Ottobre 6, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

“Siamo contrari al GAFA, non stiamo raccogliendo dati”, ha affermato Fabrice Brygge, presidente di Palantir France

I suoi clienti vanno dal gruppo automobilistico Stellantis ai servizi di intelligence statunitensi come l’FBI. L’ex presidente di Airbus vende software che rende molto semplice lo sfruttamento dei dati ma nega di monitorare i suoi clienti.

Articolo di

pubblicato

Modernizzazione

momento della lettura : 1 minuto.

Fabrice Brigier, ex presidente di Airbus, è ora presidente di Palantir France, specializzato in analisi e data science (big data). Nel 2016 ha scelto l’azienda americana nell’ambito di un’intensificazione dell’A350, poi ha sviluppato una partnership con Palantir che ha Lo collega a tutte le compagnie aeree. Creare un ecosistema unico al mondo, secondo Fabrice Brégier, che permette di muoversi verso “manutenzione preventiva”.

Lo conferma il presidente di Palantir France, il software commercializzato dall’azienda non conserva i dati utilizzati, il cliente è il proprietario della mano.Siamo contro il GAFA. Non raccogliamo dati, non li analizziamo e soprattutto non li monetizziamo”. Conferma Fabrice Brigier.

Palantir ha agenti dell’intelligence statunitense e francese, l’FBI e la direzione generale delle statistiche, ma nega una preferenza per la sorveglianza generalizzata.

“Ci rifiutiamo di lavorare in paesi lontani da concetti democratici che garantiscono la libertà degli individui e della proprietà”, ha aggiunto.

Fabrice Brigier, Presidente di Palantir Francia

franceinfo

L’uso di algoritmi come strumento di supporto alle decisioni non solo rappresenta un rischio democratico secondo Fabrice Brigier, ma dovrebbe estendersi ad altre aree. E il presidente di Palantir France sviluppa: “Parliamo molto di pianificazione ambientale. Ma possiamo avere su un’unica piattaforma i dati di tutti i principali vettori, produttori di energia e regioni, per creare una piattaforma per proiettare come dovrebbe essere la Francia tra dieci anni, o addirittura vent’anni, Il manager è entusiasta. Le tecnologie ci sono. Sono, ovviamente, americani. Ma ho 150 ingegneri francesi di alto rango nella mia squadra che assicurano che questa conoscenza venga trasmessa alla parte francese”.