Ottobre 19, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Sei vegetariano? Ecco le raccomandazioni del Consiglio supremo della sanità

sono vegetariano“: Dietro questa frase, nascondi le diverse pratiche alimentari. Nella famiglia” vegetariana “ci sono” semi-vegetariani “o” flextarians “, che a volte consumano carne, pollame e pesce, per esempio; I “bisco vegetariani”, che conservavano i frutti di mare, “i vegetariani di Volvo”, la cui fonte di uova sono ancora solo loro … tutti i gusti in natura, anche “vegetariani” o “vegani”, allontanando così tutti gli alimenti dal regno animale .

Ma ci sono rischi associati a questi schemi alimentari, come la mancanza di nutrizione o la sovraesposizione a sostanze tossiche? La risposta è senza dubbio al centro del piatto, né tutte le verdure né tutta la carne: il Consiglio Supremo della Salute (CSS) ha formulato raccomandazioni basate sulle più recenti conoscenze scientifiche. Segui la nostra guida alle verdure sane:Più restrittiva è la dieta, maggiore è il rischio di un deficit.t, spiega il dottor Brasor, pediatra ed esperto del Consiglio Supremo della Salute. Più importanti sono le esigenze nutrizionali di una persona in base all’età della vita, più importante è una dieta variata. Una dieta vegana è compatibile con un’adeguata copertura nutrizionale, ma sentiti libero di chiedere consiglio a un dietista, soprattutto in caso di gravidanza o altro.. “

Bambino? Non sono vegetariano

La dieta vegana è la più restrittiva, in quanto è vietato tutto ciò che proviene dal regno animale. Questa dieta non è raccomandata per donne incinte o che allattano, neonati e bambini piccoli. Infatti, gran parte dell’energia e dei nutrienti che la madre consuma è dedicata alla crescita del feto, e quest’ultimo ha bisogno di proteine. Una dieta carente può portare a un ritardo fisico o intellettuale che non può più essere colmato.

READ  Intrappolati nella scienza, escono dalla loro caverna dopo 40 giorni - rts.ch

Allo stesso modo, le bevande vegetali (falsamente chiamate “latte” di riso, soia, mandorle, castagne, ecc.) Non hanno posto, dicono gli esperti di salute, nell’alimentazione di neonati e bambini. Hanno un contenuto estremamente basso di nutrienti essenziali

Per le donne in gravidanza che sono vegetariane, si consiglia di assumere un integratore di vitamina B12. Tutte le diete combinate insieme, si consiglia inoltre di assumere integratori di vitamina D, ferro, zinco e acido folico.

A cosa fare attenzione?

Proteine: la loro qualità biologica è inferiore nelle piante. Pertanto il Super Health Council raccomanda di incorporare fonti proteiche (latticini, uova, legumi, noci, semi, ecc.);

Acidi grassi omega-3 EPA e DHA: non mangiare pesce, frutti di mare e uova porta a una riduzione dell’assunzione. Per rimediare a questo, devi mangiare uova arricchite di omega-3 (se sei vegetariano); È anche possibile consumare oli ricchi di LNA (come olio di semi di lino, colza e noci), perché da questo acido grasso l’organismo sarà in grado di sintetizzare gli acidi grassi;

Calcio e vitamina D: questo non dovrebbe essere un problema per te se sei vegetariano (uovo) e consumi regolarmente prodotti lattiero-caseari. Coloro che non consumano latticini dovrebbero assicurarsi di consumare verdure e frutta oleosa ricchi di calcio, acqua ricca di calcio e prodotti fortificati. In Belgio, ci manca il sole e il nostro corpo manca di vitamina D. I vegetariani dovrebbero ricordarsi di assumere integratori di vitamina D;

Vitamina B12: si trova solo negli alimenti di origine animale. Quindi i vegetariani saranno carenti e per la CSS è imperativo assumere cibi fortificati e / o integratori nutrizionali;

Zinco: si trova negli animali più che nei prodotti vegetali: per compensare questo, chi non mangia carne, pesce o uova può trovarlo nei cereali integrali, nei legumi, nella frutta secca e nei semi oleosi;

READ  Alexandra Henrion Codd, supporto scientifico per "Cofido Skeptics"

Iodio: si trova nel pane preparato con sale iodato e sale da cucina iodato. Le alghe non sono una fonte affidabile a causa di sostanze indesiderate che inevitabilmente finiscono (metalli pesanti).

Attenzione a non strafare

In una dieta vegetariana, potrebbero esserci sostanze indesiderate, come i materiali fitosanitari avanzati. I principali consumatori di frutta e verdura sono incoraggiati a preferire piante biologiche o non irrorate per lavarle e sbucciarle accuratamente. Esistono anche sostanze naturali indesiderabili, che possono essere negative. In conclusione, il Consiglio Supremo della Salute dice: “Segui una dieta vegetariana”.Può soddisfare le tue esigenze, purché sia ​​abbastanza diversificato“.

È disponibile il parere completo e dettagliato del Consiglio supremo della sanità Qui.