Giugno 16, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Siamo qui: doppietta del Real Madrid per l’uscita di Zinedine Zidane; Massimiliano Allegri e Raul sono tra le opzioni di sostituzione

Fabrizio Romano, un insider calcistico alla CBS Sports, è tornato con le ultime notizie e note dal mondo dei trasferimenti di calcio, delle mosse di allenatore e altro ancora. la settimana scorsa, Abbiamo esaminato l’estensione di Edinson Cavani al Manchester United, spingendo Sergio Aguero a interpretare Lionel Messi al Barcellona e molto altro.. Questa settimana, stiamo studiando il futuro di Zinedine Zidane al Real Madrid con una settimana rimasta nella stagione della Liga mentre il club cerca i titoli successivi.

Qui. noi. Partire.

Vuoi di più da Fabrizio Romano? Ascolta di seguito e continua Che goal! Podcast quotidiano di calcio CBS Ti portiamo fuori dal campo e in giro per il mondo per commenti, anteprime, riassunti e altro ancora.

Il futuro di Zinedine Zidane è una questione molto delicata per il Real Madrid perché l’allenatore francese ha solo un accordo che scade nel giugno 2023.

Il presidente del club Florentino Perez ha sempre avuto un piano per rispettare la scelta di Zidane in un modo o nell’altro, quindi aspetterà la sua decisione alla fine della stagione. Se Zizou sceglie di prendere le distanze dal Real Madrid, il club sarà pronto con opzioni di backup.

Durante il fine settimana, sono emerse notizie secondo cui la decisione di Zidane era già stata presa. Il Real Madrid non ha confermato, anche se i giocatori negli spogliatoi insistono sul fatto che non hanno ancora ricevuto risposte ufficiali da Zizou. Tuttavia, tutti intorno al club sembrano fiduciosi che Zidane se ne andrà. Anche i colleghi più vicini a Perez sembrano pensare che se ne sia andato, tanto che il club ha effettivamente preso contatto con altri allenatori già a marzo per non farsi cogliere impreparati.

Insomma, il secondo addio di Zidane al Real Madrid si avvicina sempre di più ai suoi frutti.

Zidane darà una risposta ufficiale solo a fine stagione, per rispetto del club e dei suoi giocatori. Per non parlare, vuole lottare fino alla fine per il suo diritto ad essere incoronato La Liga per la seconda stagione consecutiva. Ma dopo questa stagione instabile a testa in giù, l’idea di partire è concreta ed è per questo che la società sta già facendo dei passi per essere pronta nel caso in cui il tecnico francese confermasse questa scelta.

Cosa accadrà nel futuro di Zidane? Zidane preferisce sempre prendere la decisione con calma e accettare un nuovo progetto solo se è convinto al 100%. Un anno di riposo non dovrebbe essere escluso nei suoi potenziali piani.

Ha sempre voluto una possibilità con la nazionale francese. Su questo fronte, c’è la massima segretezza per proteggere Didier Deschamps – eccellente fino ad oggi. In Italia ci sono tanti collegamenti con la Juventus quanti ci si aspetterebbe, ma sarà fondamentale capire se il club parteciperà o meno alla Champions League. Inoltre, lo stipendio di Zidane – 13 milioni di euro (quasi 16 milioni di dollari) netti a stagione – è decisamente alto, tre volte di più di quello che guadagna Andrea Pirlo ora. Zidane non ha mai negato il suo amore per l’Italia e la Juventus, ma i piani del club e l’attuale situazione finanziaria non hanno facilitato eventuali scenari per l’allenamento di Zidane contro la Juventus.

Chi sostituirà Zidane se lascerà il Real Madrid? Il club ha una rosa di candidati già pronta con tre nomi. Tra loro c’è Massimiliano Allegri, con il quale ho già avviato contatti diretti mesi fa. L’ex tecnico di Juventus e Milan attende di capire cosa accadrà e accetterà l’opportunità di allenare il Real Madrid anche se è già stato contattato da diversi club italiani. Allegri non prenderà alcuna decisione fino a quando la polvere non si sarà placata al Real Madrid. Una delle sue priorità è allenare il Real Madrid perché tre anni fa ha rifiutato l’offerta del club spagnolo perché “mi ha chiamato Florentino Perez, ma io ho rifiutato a causa di un precedente accordo in cui avevo promesso alla Juventus di restare”. Ora, Alegre accetterà immediatamente.

Il nome di Raul Gonzalez Blanco non è da sottovalutare, in quanto è l’attuale allenatore del Castilla, squadra di riserva del Real Madrid, e leggenda del club, tuttavia, non vuole affrettare i tempi della sua decisione. Anche l’Eintracht Frankfurt sta spingendo per la sua nomina a manager, quindi Raul ha intenzione di aspettare e valuterà le sue opzioni in seguito. In ogni caso, Ral è uno dei candidati più seri per il Real Madrid. Il terzo nome nella lista del Real Madrid deve ancora essere confermato.

Florentino Perez sa bene che le possibilità di uscita di Zidane sono alte, motivo per cui è tutto aperto. Tra i tanti contratti in scadenza che devono essere decisi, da Sergio Ramos a Lucas Vazquez, il Real Madrid dovrà presto lavorare anche sulla questione manageriale.

READ  Un negozio di alimentari giapponese One World Market per espandere il suo negozio a Novi