Giugno 14, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Secondo quanto riferito, Mark Meadows ha chiesto alla Rappresentante AG di indagare su una teoria del complotto elettorale “fantasia” relativa all’Italia

Marco Prati. Oliver Doolery/AFP tramite Getty Images

L’ex capo del personale della Casa Bianca Mark Meadows ha inviato cinque e-mail all’allora procuratore generale ad interim Jeffrey Rosen tra la fine di dicembre 2020 e l’inizio di gennaio 2021, chiedendogli di esaminare le teorie del complotto sulle frodi elettorali, inclusa una “fittizia” che affermava che le persone in Italia utilizzare la tecnologia militare e satellitare per scambiare a distanza i voti per l’ex presidente Donald Trump per votare per il presidente Biden, New York Times Rapporti Dopo aver esaminato le e-mail appena divulgate inviate al Congresso, nessuna delle e-mail mostrava che Rosen accettasse un’indagine sulla teoria “Italiegate” o su altre false affermazioni di Meadows.

Italygate naviga da tempo in alcuni angoli di internet, ma le comunicazioni tra Rosen e Meadows non erano state precedentemente segnalate, volte Scrive che le lettere mostrano come Meadows sia entrato nel regno dello straniero quando lui, Trump e i loro alleati hanno cercato di “trovare un modo per minare” i risultati di novembre.

Nella sua richiesta che il Dipartimento di Giustizia esamini la teoria italiana, Meadows avrebbe inviato a Rosen un link su YouTube a un video di Brad Johnson, un ex dipendente della CIA che stava promuovendo la trama. In una e-mail a un altro funzionario del Dipartimento di Giustizia, Rosen avrebbe detto che gli era stato chiesto di organizzare un incontro tra Johnson e l’FBI, ma ha rifiutato e gli è stato chiesto di riconsiderare. Non ci sono indicazioni che l’abbia fatto. Leggi di più su New York Times.