Luglio 28, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Si sposta nel sud Italia alla ricerca del buon cibo

Dopo quasi 40 anni di assenza, sono tornato a Buglia il 10 maggio 2019 e la mia macchina era piena di forbici viola e tutto ciò che possedevo. Sul perimetro settentrionale della Penisola di Carcano siamo scivolati nel Wystack alla sua punta e siamo entrati in un sentiero posteriore che era inaccessibile con i suoi pozzi e curve e tornanti. Ecco l’ultimo.

Ho preso quella lampadina circa un anno fa. Sposterò la serratura, il calcio e la canna nel sud Italia. Ho intervistato Russell Norman, autore e ristoratore del Venice Book, che ha imparato a cucinare come un locale con un resoconto di un anno sullo sfondo di Venezia. C’era un osservatore, quindi ho cercato di apparire professionale e premuroso, ma sono stato molto distratto da due pensieri: 1. Quest’uomo è così dannatamente bello e bello, e 2. Sono così geloso – perché non ho mai fatto una cosa del genere ?

Sophie Griggson

Due giorni dopo, quando ho visto una storia su un piccolo paese chiamato Candela nel nord della Puglia, ero bloccato su una rotta Internet che non si trovava da nessuna parte. Questo è quando mi ha colpito. Io posso. Sto andando nel sud Italia.

*******

Nonostante la cucina pugliese sia apparentemente italiana, il cuore pulsante è il suo. Ci vogliono anche 24 ore per iniziare a rilevare le differenze. Continua a cercare, combinano una dieta unica ricavata dalla terra, povertà, cavalleria degli invasori e felice avidità per il buon cibo. Imparerai presto qui che il cibo è altamente localizzato e apprezzato in tutto il mondo. Nella mia nuova città natale, ho chiesto un pastigioto (una pasta friabile divina ripiena di polpette alla crema). Oh, pazza inglese! “Sono una specialità di Lex [all of 40 miles away]. Non li abbiamo creati qui. “Puoi effettivamente trovarli ovunque (incluso il reparto surgelati del supermercato locale), ma il suo punto era chiaro.

Dieci miglia nella direzione opposta è la città di Cisternino, dove molti dei ristoranti della città non sono ristoranti, almeno non durante il giorno. Vendono macellerie a chi ama la carne cruda impeccabile. La scena è ancora di sera, ma le stanze sul retro sono aperte e la macelleria viene trasformata in un bazar o rosacea. Inferno per i vegetariani, paradiso per i carnivori. Bistecche, salsicce e braciole alla brace, ma soprattutto, secondo me, spezzatino, carne e formaggio e le erbe sono piccoli involtini, croccanti e teneri.

Ad Oriya, la bignata, una pentola di terracotta per cucinare bombe, è stata sepolta durante la notte in una stufa a legna. Qui si bevono manzo, maiale, cavallo o asino in un laghetto ricco di salsa di pomodoro. Una parte di quel sugo viene fermata per guarnire la pasta, e il resto viene ora consumato con carne tenera. Al Coastal Instep, nel precampionato Porto Cicerone, ordino una Pignata de Polpo. Il polpo viene cotto molto lentamente nella sua pentola di terracotta, è morbido come il burro e ben lavorato, ma nemmeno un filo di salsa.

Uno dei prodotti fatti in casa di Candela è il grano arzo, il che significa che i chicchi bruciati non sono una ‘grande base’ tradotta male, mi fa ridere come un bambino’

Quando l’ho visto per la prima volta dall’alto della strada principale di Candela, all’inizio di giugno il paesaggio era lastricato di granate di grano dorate, uliveti, bandiere rivestite di teli di plastica per proteggersi dalle tempeste e turbine eoliche. Centinaia di turbine eoliche raccolgono gas d’aria. Là si diffuse su di me: grano, vino e olio d’oliva. Le pietre miliari per ciascuno di questi cibi benedetti e incessantemente combattuti (gli Astrokoth, i greci, i normanni, gli arabi, gli austriaci, i turchi, i francesi, gli spagnoli e i romani lo rivendicarono tutti in un momento o nell’altro), sono ora spesso trascurati.

Aggiungere i pomodori dolci e salati, le lambassioni amare (bulbi di muscari), l’aglio, i formaggi ricchi (soprattutto la protta, fatta a Buglia un secolo fa), il cappuccino stagionato e la sopresatta al peperoncino. A solo un’ora a est ea ovest, la lunga spiaggia offre pesce, polpi, granchi e cozze ai porti di piccoli porti con le loro barche da pesca e ai mercati portuali di prima mattina.

Uno dei prodotti per la casa di Candela grano arso, In realtà grani bruciati, non la “grande base” tradotta male che mi fa ridere infantile. I chicchi interi di grano vengono tostati a un millimetro dalla loro vita, quindi macinati in una farina fine e utilizzati per la pasta (soprattutto le orchidee) e il pane. NegroAmaro e Primitivo mettono il vino d’uva sulle tavole e con l’aumentare del calore del Velo di giugno, i Duri celebrano la festa della Sacra della Siligia Ferovia, la ciliegia del treno, un treno sconnesso e succoso che corre lungo i binari originali di un albero.

Buglia è un territorio che voglio conoscere da vicino, voglio capirne la cultura, la vita, la storia e la geografia, sapevo quando sono arrivato che si rifletteva nel prisma del cibo posto sulla tavola di locali e turisti. Mi viene in mente il mio io ventenne scritto sui taccuini quando ho viaggiato per la prima volta nel sud Italia, e questa è l’unica volta che ho soggiornato.

Chicken Laziness: Life, Food and Cooking Magazine from Buglia, di Sophie Griggson, edito da Headline Home, € 23

READ  Dì muggito! Centinaia di auto italiane iniziarono a farsi strada nel Quebec Park