Settembre 17, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Singapore in trattative sul corridoio di viaggio mentre si avvicina al futuro “resiliente” per COVID

Includono i tanto attesi corridoi di viaggio internazionali con paesi a basso rischio in cui i passeggeri non dovranno essere affatto messi in quarantena purché siano completamente vaccinati.

Non è stato annunciato con quali paesi Singapore sia in trattativa e quando potrebbero aprire tali corridoi, ma il ministro della Sanità Aung Yi Kong ha affermato che “dobbiamo trovare il modo per iniziare ad aprire i confini”.

“Singapore è in realtà considerato un paese a basso rischio da molte regioni, compresi gli Stati Uniti e gran parte dell’Unione europea”, ha affermato.

I viaggiatori con sede a Singapore possono effettivamente andare in questi paesi senza quarantena o SHN [stay at home notices]. Quindi dipende davvero da noi se ci sentiamo a nostro agio nel ricambiare gli accordi e nell’aprire immediatamente il corridoio di viaggio.

“L’onere è su di noi, quindi dobbiamo valutare il livello di rischio per alcuni di questi altri potenziali paesi”.

Il ministro delle finanze Lawrence Wong ha affermato che Singapore “comincerà con i paesi in cui valutiamo che i rischi siano simili ai nostri, [with] La situazione dei contagi è sotto controllo”.

“Inizieremo prima con alcuni paesi, consentiremo viaggi fortificati, in entrambe le direzioni, senza SHN. Sostituiremo SHN con un sistema di test”.

Singapore in precedenza aveva cercato una bolla di viaggio senza quarantena con l’Australia, ma quei piani si sono bloccati a causa della riluttanza del governo Morrison e ora un focolaio che ha lasciato gran parte dell’Australia in blocco.

Anche un canale tra Singapore e Hong Kong è stato ostacolato due volte durante la pandemia all’ultimo minuto a causa di un picco di casi nei centri finanziari.

READ  L'Australia è in trattative con la società francese Valneva

Riprendere il viaggio a due vie senza quarantena per almeno alcune località è la chiave per il collegamento con Singapore, ma non sarà senza un costo.

“Quando lo faremo, dovremmo aspettarci che il numero di persone infette aumenti”, ha affermato Aung Yi Kung.

“È probabile che aumenti anche il numero di individui in condizioni critiche che richiedono un’unità di terapia intensiva o l’integrazione di ossigeno, soprattutto se rimangono non vaccinati.

Dobbiamo anche essere preparati psicologicamente anche per l’alto numero di morti da COVID-19. Quindi è molto importante continuare a vaccinare quante più persone possibile”.

Singapore ha anche annunciato che, da ottobre, i lavoratori non vaccinati in una serie di settori dovranno sottoporsi a test regolari se non sono vaccinati. Includono i settori dell’assistenza sanitaria, dell’assistenza agli anziani e della gestione dei clienti come l’ospitalità, nonché i servizi pubblici.

Scarica

I tradizionali centri di venditori ambulanti all’aperto della città sono stati esentati dall’obbligo di vaccinare mentre si mangia e le persone potranno mangiare in gruppi di due indipendentemente dal fatto che vengano vaccinati. La cena nei ristoranti inizierà per i clienti vaccinati con un massimo di cinque persone che possono includere bambini della stessa famiglia che non sono stati vaccinati.

Singapore ha utilizzato i vaccini Pfizer e Moderna basati sull’mRNA degli Stati Uniti nel suo lancio di vaccini, ma imparerà a conoscere tutti i vaccini che sono stati approvati dall’Organizzazione mondiale della sanità.

Ricevi una nota diretta dal nostro straniero corrispondenti Su ciò che sta facendo notizia in tutto il mondo. Iscriviti alla newsletter settimanale What in the World qui.