati membri sono lasciati a finanziare da soli le conseguenze della guerra, Poitier di Bruegel teme che gli spread sulle obbligazioni si allarghino nuovamente, il che significa che la differenza tra gli oneri finanziari in Germania e i paesi meno favoriti dai mercati finanziari aumenterà.

L’Italia, già fortemente indebitata e importatrice di grandi quantità di gas russo, dovrà affrontare problemi per mitigare l’impatto della guerra russa sulla sua economia, che a sua volta potrebbe influenzare la sua volontà di sostenere severe sanzioni contro la Russia.

“Affinché l’unità di risposta dell’UE funzioni a lungo termine, i paesi dell’UE devono assicurarsi di non essere eccessivamente svantaggiati”, ha detto Poitier a EURACTIV, osservando che i governi potrebbero temere un contraccolpo da parte degli elettori.

Pertanto, un meccanismo di compensazione finanziato congiuntamente può essere una condizione preliminare per formare l’unità verso sanzioni più severe come un boicottaggio completo del petrolio e del gas russi.

Mentre durante la pandemia di COVID potrebbe non aver avuto molta importanza se un mese fa o più tardi fosse stato raggiunto un consenso politico sulla prossima generazione dell’UE, le bombe che piovono sui civili ucraini dovrebbero spronare i leader dell’UE ad agire rapidamente.

READ  L'inviato italiano vede enormi opportunità commerciali e di investimento con il Pakistan - Business

pianificatore settimanale

Il grafico di questa settimana mostra quanto guadagnavano in media le donne nel reddito orario totale rispetto agli uomini in tutta Europa nel 2020. In media per l’Unione Europea, le donne guadagnavano il 13% in meno rispetto agli uomini per ora lavorata.

Ciò significa che per ogni giornata lavorativa di otto ore per gli uomini, le donne devono lavorare nove ore per guadagnare lo stesso stipendio. A rendere le cose ancora più ingiuste, anche le donne, in media, assumono un lavoro più non retribuito.

Grafico di Esther Sniby

Ora, si tratta di dati non rettificati, il che significa che non tengono conto del tipo di lavoro o della posizione nella gerarchia. Pertanto, non è del tutto appropriato misurare il modello della “pari retribuzione per uguale lavoro” previsto dai trattati dell’UE.

I numeri mostrano invece un quadro d’insieme che aggrega il sessismo di un datore di lavoro che paga le donne meno degli uomini anche se svolgono gli stessi lavori.

Mostra anche il sessismo strutturale delle politiche che rendono difficile per le donne avanzare nella loro carriera e il fatto che, in Europa, i lavori occupati principalmente dalle donne sono pagati meno dei lavori che sono per lo più svolti dagli uomini.

Si possono trovare diverse statistiche per esaminare ciascuno di questi effetti individualmente, ovviamente (dare un’occhiata all’angolo della letteratura qui sotto). Ma questi dati sul divario salariale orario totale non rettificati rivelano una semplice verità:

In Europa il valore del tempo di una donna è ancora inferiore a quello di un uomo.

Angolo della letteratura

Stesso shock, effetti diversi: l’esposizione degli Stati membri dell’UE alle conseguenze economiche della guerra di PutinIn questo documento politico, Nils Riedeker del Centro Jacques Delors compila una serie di indicatori in brevi grafici per misurare in che modo l’invasione russa ha influenzato le economie degli Stati membri dell’Unione Europea.

cosa succede se? Gli effetti economici della Germania per fermare le importazioni di energia dalla Russia: Alcuni economisti stimano gli effetti economici che uno stop alle importazioni di energia dalla Russia avrebbe sul Paese, una delle possibili sanzioni attualmente in discussione. Il governo tedesco è uno dei maggiori oppositori di questo boicottaggio dell’energia russa. Gli autori hanno scoperto che il PIL potrebbe contrarsi tra lo 0,5% e il 3%.

READ  La casa di moda di Anversa Anne Demolmeister parte per l'Italia

Conseguenze della politica economica di guerraJean Pisani-Ferry di Bruegel fornisce una panoramica di ciò che potrebbe danneggiare l’economia europea a causa della guerra in corso e fornisce una stima approssimativa delle conseguenze finanziarie. I costi di bilancio a breve termine per l’UE e i suoi Stati membri potrebbero ammontare a circa 175 miliardi di euro, ovvero l’1,25% del PIL dell’UE, secondo questo post sul blog.

Atlante dell’assistenza dell’UE: nuova mappa di dati interattiva che mostra come la mancanza di assistenza influisca sul divario di reddito di genere nell’UEQuesta mappa interattiva mostra come i diversi aspetti della discriminazione nei confronti delle donne sul posto di lavoro e nel lavoro non retribuito si confrontano in tutta Europa.

Di cosa parlava il TED? Questo articolo introduce il termine “ispirazione” per descrivere i discorsi TED e critica aspramente questa forma di discorso pubblico come un'”estetica populista d’élite” che pretende che il mondo possa essere salvato se ascoltiamo solo poche persone ispiratrici ed esperte di tecnologia. Il pensiero lo guidava.

Tassazione della terraQuesto articolo mostra come una tassa sul valore fondiario potrebbe risolvere la crisi immobiliare negli Stati Uniti. Sebbene si concentri sulle condizioni negli Stati Uniti, l’argomento di base può essere applicato anche al contesto europeo. Sebbene l’attuazione sia difficile e destinata a essere contrastata da proprietari terrieri politicamente potenti, una tale tassa stimolerebbe un uso efficiente del suolo e potrebbe ridistribuire gli affitti guadagnati dai proprietari terrieri grazie alla pura fortuna di possedere un appezzamento di terreno che si apprezza nel tempo.

[Edited by Zoran Radosavljevic]