Gennaio 27, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Secia annuncia i requisiti di prova obbligatori per Italia, Svezia, Malta, Austria e altri 3 paesi

I viaggiatori provenienti da Italia, Svezia, Malta, Austria, Lettonia, Ungheria e Azzorre devono seguire rigide regole di ingresso quando raggiungono la Repubblica Ceca, poiché i paesi sono indicati in rosso e cremisi.

Dal 3 gennaio, tutti i viaggiatori di uno dei tre paesi dovranno sottoporsi al test COVID-19 eseguito prima dell’ingresso, secondo l’ultimo aggiornamento sul rischio epidemico pubblicato dal Ministero della salute della Repubblica ceca.

SchengenVisaInfo.com riporta che il requisito del test di ingresso si applica a tutti, compresi i viaggiatori che sono completamente vaccinati o sono sopravvissuti al virus.

Tuttavia, è stato spiegato che i passeggeri che ricevono dosi di richiamo dall’Italia, dalla Svezia, da Malta, dall’Austria, dalla Lettonia, dall’Ungheria, dalle Azzorre o da qualsiasi altro paese già nell’elenco ad alto rischio non sono tenuti a presentarsi. Test negativo appena entrano.

“Solo gli stranieri che sono stati vaccinati con una dose di richiamo sono esentati dall’essere vaccinati in un paese certificato dalla Repubblica Ceca. Un’altra eccezione sono i bambini di età inferiore ai 12 anni”, afferma una nota del Ministero della Salute.

D’altra parte, oltre a fornire un test di pre-ingresso, i viaggiatori che non sono stati vaccinati o salvati da questi sei paesi e dalle Azzorre devono anche sottoporsi a un altro test mentre si trovano nella Repubblica ceca. Il test può essere sostenuto il o dopo il quinto giorno.

“Le persone che non sono state vaccinate o che non hanno sviluppato la malattia Covit-19 dovrebbero essere testate per la RT-PCR tra il 5° e il 7° giorno di ingresso nella Repubblica Ceca e indossare un respiratore fino a lasciare la residenza o il rifugio fino alla fine del test. , ” Il Ministero ha spiegato.

READ  'L'unico nero nella stanza': La verità sul razzismo in Italia

Fatta eccezione per i requisiti del test, tutti devono compilare un modulo di partecipazione indipendentemente dal paese in cui si stanno recando.

Le stesse regole si applicano a Bulgaria, Finlandia, Andorra, Belgio, Danimarca, Croazia, Francia, Liechtenstein, Lussemburgo, Germania, Paesi Bassi, Cipro, Norvegia, Monaco, Islanda, Irlanda, Grecia, Estonia, Lituania, Polonia e Portogallo. , Slovacchia, Slovenia, Spagna e Svizzera. Tutti questi paesi sono già stati classificati come paesi ad alto rischio.

I requisiti del test non si applicano ai cittadini cechi e agli stranieri con un permesso di soggiorno permanente se sono stati completamente vaccinati o guariti. Tuttavia, devono ancora compilare il modulo di partecipazione.

A differenza dei paesi sopra menzionati, il ministero ha rivelato che la Romania farà ora parte della Lista verde. I passeggeri che sono stati vaccinati e soccorsi dalla Romania o da qualsiasi altro paese della lista verde dovrebbero, se non hanno ricevuto la dose di richiamo, sottoporsi al test Covit-19 prima di raggiungere la Cecenia.

Chi invece non è stato vaccinato/guarito è sottoposto a doppio test.

>> Cechov impone metà del servizio di prova a tutti i passeggeri a causa di Omicron