Marzo 20, 2023

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Semidia ha scoperto che la commedia è il genere più hackerato

Fornitore di software video Smidia Oggi ho svelato una ricerca che analizza l’impatto della pirateria sportiva e dell’intrattenimento in sette paesi e i potenziali ritorni che potrebbero derivare dalla conversione di telespettatori pirata in abbonati legali. lo studio da lui condotto analisi dell’amplificatorerileva che il valore della pirateria nel settore dell’intrattenimento è tre volte superiore a quello della pirateria sportiva e che la frammentazione dei diritti su più servizi sta attualmente influenzando la pirateria nel mercato dell’intrattenimento come accade per lo sport.

La ricerca rivela che la commedia è il tipo di intrattenimento più piratato, guidato da titoli incl Ghostbusters: Aldilà E Ted Lasso, dove metà dei telespettatori pirata trasmettono illegalmente la commedia. Questo è seguito rispettivamente dal genere action-adventure e dalla categoria crime-thriller.

I dati mostrano che fermare la pirateria di un singolo film di Hollywood potrebbe portare a $ 130 milioni a $ 280 milioni di entrate solo negli Stati Uniti, con i film di supereroi che offrono le maggiori opportunità. Per un titolo famoso come Spider-Man: Non c’è modo di tornare a casaArrestare la pirateria comporterebbe entrate potenziali per il servizio di streaming dello studio di oltre $ 400 milioni, in base al valore reale annuale degli abbonati allo streaming.

Se la pirateria venisse fermata, lo sport genererebbe $ 9,8 miliardi di entrate potenziali nei sette mercati esaminati, ma quel numero è sminuito dal potenziale di sbloccare ulteriori $ 21,8 miliardi di entrate trasformando i pirati cinematografici e televisivi in ​​servizi legali.

Dei sette paesi esaminati, il rapporto Seaamedia ha rilevato che il mercato più redditizio sono gli Stati Uniti, con un potenziale di $ 13,7 miliardi all’anno per fermare la pirateria cinematografica e televisiva e altri $ 5 miliardi legati allo sport. Ciò genererebbe $ 5,9 miliardi di entrate annuali per i fornitori di servizi di streaming statunitensi, con i 28 film e programmi TV più piratati che contribuiscono fino a $ 1,8 miliardi di nuove entrate.

READ  Virat Kohli non ha mai fatto la proposta ad Anushka Sharma: "Sapevamo che ci saremmo sposati"

Secondo la ricerca, Germania, Italia e Regno Unito hanno i livelli più bassi di pirateria. Ma, fermando la pirateria e trasformando gli spettatori pirata in abbonati legali nel Regno Unito, ad esempio, i fornitori di video e i proprietari di contenuti hanno il potenziale per sbloccare ogni anno 1,36 miliardi di dollari in intrattenimento e 1,17 miliardi di dollari in sport.

Il calcio (noto negli Stati Uniti come calcio) è una calamita per la pirateria sportiva delle star e, nonostante sia disponibile sulla TV gratuita, la Coppa del Mondo FIFA è il campionato più piratesco in base ai punteggi. Ciò riflette la sua popolarità in tutto il mondo, ma indica che anche i contenuti gratuiti possono soffrire di pirateria se i fan utilizzano già siti illegali per accedere ad altri contenuti sportivi. La UEFA Champions League e la Premier League inglese sono rispettivamente al secondo e terzo posto. L’unico campionato non calcistico nella top ten è l’NBA. Dopo il calcio, gli sport più popolari da guardare sui servizi pirata nei sette paesi esaminati sono il cricket e il kabaddi, guidati dai pirati nel subcontinente indiano, e il badminton, guidati dai pirati in Asia.

Comprendere gli spettatori pirata

Gli spettatori di pirati che utilizzano sia i servizi gratuiti che quelli a pagamento hanno maggiori probabilità di essere uomini mentre i pirati paganti hanno maggiori probabilità di essere uomini sotto i 35 anni con bambini piccoli. La ricerca ha rilevato che il 44% dei consumatori facoltosi paga per gli sport dei pirati dal vivo, anche se la maggior parte dei pirati rientra in gruppi a basso reddito, indicando il desiderio di tagliare i costi e guardare tutti i tornei in un unico posto.

READ  Il duo italiano batte il Guinness World Record per il cambio gomme più veloce su un'auto in movimento

Poiché i diritti sui contenuti continuano a essere frammentati, la ricerca ha rilevato che gli spettatori pirata tendono a essere più coinvolti con i contenuti. Man mano che i consumatori aumentano il numero di abbonamenti legali che hanno, diventa anche più probabile che visualizzino contenuti piratati, con il 91% degli intervistati con accesso a cinque o più servizi di abbonamento video legali che hanno visto contenuti illegali.

“A meno che l’industria non intervenga, la frammentazione dei contenuti premium esacerbata dall’attuale clima economico continuerà a spingere gli spettatori verso servizi di pirateria sia a pagamento che gratuiti”, ha affermato Avigail Gutman, Vice President of Intelligence and Security Operations di Seamedia. un rischio reale per i titolari dei diritti, le emittenti e i fornitori di servizi”. così come più servizi in bundle e di fatturazione.

Secondo Jay Bisson, CEO e co-fondatore di Ampere Analysis: “C’è un mito persistente secondo cui il consumatore piratato non pagherà mai e non pagherà mai. Questa ricerca ribalta questa saggezza prevalente, con più della metà degli spettatori pirata che pagano per servizi televisivi piratati e il 54% paga anche per i servizi legali.Sapevamo già che la pirateria sportiva era un grave problema finanziario, ma ciò che ci ha colpito di più di questo studio è stata la reale portata dell’impatto sui principali studi statunitensi e su Hollywood nel suo insieme.

metodologia

Per la prima volta, la ricerca di Ciamedia identifica con precisione i percorsi comportamentali che i consumatori seguirebbero se la pirateria sportiva e di intrattenimento venisse completamente bandita, tenendo conto dell’impatto sull’affluenza al cinema, sul comportamento transazionale, sulla pay TV tradizionale, sugli abbonamenti streaming e sulle promozioni. Prende in considerazione non solo i ricavi immediati derivanti da un nuovo abbonamento a un servizio o canale, ma anche l’intero valore annuale del cliente utilizzando informazioni accurate sul passaggio all’euro. La ricerca ha anche misurato l’impatto dei singoli titoli di film e programmi TV sull’interesse dei consumatori per l’abbonamento, rivelando come la pirateria di alcuni dei più grandi film priva gli studi e i creatori di contenuti di valore a lungo termine nel corso di mesi e anni.

READ  Nuovi sottotitoli e bagel salgono in cima alle cinque storie più lette a Dallas questa settimana

a base di simida Rapporto di ricerca In Sports Hacking nel 2021, questo sondaggio ha incluso 16.000 consumatori in Brasile, Italia, India, Germania, Tailandia, Regno Unito e Stati Uniti.

Syonymia e Ampere Research ospiteranno una chat al caminetto chiamata “No Laughing: Hackers Have Fun Comedy” per discutere i risultati in modo più approfondito martedì 23 febbraio alle 11:00 ET. Per registrarti, clicca qui.

Basandosi su un’eredità di 30 anni nella sicurezza, l’approccio forense basato sull’intelligence di Syonymia combina l’intuizione umana con l’intelligenza artificiale per scoraggiare, rilevare e interrompere l’hacking. includere il suo portafoglio OTT ServiceGuardSoluzione basata su SaaS che protegge lo streaming di contenuti su tutte le piattaforme aperte Condivisione delle credenziali e statistiche sulle frodi (CSFEye)una soluzione di analisi predittiva come servizio (AaaS) che identifica i partecipanti fraudolenti e il coinvolgimento informale e attiva una risposta su larga scala.