Ottobre 1, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Siccità e boom nell’uso dei reagenti: cosa ci dice la scienza su questi cacciatori d’acqua?

Qui, non esiste una formula magica o una pozione. Ma due bacchette o un pendolo. Il rilevatore afferma di utilizzare questi due strumenti per rilevare le acque sotterranee. Non c’è scuola di scout da padroneggiare, che a loro avviso sarà una “sensibilità” unica. Permetterà loro di sentire il “campo magnetico dell’acqua”. Questo si chiama rabdomanzia. Ma dietro questa pratica, poche fonti scientifiche. In effetti, tutti gli esperimenti condotti su questo argomento si sono rivelati inconcludenti.

Il più grande esperimento condotto fino ad oggi risale al 1986. Lei è molto seria. Fu condotto per volere del governo tedesco, che voleva sapere se la rabdomanzia fosse un vero talento per sfruttarlo, e fu condotto per due anni da fisici dell’Università di Monaco. Il protocollo rispetta rigorosamente il cosiddetto studio “in doppio cieco”. Un carro pieno di acqua in movimento ruota su un asse di dieci metri sotto un pavimento sopraelevato. Sopra, il rilevatore deve solo determinare la posizione dell’acqua, utilizzando gli strumenti di sua scelta. Ogni volta, qualcuno che non sa dove sia l’acqua, annota i risultati. La prima fase degli esperimenti mira a trovare “Meglio” Fonti. Dal primo gruppo di test di 500 partecipanti, solo 43 sono risultati affidabili. In tutto, questo secondo campione ha eseguito 843 test in 104 serie, in un periodo di due anni. Ogni volta che si regola la velocità dell’acqua e il suo contenuto di sabbia, ghiaia o sale. Di conseguenza, sei dei primi 43 partecipanti hanno ottenuto risultati leggermente migliori solo per caso. Questo è l’1,2% del numero totale di persone che hanno partecipato a questo processo.

READ  A quattro anni dalla chiusura del reparto maternità, il paese è ancora isolato