Gennaio 27, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Spotify lancia annunci di podcast in-app cliccabili al CES | Pubblicità

La pubblicità nel podcast era poco più di un host che emetteva un codice promozionale o un URL, che gli ascoltatori potrebbero o meno ricordare manualmente.

Spotify sta rendendo gli annunci sui podcast più interattivi e accessibili attraverso le sue carte di invito all’azione (CTA), lanciate giovedì sul podcast originale ed esclusivo di Spotify. La nuova esperienza pubblicitaria includerà testo personalizzabile, elementi visivi audaci e inviti all’azione cliccabili, come “acquista ora”.

I CTA vengono visualizzati nell’app Spotify non appena viene avviata la pubblicità. Il CTA appare anche di nuovo in seguito mentre l’ascoltatore sta navigando nell’app dopo aver ascoltato un episodio. Gli annunci cliccabili saranno visibili per sette giorni dopo la riproduzione dell’audio, a meno che la campagna non termini prima.

Le schede sono alimentate da Streaming Ad Insertion, uno strumento di targeting per podcast che Spotify ha lanciato al CES 2020 e include una suite digitale di soluzioni di pianificazione, reporting e misurazione.

Lo ha dichiarato giovedì il capo del settore pubblicitario e della piattaforma di Spotify Jay Richman durante una conferenza stampa al Consumer Electronics Show.

La nuova esperienza pubblicitaria sta già attirando marchi come Ulta Beauty, Athletic Greens e Squarespace.

“Sappiamo che i consumatori sono sempre multitasking. Siamo tutti noi”, ha dichiarato in un comunicato stampa Kristen White, responsabile dei contenuti, dei social e dei media di Ulta Beauty. “Mentre pensiamo alle esperienze pubblicitarie, abbiamo bisogno per cercare modi per coinvolgere i consumatori in tempo reale. Le carte CTA consentono al consumatore di selezionare il momento che desidera scoprire e acquistare alle proprie condizioni, migliorando la propria esperienza.

Il nuovo metodo sembra essere efficace per catturare l’attenzione degli utenti e indirizzare il traffico verso i siti web dei marchi. Secondo Spotify, in recenti test di CTA, gli annunci cliccabili hanno portato al doppio delle visite al sito rispetto agli annunci non cliccabili.

READ  Jabra annuncia una nuova gamma Elite di auricolari wireless

Secondo White, Ulta, da parte sua, ha raggiunto circa 250.000 ascoltatori Spotify in una recente campagna. Circa la metà di questi ascoltatori unici ha visualizzato almeno un CTA, compresi quelli che hanno visualizzato la scheda dopo aver ascoltato una pubblicità audio e durante l’esplorazione dell’app.

Gli abbonati Premium non potranno rinunciare agli inviti all’azione nel tentativo di aiutare i creatori. Secondo Spotify, i creatori non dovranno fare alcun lavoro extra per attivare i CTA.

“I creator creano praticamente tutti questi contenuti gratuitamente”, ha affermato Mike Minano, global head of talk di Spotify e co-fondatore di Anchor, durante il briefing. “Siamo lieti di essere in grado di costruire un ecosistema più equo, in cui è probabile che più creatori che mai saranno in grado di generare reddito e alcuni addirittura si guadagnano da vivere”.

La spinta verso una pubblicità audio innovativa arriva mentre l’interesse per l’audio continua a crescere. Secondo eMarketer, negli Stati Uniti il ​​tempo che un telefono cellulare trascorre ascoltando l’audio supera il tempo che un utente trascorre sui social media, sui video e sui giochi.

Spotify è saltato con tutto il cuore nel carrello della spesa con le sue molteplici acquisizioni di contenuti e tecnologia podcast, tra cui Acquistare La società di hosting e pubblicità Megaphone nel 2020. A dicembre, Spotify ha acquisito la società di tecnologia di streaming audio Whooshkaa.

Con i CTA, Spotify si attiene anche alla tendenza del social commerce che sta decollando su più piattaforme rendendo più facile per gli ascoltatori acquistare direttamente un prodotto di cui sentono parlare sulla piattaforma. Secondo eMarketer, il social commerce dovrebbe superare i 36 miliardi di dollari negli Stati Uniti nel 2021.

READ  Le persone che decidono se acquistarlo dovrebbero "fare ciò che ritengono giusto"